di Lant Ator

Appuntamento da oggi con “Ein Prosit Grado”, l’edizione estiva della supercollaudata manifestazione autunnale di Tarvisio e Malborghetto che si terrà nella seconda metà di ottobre.
Tante e qualificate le iniziative che hanno diverse location nel centro storico, anche se la più gettonata è quella sulla diga, il lungomare Nazario Sauro, dove c’è una una maxi-degustazione che nelle due precedenti edizioni ha registrato un grande successo, tanto da spronare gli organizzatori a riproporre la bella manifestazione enogastronomica.
Pertanto, da oggi a domenica 8 luglio ci saranno Incontri del Gusto, Incontri; Seminari e, appunto, una Mostra assaggio dove i vitivinicoltori della regione, ma anche italiani e stranieri, presenteranno quattro vini bianchi.
Il visitatore potrà inoltre assaggiare le specialità di varie aziende gastronomiche e degustare il menu dell’Isola del Gusto.
Infine, in programma Degustazioni guidate e Welcome Grado, affascinante viaggio nel sapore, alla ricerca della storia, della tradizione culinaria dell’ isola d’oro.

( info@einprositgrado.org   –   consorzio@tarvisiano.org ).

 

E il 12 luglio: la “Sardelada”

Per restare ancora nell’Isola d’oro, ricordiamo che giovedì 12 luglio prenderà il via la tradizionale Sagra dei  Santi Ermacora e Fortunato, patroni di Grado, della vicina Aquileia, della città di Udine oltre che dell’intera regione Friuli Venezia Giulia.
Si tratta anche in questo caso di un appuntamento molto sentito dai gradesi, ma anche da molti ospiti, che segue di pochi giorni l’antichissima ricorrenza del Perdon de Barbana.
Dopo la messa solenne celebrata nella basilica, comincerà la festa popolare allestita proprio sotto il campanile dell’Anzolo, in campo Patriarca Elia, dove funzionerà a tutto ritmo una cucina che proporrà ovviamente piatti a base di pesce:
è la sempre frequentatissima “Sardelada”.
Che per accontentare il folto pubblico – i turisti sono infatti molto affezionati a questo momento gastronomico – darà appuntamento anche nelle successive serate di venerdì, sabato e domenica, con diverse proposte collaterali fra le quali primeggia la musica.
Poi, come tutti sanno, Grado è solita proporre un’altra “Sardelada” a fine luglio organizzata dai Portatori della Madonna.

 

Festa del pesce in riva al lago

Ancora pesce, ma stavolta soprattutto di acqua dolce, nello scenario del lago di Cavazzo o dei Tre Comuni, nello spiazzo della centrale idroelettrica di Somplago.
La Festa del pesce 2018 – come informano gli organizzatori – è un evento tradizionale che si snoderà in questo fine settimana, vale a dire da oggi, venerdì, fino a domenica 8 luglio.
Nel corso della bella manifestazione in riva al lago, che è il più grande del Friuli Venezia Giulia, sarà possibile degustare le saporite trote che vivono in queste acque, ma anche le carni di altre specie, sia di lago che di mare, come pesce spada, calamari, seppie in umido, sarde, frittura e molto altro, tutto del nostro Adriatico.
La cucina aprirà oggi e domani alle 18.30,  mentre domenica anche a pranzo, cioè dalle 11.30 alle 14.30.
Ma nel menù, per accontentare chi non ama il pesce, ci saranno anche piatti della tradizioni carnica, tra i quali eccelle il frico con polenta.   E dopo aver mangiato e bevuto, un giro di valzer, al ritmo di bella musica, aiuterà a digerire.

L’organizzazione è a cura della Pro loco di Somplago e Mena.

 

Le fragole e i lamponi di Attimis

Gran finale ad Attimis per la bella Sagra delle fragole e dei lamponi, ospitata ancora da oggi all’8 luglio nel parco della villa dei Conti.
La Pro loco Alta Val Malina rinnova quindi l’invito ad approfittare anche di quest’ultimo week-end per visitare la festa, arricchita da numerose proposte culturali e di svago tra le quali un posto di primo piano ce l’ha la bella musica.
Invitante anche la cucina che farà gustare un originalissimo risotto alle fragole – una vera e propria prelibatezza, assicurano gli organizzatori – e naturalmente il frico, il piatto friulano per eccellenza, da tutti conosciuto nelle versioni morbida e friabile.
Entrambe pietanze molto gustose, assieme ad una abbondante griglia, da accompagnare con un buon bicchiere di vino o una fresca birra.
Domenica, quindi, giù il sipario e arrivederci alla 50° edizione della Sagra dei lamponi e delle fragole che sicuramente la Pro loco di Attimis allestirà con la cura richiesta per sottolineare, come si conviene, che questo invitante appuntamento estivo avrà raggiunto il traguardo del mezzo secolo.
E per una manifestazione popolare non è poco.

 

Maxi-grigliata sul monte Cisilin

Ormai è diventata un classico appuntamento di luglio la escursione sul monte Cisilin, dove domenica prossima si terrà la tradizionale festa con messa seguita da un’invitante grigliata da gustare con i vini di Nimis.
Tre i modi per raggiungere il posto: in auto salendo da Attimis o arrivando da Taipana e, per chi è più sportivo e ha buone gambe, attraverso il sentiero che da Cergneu arriva proprio fin lassù.
La manifestazione affonda le sue origini quasi trent’anni fa, quando la sezione dei cacciatori di Nimis prese l’iniziativa di ricostruire la croce in vetta al monte, in sostituzione di quella di legno che era stata distrutta dalla usura degli anni e delle intemperie.
Per questo si decise di realizzare un manufatto in ferro che fu trasportato sull’altura grazie all’intervento di un elicottero.
Finita l’opera, in segno di devozione e ringraziamento, fu celebrata una messa proprio ai piedi della grande croce dall’indimenticato don Flaviano Veronesi, parroco di Cergneu.
Ma la consuetudine si rinnovò poi ogni anno, tanto da diventare una bella tradizione.
Per cui arrivederci a domenica 8 luglio.

In copertina, il logo di “Ein Prosit Grado”.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento