di Lant Ator

“Paillettes sorridenti, Sfilano i Vip”: è il titolo della bella manifestazione in programma domani, sabato, a Grado, con il patrocinio del Comune isolano: madrina dell’evento Maria Giovanna Elmi. Durante la conferenza stampa di mercoledì mattina in municipio, è stato spiegato che soltanto ai primi di luglio è nata l’idea di mettere a punto un evento speciale che vedesse protagonisti, in una serata di gala, politici, imprenditori, professionisti, giornalisti e sportivi per “farli sfilare e mettere in gioco nei panni di modelli e modelle d’eccezione”. Il tutto con una finalità benefica: raccogliere fondi per Smileagain Fvg, associazione presieduta dal professor Giuseppe Losasso, del Civile di Udine.
.

I partecipanti alla presentazione dell’iniziativa avvenuta a Grado mercoledì scorso..

.
.
Autorizzata dalla civica amministrazione, ci sarà una passerella sopra gli scavi della basilica paleocristiana di piazza Biagio Marin sulla quale sfileranno una quarantina di Vip, davanti a un parterre di autorità, giornalisti e pubblico che hanno voluto esserci soprattutto per dare il loro contributo alla causa.  Poi, tutti si sposteranno al piano terra dell’hotel Fonzari per la cena a buffet elaborata dall’executive chef Cesare Cinque, sulle voci degli emergenti Gaia Di Giacomo e Leonardo Fonda.  E con la dolce nota finale dei cioccolatini preparati appositamente per l’evento dal maitre chocolatier romano Natalino De Santis e Daniela, nonché del gelato di Alessandro Scian, tre coni Michelin. Seguirà un’asta benefica con le opere di Gianni Maran, Sabina Paravano, Adriana Rigonat e Roberto Tigelli, oltre ad alcune bottiglie di pregio messe a disposizione da Adriana Antonutti, Dario Ermacora, Zuani di Patrizia Felluga, Ronchi di Manzano, Vignaioli Specogna e Giovanni Dri Il Roncat. La serata comincerà alle 20.30, mentre la cena seguirà alle 22 al termine della sfilata che sarà aperta dalla splendida Samira Lui, di Udine, terza classificata a “Miss Italia 2017” e vincitrice del titolo “Miss Italia Chef” – il primo della storia del concorso di bellezza cucinando il frico, celebre piatto friulano -, ora affermata modella per griffe prestigiose.  Quindi scenderanno in passerella la già ricordata Maria Giovanna Elmi, le politiche Mariagrazia Santoro (Regione) e Federica Lauto (Comune), la campionessa Gabriella Paruzzi e mister Italia Mirko Pividore, oltre agli imprenditori Francesco Boschin con Monica Cher e Alessandro Boschin, Rossella Codri e Nicole Clocchiatti Codri, Eleonora Corbatto e Andrea Marchesan, Elisabetta Missoni Foffani, Massimo Fogari, Carlo Fonda con Cristiana Vittori, Alessandra Magnotti con Riccardo, Francesca Rizzi, Rossella Ronzat con Catia Codogno, Carlo Sam con Filippo; alla giornalista Elisa Michellut, al direttore di Telefriuli  lessandra Salvatori, al direttore de Il13 Luigi Gigi Di Meo.  Sfileranno anche i professionisti Bruna Argenti con Roberto Tigelli, Stefano Bisol con Ljuba Bot e Aurora e Edoardo, Isa Borghese e Caterina Biggio, Ornella Dominutti, Rosapina Fattori, Camilla Franchetto (figliola del professionista Massimo), Serena Iannicelli, Francesca Lenisa Zanolla con i suoi gemelli, Matteo Mason, Maria Antonella Padovan, Giovannella Pechini, Patrizia Pittia, Anna Serena Silvestri; gli artisti Gianni Maran con Giusi Toscano, Sabina Paravano.  Conduttori Tiziana Noia e Michele Cupitò, con la regia di Paola Rizzotti. Supporto delle Forze dell’ordine di Grado, Monfalcone e Gorizia, nonché della Croce rossa di Palmanova.

Segreteria organizzativa e informazioni :

tittinoia@gmail.com e hotelfonzari@gallerinihotels.com

.

Cuochi in scena a Lignano

Fine settimana (e pure lunedì) con la buona tavola a Lignano Sabbiadoro. L’Associazione Cuochi di Udine ha infatti organizzato il convegno “Friuli terra di cuochi – Esperienze. degustazioni, storie, evoluzione ed attualità di una cucina dai sapori autentici”. L’appuntamento è alla Terrazza a Mare nei giorni 15, 16 e 17 settembre. Domani, sabato, ci saranno due show cooking alle 17 e alle 18.30, mentre domenica i lavori cominceranno già al mattino. Alle 10 prenderà il via il convegno “Friuli terra di cuochi: ieri, oggi e domani” con la partecipazione del presidente nazionale Rocco Pozzulo, Dse Roberto Rosati, Riccardo Carnevali e Rossanina Del Santo. Alle 20 invece cena di gala preparata dagli chef dell’Associazione Cuochi di Udine e dallo chef stellato Paolo Cappuccio. Info e prenotazione cena al numero 3478103351. L’incasso servirà per la partecipazione della squadra di cuochi del Friuli Venezia Giulia alla Coppa del Mondo di arte culinaria in Lussemburgo. Infine, lunedì, alle 9, comincerà il corso di cucina con lo stesso chef Paolo Cappuccio.

.

Cani da tutto il mondo

L’assessore alle Risorse agroalimentari e forestali, Stefano Zannier, ha portato il saluto della Regione Fvg alla cerimonia di apertura del 28° Campionato del mondo della Federazione internazionale della cinofilia, in corso a Lignano Sabbiadoro, allo stadio Teghil, fino a domenica. Zannier –  che era accompagnato dal consigliere regionale Maddalena Spagnolo -, nel ringraziare gli organizzatori per avere scelto il Friuli Venezia Giulia quale sede per l’importante manifestazione, ha evidenziato che, attraverso essa, sarà possibile far apprezzare le peculiarità turistiche, le attrattive e le bellezze della nostra terra. E nel contempo le specificità enogastronomiche e agroalimentari. I protagonisti del Campionato mondiale, centocinquanta partecipanti, che provengono da quarantuno nazioni potranno infatti poi far conoscere, nei rispettivi Paesi di provenienza, l’accoglienza ricevuta e le qualità e le ricchezze della nostra terra. I concorrenti al Campionato conducono i loro cani a superare le prove di ricerca, obbedienza e difesa. Il 28° Campionato del mondo è realizzato in collaborazione con l’Ente nazionale della cinofilia italiana, ed è aperto a tutte le razze canine.
.

L’assessore Stefano Zannier con alcuni dei partecipanti al Campionato a Lignano. (Foto Regione Arc).

.

.
Friuli Doc fino a domenica

Tre giorni intensi con Friuli Doc, 24ma edizione, a Udine che ci accompagnerà,  in un crescendo di iniziative e proposte, fino a domenica: oltre 150 gli stand – tra cui quelli istituzionali dell’Ersa e quelli delle Pro loco Fvg – che offrono una variegatissima e significativa scelta tra le eccellenze enogastronomiche della nostra regione, con un invitante corollario di eventi e spettacoli.  Via Aquileia è tornata a far parte della grande festa e accanto alla Porta ospita gli amici della Stiria, mentre in piazza San Giacomo c’è una speciale location curata dall’Ersa Fvg e dal Comune di Udine per gli show cooking con l’enoteca dei migliori vini Doc e Docg, nonché famosi prodotti Dop come il formaggio Montasio e il prosciutto di San Daniele. Ma l’Agenzia regionale dello sviluppo è protagonista anche in via Mercatovecchio e in piazzetta Marconi, con “L’agricoltura a colori” contraddistinta dal marchio di certificazione Aqua, il comparto biologico e i prodotti Slow Food. Oltre alle specialità regionali, l’Ersa – presente pure nella stessa via Aquileia – propone laboratori didattici e dimostrativi per i bambini, approfondimenti sulle tipicità del Fvg, incontri e degustazioni guidate. Friuli Doc trova spazio come sempre anche in piazza Duomo – storiche le presenze di Nimis con il suo dolce Ramandolo e di Faedis con il celebre Refosco, ma anche della Carnia con grandi protagonisti “cjarsons” di Sutrio e il prosciutto e le altre specialità di Sauris -, in via Savorgnana, in piazza XX Settembre e in Castello, dove ci sono i prodotti del Friuli collinare. Marano Lagunare ha allestito invece un mega-stand in piazza Venerio dove propone il suo pesce con la Festa dei fasolari.

.

Brindisi beneaugurante dopo l’inaugurazione di Friuli Doc: da sinistra, Bini, il sindaco Fontanini, Zannier, il governatore Fedriga e Franz. (Foto Montenero)


.
Molto significativa pure quest’anno la presenza delle Pro loco Fvg che replicano quanto propongono con successo in maggio a Villa Manin di Passariano. Nel piazzale del Castello, come è tradizione, ci sono le aderenti al Consorzio regionale fra le Pro loco della Comunità Collinare: Buja (toro), Flaibano (frico), San Daniele (prosciutto), Majano (filetto), Pagnacco (bufa lo), Vilegnove (tagliolini), Montegnacco (costa), Ciconicco (coniglio), Brazzacco (formaggio). In via Savorgnana c’è Pantianicco con le sue specialità a base di mele, mentre in piazza Duomo ecco Sutrio e le già ricordate Nimis e Faedis. In piazza XX Settembre poi ci sono San Giorgio di Nogaro (birra e non solo), Attimis (fragole e lamponi),  Reana (sapori del Rojale) e Savorgnano del Torre (cervo e vini Doc). In piazza Venerio Zompicchia con la Terra di Risorgive e infine in viale Aquileia Feletto Umberto con le verze, Villa Manin con i suoi sapori, Maggio Castionese con piatti a base di coniglio e Cervignano con le sue golosità.

L’orgoglio di rappresentare una regione che predilige degustare i prodotti del proprio territorio è stato espresso – come già riferito ieri – dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, all’inaugurazione di Friuli Doc. Fedriga, che ha tagliato il nastro inaugurale con la chef e testimonial Antonia Klugmann, ha evidenziato la rilevanza che il settore agroalimentare, assieme alla enogastronomia, ha in Friuli Venezia Giulia e ha ricordato che, secondo recenti indagini sulle tendenze del mercato turistico internazionale, il 23 per cento dei visitatori sceglie la meta delle proprie vacanze sulla base di ciò che vi potrà degustare. Il governatore ha poi partecipato all’apertura del villaggio allestito dall’Ersa, l’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, in via Mercatovecchio: in sedici tappe e altrettanti stand, sarà possibile fino a domenica degustare le produzioni certificate e di qualità dell’agroalimentare del Friuli Venezia Giulia.Fedriga nell’occasione ha ringraziato, l’Ersa per la riuscita dell’allestimento e per avere difeso in questi anni i prodotti del territorio, garantendo la qualità del Made in Fvg, predisponendo controlli, anche attraverso la certificazione Aqua, che fanno sì che le produzioni siano salutari, genuine, di pregio; si è, infine, soffermato sulle peculiarità che caratterizzano il Friuli Venezia Giulia, una regione di piccole dimensioni ma ricca di tipicità che rappresentano una ricchezza da valorizzare. In occasione dell’inaugurazione del villaggio dell’Ersa, è intervenuto anche l’assessore alle Risorse agroalimentari e forestali, Stefano Zannier, per rimarcare la scelta dell’Ente di sviluppo di far degustare al grande pubblico di Friuli Doc le produzioni di eccellenza del nostro territorio, delle quali la comunità regionale può e deve essere orgogliosa, in quanto esse rappresentano un elemento attrattivo nei confronti dell’intero Friuli Venezia Giulia. Costituiscono infatti un investimento per l’intera economia regionale, perché rappresentano un volano di crescita dell’economia; una crescita alla quale possono concorrere tutti i cittadini, prediligendo l’acquisto, ha indicato l’assessore, di prodotti realizzati nella nostra terra. Sull’importanza, sotto il profilo turistico, dell’evento Friuli Doc, si è soffermato l’assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Bini, il quale ha ricordato che si tratta di una grande festa, ricca di occasioni di qualità e di eccellenze, che rappresenta un importante momento per far conoscere la città e l’intero Friuli Venezia Giulia.  Per il dettaglio della manifestazione consultare il sito ufficiale: 

www.friuli-doc.it

.

Una bandiera del Friuli e un simpatico abbigliamento in piazza Libertà. (Foto Montenero).

.


.
Fiori a Villa Manin

Appuntamento per due giorni, domani e domenica, a Passariano di Codroipo, con la nona edizione della mostra di piante, fiori e arredi “Nel giardino del doge Manin”. Numerosi gli appuntamenti collaterali alla grande esposizione, tra cui anche importanti convegni. Il primo si terrà domani, sabato, alle 11, e ha per titolo “Piccoli uomini, grandi alberi. Scienza, leggi e curiosità sui nostri antichi predecessori”. Si tratta di una chiacchierata tra Andrea Maroè, agronomo della Regione Fvg e presidente della Giant Trees Foundation, Alessandro Peressotti, docente di ecologia generale, e Giorgio Alberti, docente di selvicoltura e assestamento forestale dell’Università di Udine. Altro interessante incontro alle 16 con Monica Mazzolini, storica dell’arte. Mentre domenica ci saranno altri due appuntamenti molto importanti: alle 11 con l’arbonauta Pietro Maroè e alle 16 con il giornalista Nicolò Giraldi, direttore di Trieste Prima. Ci saranno anche diversi incontri con gli espositori distribuiti tra domani e domenica, laboratori e diomostrazioni, anche per i bambini. Alla manifestazione promossa dall’Erpac, l’Ente regionale per il patrimonio culturale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, e coordinata dalla cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone, partecipano un centinaio di espositori selezionati da Lili Soldatich, curatrice di Horti Tergestini.

.

Cori per la pace a Redipuglia

Centinaia di voci del Friuli Venezia Giulia saranno protagoniste domenica 16 settembre, con inizio alle 20.30, nell’ambito della manifestazione “In coro per la pace” organizzata per celebrare l’anniversario della fine della Grande Guerra: l’appuntamento è al Sacrario militare di Redipuglia. Gli oltre cinquanta cori associati all’Usci Fvg e la banda dell’Anbima di Gorizia (cui si aggiungeranno molti coristi partecipanti all’Open Singing) eseguiranno brani legati al periodo bellico in italiano, friulano e sloveno. Sono previsti anche interventi dell’attore MassimoSomaglino, mentre la direzione è affidata a Fulvio Dose.

La serata fa parte del progetto “Eredità-Quel che resta della guerra” e ha il sostegno della Regione Fvg.

Ingresso gratuito.    Info e prenotazioni alla Pro loco di Fogliano Redipuglia

www.prolocofoglianoredipuglia.it 

– info@prolocofoglianoredipuglia.it – telefono 0481489139

.

Birra grande protagonista

Anche questo fine settimana appuntamento a Tarcento con la “Grande festa della birra bavarese”. E, per chi desidera fare una bella escursione in montagna, la bionda bevanda invita anche al Rifugio Zacchi, nel comprensorio del Tarvisiano, dove domenica prossima, dalle 11 alle 17, c’è appunto la quarta “Festa della Birra”. Per biglietti e ulteriori informazioni :

www.rifugiozacchi.it

.

I formaggi di Enemonzo

Dopo la stagionatura, avvenuta durante i mesi estivi nelle malghe della Carnia, in settembre i formaggi vengono portati a valle e venduti nei caseifici.  Questa tradizione centenaria viene festeggiata ad Enemonzo con la Mostra mercato del formaggio e della ricotta di malga, in programma anche in questo fine settimana del 15-16 settembre. Un’occasione per scoprire e degustare i formaggi d’alpeggio (il particolare formaggio salato Carnia e le ricotte affumicate) e per assaggiare il miglior formaggio e la migliore ricotta di malga decretati da un concorso che coinvolgerà anche i presenti, in una gara divertente e gustosa. Negli stand gastronomici, menu a base di formaggio, dall’antipasto al dolce. Musiche e danze folcloristiche rallegrano la festa, durante la quale è possibile seguire dal vivo le varie fasi della lavorazione del formaggio e curiosare fra i prodotti del mercatino dell’artigianato.

Per informazioni: info@carnia.it

 

.

Settembre sullo Zoncolan

Ultimo scampolo d’estate a tutto sport sullo Zoncolan. Bike, passeggiate, escursioni a cavallo, malghe: è questo il periodo ideale per godersi in tutta tranquillità la natura e i paesaggi di questa straordinaria montagna della Carnia, nelle Alpi del Friuli Venezia Giulia. Il “Kaiser”, così è stato soprannominato, vanta nelle recenti edizioni del Giro d’Italia arrivi di tappa che sono entrati nella storia del ciclismo ed è diventato la meta friulana più ambita dai ciclisti, che vi arrivano da tutto il mondo. La salita da Ovaro ai 1750 m della Sella Zoncolan, traguardo del Giro, è considerata la più dura di tutto l’arco alpino e d’Europa, ed è entrata nella leggenda. Chi non ha l’allenamento per poterla affrontare, può comodamente salire in quota da Sutrio (il paese – albergo noto per Borgo Soandri, l’accogliente albergo diffuso antesignano in Italia di questo genere di ospitalità) e affrontare uno dei 12 percorsi del Bike Park Zoncolan (tracciati con GPS e realizzati con il supporto tecnico di CarniaBike), scegliendo quello alla sua portata. In alto, un punto informativo, dove si trovano i gadget griffati Zoncolan, mappe e informazioni turistiche, e la possibilità di noleggiare E-bike e di fare escursioni guidate, rivolgendosi alla Baita Da Rico.
E proprio con le E-Bike sono organizzate delle escursioni guidate, con merenda a Malga Meleit (dove c’è punto di ricarica) e pranzo alla Baita Da Rico.

.

Nelle malghe a cavallo

Lo Zoncolan è punteggiato da malghe dove, da giugno a settembre, vengono portate le mandrie all’alpeggio e dove si possono acquistare saporiti e genuini formaggi. Fra le altre, sono raggiungibili con belle passeggiate le malghe Tamai, Agareit e Meleit e, sul versante di Ovaro, malga Pozof (a cui si arriva anche in auto), dove si può assistere alla lavorazione del formaggio e degustare piatti genuini a km zero. Altri percorsi più lunghi portano alle cime dei monti Tamai, Arvenis e Dauda. Sentieri ben segnalati, individuati in collaborazione con il Cai, portano alla scoperta dei trekking più belli, raccolti in una mappa a disposizione dei turisti. Chi ama i cavalli e l’equitazione, può fare splendide passeggiate a cavallo di varia durata ed impegno, organizzate in collaborazione con Randis Ranch di Piano d’Arta. Ultimo scampolo d’estate, dunque, da assaporare fra sport e natura, in attesa che la montagna si imbianchi e si aprano le piste: lo Zoncolan, infatti, è la principale area sciistica della Carnia e fra le più belle del Friuli Venezia Giulia.

 Per informazioni: Albergo Diffuso Borgo Soandri  Telefono 0433778921

www.albergodiffuso.org   –   info@albergodiffuso.org;

Facebook  >>    Pro Loco Sutrio    Telefono 0433778921

 www.prolocosutrio.com   –   prolocosutrio@libero.it

.

Torna la Festa della mela

Veramente molte sono le varietà di mela della Carnia: nel solo campo catalogo di Pradis di Enemonzo ne sono raccolte oltre 150 varietà, fra autoctone e no, portate fra questi monti nei tempi passati dagli emigranti di ritorno, dopo una vita di lavoro all’estero, alla loro terra. Ad esse e alla Mela Julia Dop Tolmezzo dedica la bella festa dei giorni 22 e 23 settembre, un invito a riscoprire un frutto semplice ma prezioso, da assaporare in purezza, ma anche utilizzato da sempre in Carnia per la preparazione di torte, per impreziosire pietanze a base di carne o ancora trasformarsi in bevanda, quale il delizioso sidro o il succo. Le mele sono protagoniste di golosi menu a tema giocati fra ricette dolci e salate, piatti tradizionali e nuove proposte e della grande Mostra mercato allestita da una cinquantina di produttori.

Per i bambini, laboratori all’interno del Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, parco giochi, fattorie didattiche

www.comune.tolmezzo.ud.it

—^—

In copertina, la bellissima Samira Lui che domani, sabato, aprirà la sfilata di Grado.

(Foto cortesemente concessa dal collega fotografo Valter Parisotto che ringraziamo)

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento