“La Regione sta seguendo con grande attenzione” la situazione di grave difficoltà che sta attraversando il Museo carnico delle arti e tradizioni popolari Michele Gortani, di Tolmezzo, tanto che, il 23 agosto, è in programma una riunione tra gli assessori regionali alla Cultura, Tiziana Gibelli, e al Patrimonio, Barbara Zilli, con il sindaco Francesco Brollo, cui seguirà immediatamente un incontro con la Fondazione Museo Gortani.

“Nella fase di assestamento di bilancio – rileva Gibelli – non c’erano possibilità di intervenire per nessuno dei tanti soggetti che ne hanno fatto richiesta, tra i quali il Museo Gortani. Nessuna volontà di discriminare il Museo, come del resto è stato spiegato pubblicamente nel corso dell’incontro con i Musei regionali lo scorso 24 luglio”.

“Regione, Comune di Tolmezzo e Uti della Carnia – aggiunge ancora Gibelli – verificheranno direttamente le eventuali problematiche di bilancio ma, soprattutto, quali siano i piani di attività per il rilancio di un Museo da troppo tempo inattivo”.

“Il Museo Gortani – sottolinea poi l’assessore Zilli – è un presidio culturale irrinunciabile per la storia della Carnia e, in occasione dell’incontro da tempo in agenda, confidiamo di individuare la soluzione migliore a una questione delicata che richiede necessariamente il massimo impegno di tutti e la condivisione degli obiettivi”.

la sede del Museo carnico delle arti e tradizioni popolari a palazzo Campeis a Tolmezzo.
(Foto sito ufficiale Museo carnico)

Zilli: la staffetta Tre Rifugi esalta la montagna carnica

“La Staffetta dei Tre Rifugi è un evento sportivo emozionante che unisce la fatica di uno sport in alta quota con l’esaltazione di uno dei panorami montani più belli della nostra Carnia”.

Così l’assessore regionale Barbara Zilli ha commentato l’arrivo a Collina di Forni Avoltri dei partecipanti alla 56° Staffetta dei Tre Rifugi, una gara di corsa in montagna che in 15 chilometri tocca, su tre tracciati con diverse lunghezze e dislivelli, i rifugi Tolazzi, Lambertenghi-Romanin e Marinelli e che pure quest’anno ha visto la partecipazione di centinaia di atleti, molti dei quali provenienti da oltre confine.

“La consolidata notorietà all’estero di questa corsa esalta Forni Avoltri e la splendida località di Collina facendone un centro di riferimento internazionale per lo sport montano”, ha aggiunto Zilli, sottolineando come “gli sport di fatica, estremi, in cui le qualità atletiche si accompagnano a una grande volontà personale e a un irrefrenabile spirito di sacrificio, sono lo specchio dell’identità carnica fatta di gente che non si arrende mai. Anche per questo, ritengo che manifestazioni come questa vadano sostenute e incoraggiate, perché con esse si promuove il turismo montano”.

Pesca sportiva: costituito Comitato ittico Etp

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Risorse agroalimentari e forestali, Stefano Zannier, ha stabilito la costituzione del Comitato ittico dell’Ente tutela patrimonio ittico.

Si tratta di un organo consultivo finalizzato a supportare l’Etp nell’acquisizione di informazioni, valutazioni tecnico-scientifiche e proposte, provenienti da portatori di interessi coinvolti nell’attuazione delle politiche regionali per la gestione delle risorse ittiche nelle acque interne.

Il Comitato rimarrà in carica cinque anni e la partecipazione è a titolo gratuito.   Sarà presieduto dallo stesso assessore Zannier o da un suo delegato.  E sarà composto dai rappresentanti del Servizio caccia e risorse ittiche, e delle due Direzioni regionali competenti, rispettivamente, in materia di biodiversità e idraulica.

Nonché, da rappresentanti:

dei pescatori sportivi,     dei pescatori professionali,
dell‘Associazione piscicoltori italiani (Api),
degli operatori ittici volontari,
delle Guardie giurate volontarie,
delle Associazioni ambientaliste,
dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie (Izsve),
delle Università di Trieste e di Udine,
dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa),
delle Associazioni dei Consorzi di bonifica della Regione Fvg,
e del comparto economico del settore pesca.

Ne fanno parte:

Mauro Cosolo, del Servizio caccia e risorse ittiche;

Umberto Fattori, della direzione competente in materia di biodiversità, il Servizio paesaggio e biodiversità della Direzione generale;

Sara Freschi, della direzione competente in materia di idraulica, dell’Area tutela geologico-idrico-ambiente della Direzione generale ambiente ed energia;

Antonello Vuan, Ezio Fain, Giacomo Fabris, Giovanni Protti, Gianalberto Gallina, Paolo Vannone, pescatori sportivi;

Pierantonio Salvador, dell’Associazione piscicoltori italiani (Api);

Oscar Lugnan, pescatore professionale;

Romero Iacuzzo, operatore ittico volontario, Lucio Agrimi, guardia giurata volontaria;

Raffaele Lizzi, rappresentante delle associazioni ambientaliste;

Monia Cocchi, dell’Istituto profilattico sperimentale delle Venezie (Izsve);

Elisabetta Pizzul, dell’Università di Trieste;

Francesca Tulli, dell’Università di Udine;

Nicola Bettoso, dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente;

Daniele Luis, delle associazioni Consorzi di bonifica della Regione Fvg;

Dario Piccoli, del comparto economico settore pesca.

Isola della Cona, una nuova strada

Taglio del nastro per la strada golenale di accesso alla Riserva naturale regionale dell’Isola della Cona.

Il tratto di 2 chilometri, che corre lungo l’argine sinistro del fiume Isonzo fino al centro visite, è stato interessato da lavori per una spesa di 613.500 euro finanziata dalla Regione Fvg.

E’ stato applicato sul manto stradale un impasto speciale, utilizzato appositamente per le zone naturalistiche, resistente all’acqua e all’usura.  Questa soluzione, unitamente all’innalzamento dell’argine di circa 70 centimetri, scongiura situazioni di isolamento della struttura dovuta ad allagamenti, alla formazione di profonde pozzanghere e buche sul terreno.  Sono state anche ricavate alcune piazzole per le corriere.

All’inaugurazione sono intervenuti l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro, il sindaco di Staranzano, Riccardo Marchesan, e Sara Vito, assessore nella precedente legislatura.

“Ringrazio chi mi ha preceduto per aver autorizzato questi lavori”, ha sottolineato Scoccimarro, precisando che “quando si arriva in un’oasi naturalistica il biglietto da visita è importante e questa arteria appena ristrutturata è finalmente all’altezza di quella che è una delle riserve tra le più importanti d’Italia. Il mio impegno sarà valorizzarla ancora di più“.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Marchesan, che ha ringraziato tutti coloro si sono spesi per la realizzazione della “semplice ma importante opera che va a beneficio di tutti i Comuni che insistono sulla riserva  (Staranzano, Grado, Fiumicello e San Canzian d’Isonzo)  e dei cittadini.
Ora punteremo anche ai collegamenti ciclabili che stanno riscontrando sempre maggiore interesse”.

Il taglio del nastro all’inaugurazione della strada all’Isola della Cona. (Foto Regione Fvg)

“Coltiviamo agricoltura sociale”: tre premi 

Sostenere l’agricoltura sociale, incoraggiando e accompagnando lo sviluppo di attività imprenditoriali capaci di coniugare sostenibilità e innovazione.

Questo l’obiettivo di “Coltiviamo agricoltura sociale”, la terza edizione del bando indetto da Confagricoltura e Onlus Senior – L’Età della Saggezza, con Intesa Sanpaolo e la partecipazione attiva della Rete Fattorie Sociali, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata.

Secondo l’Ersa, in Friuli Venezia Giulia sono attive 86 Fattorie didattiche/sociali (di cui tre gestite in forma cooperativa), potenzialmente interessate al bando. In palio 120 mila euro divisi in tre premi, da 40 mila ciascuno, che andranno ai migliori progetti presentati da imprenditori agricoli singoli o associati e cooperative sociali, anche attraverso partenariati con altre associazioni.

I progetti dovranno riguardare minori e giovani in situazione di disagio sociale, anziani, disabili, immigrati che godono dello stato di rifugiato e richiedenti asilo.  Confagricoltura e Onlus Senior-L’Età della Saggezza, assieme ai partner, intendono promuovere l’agricoltura sociale, affiancando imprenditori e cooperative agricole e sociali nello sviluppo delle potenzialità del settore.

I tre premi saranno destinati a progetti innovativi che si distinguano per la capacità di rispondere a una criticità ben identificata del territorio, nonché per metodi di valutazione e di comunicazione appropriati. Imprenditori agricoli e cooperative sociali che intendano partecipare al bando “Coltiviamo agricoltura sociale” potranno farlo fino al 15 ottobre 2018.

Oltre al premio in denaro, saranno destinate ai vincitori otto borse di studio per partecipare al “Master online in Agricoltura Sociale” all’Università di Roma Tor Vergata.

Ulteriori info      www.coltiviamoagricolturasociale.it

—^—

In copertina, antichi contenitori di cucina (“cjaldirs”) al Museo di Tolmezzo.
(Foto sito ufficiale Museo carnico popolare)

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento