di Gi Elle

Ci sarà anche un Festival dedicato alla Ribolla gialla, vino in rapida ascesa nella nostra regione sia nella forma tradizionale “ferma” sia in quella spumantizzata, a Rauscedo, “capitale” mondiale delle barbatelle, dove è cominciato il conto alla rovescia per “Le Radici del Vino”, grande vetrina enologica e fiera della viticoltura d’eccellenza in agenda dall’11 al 14 ottobre prossimi, a conclusione dei grandi lavori della vendemmia.

Così, mentre oggi a Udine Friuli Doc – maxi-vetrina dell’agroalimentare, nella quale proprio il vino ha un ruolo trainante – sta vivendo la sua giornata conclusiva e più importante, appena “di là da l’Aghe”, in provincia di Pordenone, si lavora agli ultimi dettagli di questa manifestazione incentrata sul Vigneto Fvg.   E, pur mancando quasi un mese all’appuntamento, si annuncia già un ricco programma con mostra-mercato e momenti di approfondimento per addetti ai lavori, come anche eventi d’intrattenimento, sport e degustazioni rivolti a tutti.
.

La rassegna “Le Radici del Vino” si terrà a Rauscedo dall’11 al 14 ottobre.


.
In quei giorni di metà ottobre, il paese sulla riva destra del Tagliamento sarà pertanto ancora di più la “capitale” enologica del Friuli Venezia Giulia, visto che questo è l’unico territorio dove, soprattutto grazie alla cooperazione, la filiera del vino è presente in tutta la sua interezza, dai vivai con le barbatelle (le viti “bambine”) alla raccolta, vinificazione e imbottigliamento.   La kermesse è organizzata dall’associazione Le Radici del Vino assieme al Comune di San Giorgio della Richinvelda e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Friulovest Banca, nonché con la collaborazione di Confcooperative Pordenone.
.

Ecco un bell’appezzamento con le viti “bambine”. (Foto sito ufficiale Vivai Cooperativi Rauscedo)


.
Nell’attesa che a fine settembre gli organizzatori annuncino il programma ufficiale in tutti i suoi particolari, sono state comunicate però le prime importanti anticipazioni.   “Quest’anno – ha annunciato al riguardo il sindaco di San Giorgio della Richinvelda, Michele Leongli espositori iscritti alla Fiera dedicata alla viticoltura d’eccellenza hanno superato quelli della scorsa edizione: sono già oltre 50.   Vi sono anche aziende con proposte innovative, come per esempio l’utilizzo dei droni per il monitoraggio dei vigneti. E, sul fronte dei vini da degustare, stiamo apprestando uno speciale Festival della Ribolla gialla, concorso che premierà le migliori etichette del territorio.   Inoltre, arriveranno 120 vini da sette Paesi del mondo nati dalle uve di barbatelle originarie di Rauscedo: per loro sarà un ritorno a casa”.

Tra le altre novità della manifestazione di ottobre, il raddoppio degli spazi dedicati agli incontri di approfondimento, visto il successo di pubblico avutosi nelle scorse edizioni.   Inoltre, è stata confermata l’apprezzata “Arena del gusto” con il meglio dei sapori locali, oltre a diverse attività riservate ai bambini.

“Come Confcooperative Pordenone – ha aggiunto il presidente Luigi Piccoli – siamo felici di dare anche quest’anno il nostro supporto a questa importante manifestazione, sia con il convegno di sabato 13 ottobre con illustri relatori, che presto annunceremo, sia con varie cooperative nostre aderenti per ricordare come questo sia un territorio dove i valori cooperativi sono vivi e continuano ad alimentare un’economia attenta alle ricadute sociali.   Non a caso, abbiamo assegnato a San Giorgio della Richinvelda, primo paese in Italia a riceverlo, il titolo di Comune delle Cooperative”.
.

Dalle barbatelle al vigneto adulto: siamo sui Colli orientali del Friuli.


.
“Le Radici del Vino” è organizzato, come detto, dal Comune di San Giorgio della Richinvelda e dall’associazione omonima “Le Radici del Vino” con il sostegno della Regione Fvg e Friulovest Banca. Partner preziosi anche Confcooperative Pordenone e Onav Pordenone (Organizzazione nazionale assaggiatori vino).   Sostengono poi il progetto Vivai Cooperativi Rauscedo, Cantina Rauscedo, Circolo Agrario Friulano, Vitis Rauscedo, Cooperativa di Consumo di Rauscedo, I Magredi e altri partner locali.
.

IN BREVE

.
Wine Bus, da Grado all’Oro del Natisone

Il prossimo appuntamento con il Wine Bus è per giovedì 20 settembre con partenza dall’Infopoint di Grado (viale Dante Alighieri, 72) per intraprendere un viaggio alla scoperta dello zafferano biologico e il vino dei Colli orientali lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia.   Si parte alle 9 da Grado per arrivare alle 10 a Bottenicco, piccolo borgo rurale del Cividalese, a Villa de Claricini Dornpacher (metà XVII secolo), dove non è mai tramontata la passione per creare vini di qualità come ai tempi dei Conti Claricini.   E’ prevista la visita della Villa e della cantina storica con degustazione guidata di tre vini, ogni calice abbinato a un assaggio tipico friulano. Si prosegue il tour verso le Valli del Natisone, in un ambiente dove la tradizione ed il rispetto per la terra sono ancora valori essenziali e dove cresce lo zafferano biologico Oro del Natisone dell’azienda agricola Fiore del Natisone.   Qui si terrà una visita guidata per apprendere le varie fasi della produzione di questa pregiata spezia.   A seguire, alle 13.30, il Wine Bus porterà i passeggeri all’agriturismo Monte del Re per un laboratorio dello zafferano e show cooking a cura dello chef Susanna Sacchetti. Il tour si concluderà con la degustazione gourmet “Risotto allo zafferano bio con tempura di verdure dell’orto” abbinato ad un calice di Malvasia dell’azienda Conte d’Attimis-Maniago di Buttrio.   Infine, i passeggeri avranno la possibilità di acquistare il prodotto dell’azienda. Un’opportunità unica per fare un passo nella storia dei Conti de Claricini, degustare il vino dei Colli orientali del Friuli e scoprire il vero profumo dello zafferano.   Il prezzo del singolo Wine Bus è di 40 euro comprensivo di visite e degustazioni in due aziende, laboratorio dello zafferano, show cooking, assistente di viaggio, trasporto e Wine Bus Kit. Info e prenotazioni: info@vinoesapori.it / telefono +390432611401 / +393804725486.  Il progetto è realizzato da Vino e Sapori Fvg con la collaborazione di PromoTurismo Fvg e Movimento Turismo del Vino Fvg.
.

Video:  Col Wine Bus il 20 settembre da Grado si torna in collina.

Clicka per aprire il video

.
“Seduzioni di Refosco” in ottobre a Ramandolo
Mentre il dolce Ramandolo Docg, tradizionale e passito, sta registrando un grande successo a Friuli Doc, a Udine, nella piccola omonima frazione di Nimis, sulle pendici del monte Bernadia, si pensa anche ai vini rossi e in particolare al più importante di questa pregiata area dei Colli orientali del Friuli.   Si chiama infatti “Seduzioni di Refosco” la manifestazione organizzata per venerdì 12 ottobre, alle 20, dalla storica Osteria di Ramandolo.   In quella serata, il locale di Pietro Greco ospiterà infatti sei produttori per una degustazione dedicata al “Re Rosso”: una verticale di annate di Refosco dal peduncolo rosso prodotto esclusivamente a Nimis e a Tarcento per scoprire le varie sfumature e interpretazioni di questo vitigno nella parte più alta della famosa zona Doc. Queste le etichette proposte agli intenditori: “Orgoglio” 2015, Vini Belluzzo; “Re del Bosco” 2014, Gori Agricola; Refosco 2014, Dario Coos; Refosco dal peduncolo rosso 2013, La Roncaia; Refosco dal peduncolo rosso Riserva 2012, Anna Berra; Refosco dal peduncolo rosso Riserva, 2007, Feudo dei Gelsi.   Lo chef proporrà un menu intonato ai vini in degustazione.   Il costo è di 35 euro ed è richiesta la prenotazione al numero telefonico 0432790009.
Informazioni www.osteriadiramandolo.it – info@osteriadiramandolo.it
.

Alcuni grappoli di Refosco dal peduncolo rosso: daranno un vino molto pregiato.

—^—

In copertina, grappoli di Ribolla gialla: Rauscedo in ottobre dedicherà un Festival a questo grande (fermo o spumantizzato) vino friulano.

—^—

< N.d.R. Seguiteci su Twitter https://twitter.com/FriulivgC @FriulivgC >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento