di Lant Ator

Sauris è come una piccola pietra preziosa nell’Alta Carnia.

E questo non solo per la bellezza della sua valle che si apre sopra il lago dalle acque color smeraldo, ma anche per la sua specialità gastronomica più famosa:  il prosciutto protetto dalla Igp, ottenuta, dopo un lungo iter, otto anni fa.
Il crudo che si produce in questo incantevole borgo della Carnia, fra i boschi della Val Lumiei, ha infatti un gusto inconfondibile e per questo meritava d’essere tutelato dal marchio d’Indicazione geografica protetta: è dolce e morbido, viene leggermente affumicato con legno di faggio aromatizzato con ginepro ed erbe e poi lasciato lentamente stagionare all’aria fresca e asciutta dei monti che circondano Sauris.
.
Prosciutti Igp di Sauris nelle sale di stagionatura dove beneficiano dell’aria della valle.
.
.
E adesso, puntuale, come in ogni mese di luglio il prosciutto tornerà a essere il grande protagonista di una festa popolare simpaticissima e per questo molto amata da un folto pubblico di estimatori che non mancano di salire nell’incantevole vallata.
In questo fine settimana del 14-15 luglio, e in quello successivo del 21-22, Sauris dedica a questo pregiato salume appunto la “Festa del prosciutto”, durante la quale saranno allestiti caratteristici punti di ristoro, dove si potranno degustare prosciutto e specialità tipiche carniche (piatti a base ovviamente di prosciutto ma anche di speck, formaggi, gnocchi, griglia, piccoli frutti e dolci, senza dimenticare i vini delle Doc del Friuli Venezia Giulia e la birra artigianale prodotta proprio a Sauris con la sua purissima acqua) con l’accompagnamento di musica dal vivo e danze tramandate di generazione in generazione.
.
Grande animazione si rinnoverà per le vie di Sauris durante la Festa del prosciutto.
.
.
Ad arricchire il programma, il tradizionale Mercatino dell’artigianato e dei prodotti agroalimentari della montagna, le visite guidate al prosciuttificio Wolf – la più azienda produttrice – per scoprire segreti e tecniche di lavorazione, la Mostra dedicata alla “Diga del Lumiei 70 anni dopo”, le visite guidate al Centro etnografico e alla medievale chiesa di Sant’Osvaldo e San Lorenzo, mentre le sere dei sabati 14 e 21 fuochi d’artificio che donano un tocco di magia al paese (fatto di due borgate, di Sotto e di Sopra) e alla sua valle.
Tanti buoni motivi dunque per lasciare la città e salire nella valle del Lumiei, dove si aprono davanti agli occhi dei visitatori paesaggi di una bellezza incontaminata, fitti boschi e prati verdi, ricchi di specie aromatiche e officinali, punteggiati in alta quota da orchidee e anemoni.
L’unicità di Sauris (che, con i suoi oltre 1400 metri di altitudine, è il comune più alto del Friuli Venezia Giulia) si
riconosce ancora oggi in questa natura rigogliosa e selvaggia e nel modo con cui sono state conservate tradizioni secolari, d’origine bavarese, ancor vive nell’idioma locale – quella saurana è infatti un’ isola “alloglotta” dove si parla ancora un tedesco molto antico -, nelle architetture, nella gastronomia, negli usi, nelle feste (si pensi solo al Carnevale).
Nota per il suo prosciutto leggermente affumicato, Sauris è rinomata anche per i suoi eccellenti ristoranti, per i piccoli ed accoglienti hotel, per l’albergo diffuso (dove si dorme in antiche case restaurate nel rispetto dello stile originale) e
per i suoi artigiani che lavorano il legno, tessono e producono birra.
.
 Prodotti tipici di Sauris che saranno serviti durante i due week-end di festeggiamenti.
.
.
Sauris, insomma, val bene una gita sia d’estate che d’inverno con la neve. Ora, con la bella stagione, approfittiamo dunque della verde vallata e dei suoi profumi per trascorrere una giornata che sicuramente la ricorderemo a lungo.
.

Per informazioni:    www.sauris.org

 In copertina, la celebre fettina grande protagonista alla Festa del prosciutto di Sauris.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento