di Lant Ator

Nelle Valli del Torre, è naturale associare la odierna ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo a Tarcento.
La cittadina celebra infatti i suoi Patroni dando vita a una sentita festa che fino a non molti anni fa era meglio conosciuta come “Sagra delle ciliegie”, perché le colline che fanno da sfondo al paese erano tutte punteggiate di alberi da frutto e in particolare dai ciliegi della rinomata varietà locale conosciuta come “duracina” o “tarcentina”.
La fine di giugno segnava, infatti, la piena maturazione di questa varietà tardiva e la raccolta costituiva anche un’indubbia fonte di reddito per gli agricoltori della pedemontana.
Oggi la produzione è molto ridotta perché sopraffatta da vari fattori, non ultima la minore forza lavoro, ma la qualità delle ciliegie è ottima.
La sagra continua in un crescendo nel fine settimana, con tante proposte, essendo appunto quello della ricorrenza dei Santi Apostoli.

 

Attimis invita nel parco dei Conti

E spostandoci un po’ a est, superati Nimis e il passo di Monte Croce, si scende ad Attimis dove una settimana fa è cominciata la bella Sagra delle fragole e dei lamponi che nel 2019 festeggerà il mezzo secolo di vita.
Molto suggestiva la location nel verdissimo parco della villa dei Conti.
La Pro loco Alta Val Malina rinnova quindi l’invito ad approfittare anche di questo week-end per visitare la festa, arricchita di numerose proposte culturali e di svago tra le quali un posto di primo piano ce l’ha la bella musica.
Invitante anche la cucina che farà gustare un originalissimo risotto alle fragole – una vera e propria prelibatezza, assicurano gli organizzatori – e naturalmente il frico, il piatto friulano per eccellenza, da tutti conosciuto nella versione morbida e in quella friabile.
Entrambe molto gustose, da accompagnare con un buon bicchiere di vino o una fresca birra.

Gran finale l’8 luglio.

.

Camminata nella natura a Valle

Rimaniamo ancora in ambiente collinare-montano passando però nel contiguo Comune di Faedis, per salire poi, una volta giunti a Campeglio, a Valle di Soffumbergo, piccola borgata divenuta famosa per la sua bellissima sagra delle castagne, durante la stagione del raccolto.
Ma chi direbbe che questi gustosi frutti protetti, fino a maturazione, dal riccio spinoso non si possano gustare anche in piena estate?
E invece è proprio così, perché quanti parteciperanno domenica 1° luglio alla Camminata nella natura troveranno, dopo il ritrovo fissato alle 8.30, una colazione fatta proprio di castagne e di manicaretti preparati con queste.
Quindi via all’escursione che darà modo di venire a contatto anche con numerose specie botaniche presenti nei boschi.
E poi non dimentichiamo il panorama: questo è un autentico, meraviglioso balcone sul Friuli!

Un paradiso per chi ama la fotografia !

 

Fuochi d’inizio estate in Val Resia

Salendo invece in montagna, nella mitica Val Resia – famosa per il suo aglio (“strok” nell’idioma locale che perpetua una parlata paleoslava) – domani , ultimo giorno di giugno, sarà rinnovata una sentita tradizione tenuta in vita dalla Pro loco.

Sarà acceso infatti il “Kriss”, l’antico fuoco – ricorda un po’ i pignarui epifanici che si
accendono in Friuli a chiusura del ciclo natalizio – che simboleggia l’inizio dell’estate in occasione della ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo.
Come informa l’Associazione regionale fra le Pro loco, è previsto anche il lancio delle “cidule” (rotelle di legno) infuocate, che trova un’analogia nella manifestazione che si ripete da secoli anche in Carnia.
Ovviamente, una gita in Val Resia è appagante anche dal punto di vista ambientale e naturalistico, oltre che per godere dell’ospitalità e delle tradizioni all’allegro ritmo dei caratteristici “zitira” e “bunkula”.

 

I sabati nelle corti di Sedegliano

E per chiudere questo breve vademecum di fine settimana una puntatina nel Medio Friuli, esattamente a Sedegliano, paesotto a nord di Codroipo sulla riva sinistra del Tagliamento.
Ebbene qui, da domani e per altri due sabati (già fissati per il 14 luglio e il 4 agosto) ci saranno delle originali cene con piatti della tradizione friulana, film, musica e allegria in alcune corti caratteristiche del paese.
L’intento della Pro loco è quello di offrire un pretesto per passare qualche ora in compagnia in queste sere d’estate: per avere informazioni più dettagliate o anche per le prenotazioni vi consigliamo di telefonare al

392.6232690

Si comincerà dunque domani, 30 giugno, nella corte Molaro di via Umberto I, mentre negli altri due sabati già citati l’appuntamento è nella corte dell’ex latteria di via Marconi.
Un invito, dunque, da cogliere al volo per trascorrere una serata sicuramente appagante.

In copertina: ciliegie protagoniste per i Santi Patroni a Tarcento.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento