di Giuseppe Longo

Calato il sipario su Cantine Aperte 2018, manifestazione di punta del Movimento turismo del vino della nostra regione ancora una volta premiata dal successo, per i produttori del Collio si apre proprio oggi una grande settimana promozionale con un insieme di iniziative di sicuro richiamo che avranno l’obiettivo di mostrare cosa effettivamente è questa splendida zona Doc, la prima a essere istituita in Friuli Venezia Giulia nel lontano 1968 – proprio in maggio -, quindi esattamente mezzo secolo fa, grazie alla lungimiranza di un manipolo di produttori capitanati dell’indimenticato conte Douglas Attems.
Prende il via infatti Enjoy Collio Experience, un megacontenitore di iniziative che si svilupperà appunto da oggi fino a domenica prossima per il dettaglio delle quali vi invitiamo a consultare direttamente il portale creato dal Consorzio di tutela (www.collio.it) che ha sede a Cormons e che è attualmente guidato dal presidente Robert Princic, altrimenti rischieremmo di fare un elenco interminabile di proposte, peraltro tutte invitanti. Comunque, belle e significative le parole dell’incipit alla composita iniziativa: “Enjoy Collio Experience è vivere l’esperienza del territorio a 360 gradi, è tuffarsi nella bellezza della natura di una terra che mantiene orgogliosamente intatta la sua biodiversità, è abbracciare la lentezza, il viver bene e la sostenibilità ambientale come filosofia di vita”. Una proposta originale e innovativa, insomma, per immergersi “nelle mille sfumature che questa terra ha da offrire, unite in una sinergia di esperienze, voci, persone” che accompagnano il visitatore “alla scoperta del Collio e delle sue ricchezze culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche”.
Giusto per schematizzare, diciamo che i giorni che vanno da oggi al 30 maggio sono riservati agli esperti del settore vitivinicolo e alla stampa, mentre l’intenso fine settimana compreso tra l’1 e il 3 giugno è rivolto soprattutto agli appassionati, come dire che saranno di nuovo mobilitati gli enoturisti reduci dalle scene di Cantine Aperte.
Il ricco ventaglio di proposte, che troverete appunto sul sito citato, culminerà con la grande mostra-degustazione del 2 giugno allestita nella suggestiva cornice del castello di Gorizia. Un’occasione speciale per conoscere i vini, soprattutto i grandi e inimitabili bianchi conosciuti in tutto il mondo, ma anche i produttori venendo così a contatto, attraverso la loro voce, con un territorio di grande valenza ambientale e produttiva, in un certo senso unica, che aspira a ottenere per queste bellissime colline, che vanno da San Floriano e Oslavia fino a Capriva, Russiz, Mossa, Cormons e Dolegna, e che s’incrociano con quelle slovene e altrettanto belle della Brda, l’ambitissimo riconoscimento dell’Unesco quale patrimonio dell’umanità.
Intanto, buon Collio a tutti!

in copertina : Vigneti del Collio nella zona di San Floriano.

a seguire : Viti in fiore sulle suggestive colline di Russiz.

Ancora vigneti del Collio nel Cormonese.

 

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento