di Giuseppe Longo

L’indomani delle elezioni del 4 marzo, appena resi noti i risultati del voto con cui gli italiani avevano stravolto il quadro politico nazionale, l’amico Giorgio Alt mi ha proposto di buttare giù due righe di commento che, visto il clamoroso responso delle urne, ho prudentemente titolato “E adesso la vera partita”: quella che tutti abbiamo avuto modo di constatare come la più difficile, senza dubbio più di quella di vincere la sfida con gli elettori.
Il mio argomentare gli è piaciuto, tant’è che da quel 6 marzo ho continuato a scrivere con una certa regolarità quasi sempre di politica tricolore, ma anche regionale e amministrativa.
E spero di aver suscitato interesse fra i lettori dei blog/magazine che il dottor Alt ha creato in questi mesi:

planetpolis.com;

noi.diudine.it;

friulivg.it;

freedom-press.net;

tanto per citare i più noti, e altri ancora sono agli esordi ed in fase di sviluppo.
L’altro pomeriggio, Giorgio – odontoiatra che dopo una lunga vita professionale, riposti i ferri del mestiere, si è riconvertito (non senza fatica) all’ editoria via web e gestione di infrastrutture IT – e chi scrive, giornalista che da tempo ormai ha lasciato il lavoro attivo, si sono incontrati all‘Enoteca di Cormons per valutare queste prime, positive esperienze.

Così, davanti a un ottimo calice di Friulano ovviamente del Collio (cantina Livio Felluga) – che io, però, continuo con indubbia nostalgia a chiamare Tocai (perché quello ungherese è tutt’altra cosa!) – abbiamo convenuto che si sarebbe potuto allargare l’orizzonte oltre la sfera politica & cronaca locale, spaziando, visto che eravamo in un vero e proprio “tempio” del vino, nel settore enologico e in quello agroalimentare nel suo complesso, con invitanti spigolature fra
le tantissime proposte legate ai due settori e in particolare alla cucina di qualità che intreccia gli insegnamenti del passato e le tradizioni popolari con l’innovazione.
Detto e fatto…

Il dottor Alt aveva con sé il computer portatile ed in un batter d’occhio è nato:

friulivg.com – “RivistaFVG – Agroalimentare & Enogastronomia” -, il magazine che state leggendo.

La motivazione che ce l’ha suggerito?

Si tratta, converrete, di un “pianeta” affascinante che in Friuli Venezia Giulia vanta tantissimi punti di eccellenza, ma che non è, secondo noi, sufficientemente conosciuto dal grande pubblico italico ed internazionale (prova ne è che quando Austriaci e Tedeschi di passaggio scoprono i nostri vini e prodotti tipici se ne innamorano
“al primo assaggio”).

Per cui ci siamo subito trovati d’accordo nel dire che un valido aiuto avremmo potuto darlo attraverso questi rivoluzionari strumenti di comunicazione che la moderna tecnologia ci ha messo a disposizione, senza tuttavia trascurare i richiami a problematiche e/o prospettive che i nostri agricoltori/produttori incontrano nel loro quotidiano
lavoro.

Per quanto mi riguarda, sperando a 63 anni di essere ancora utile, metterò a frutto l’intensa esperienza maturata al Messaggero Veneto dove, per un trentennio, ho curato la pagina settimanale dell’Agricoltura, voluta dell’indimenticato direttore Vittorino Meloni, alla quale si è più tardi affiancata quella del Gusto che mi aveva affidato il suo successore Andrea Filippi, ai quali sono ancora grato.
Ed allora è deciso: “il calice è tratto!”

Ci dedicheremo ai grandi vini offerti dai nostri vigneti – i bianchi sono da tutti riconosciuti come i migliori al mondo – e alle eccellenze dell’agroalimentare, come i famosi prosciutti di San Daniele e di Sauris, ma anche della stessa Cormons, e l’inimitabile formaggio Montasio, le eccellenti produzioni delle nostre stupende malghe, il pesce dell’Adriatico e tutte le eccellenze che sono alla base, con tanti altri prodotti Made in Fvg, di piatti raffinati
elaborati da chef ai vertici dell’arte culinaria del Belpaese.

E potremmo continuare, ma per non annoiarvi in chiacchiere superflue come primo contributo vi offriremo un’ampia analisi proprio di tutti i prodotti di qualità che hanno fatto grande questa nostra piccola regione.

Una sorta di vademecum che sicuramente vi potrà essere un valido compagno di viaggio alla scoperta del ricco “paniere Fvg”.

A seguire approfondiremo le specificità con servizi monografici, per mettere in luce i tesori più nascosti e sorprendenti che la nostra terra custodisce.

Buona lettura, con l’auspicio che i contenuti di questo nuovo magazine siano di vostro gradimento.

< N.d.R. …invitiamo i lettori a segnalarci le loro esperienze enogastronomiche “vissute” più emozionanti (attraverso le “lettere al direttore”) al fine di condividerle nel web; …inoltre in friulivg.com abbiamo integrato una funzione, un’area social-network, che si chiama BuddyPress (ovvero l’analogo opensource di Facebook). BuddyPress è una insieme di componenti comuni a un tipico social network, dove iscrivendovi potrete creare il vostro profilo social, e gestire le attività classiche dei S.N., formare gruppi di discussione, lavoro, ricerca, enjoy/fan, e tanto altro… >

, , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento