di Gi Elle

Moriva poco meno di un anno fa (esattamente il primo ottobre) Pierluigi Cappello e proprio al ricordo del poeta friulano è dedicata questa nuova edizione, la 17ma, di “pordenonelegge”.   Ma sarà Rosella Postorino, neovincitrice del Premio Campiello 2018 con “Le assaggiatrici” (Feltrinelli), domani, 19 settembre, la protagonista della serata di apertura. Appuntamento alle 21 a Pordenone, nel convento di San Francesco, per un talk condotto dal direttore artistico di “pordenonelegge” Gian Mario Villalta.   Interverranno anche Matteo Zoppas, presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto, e Carlo Nordio, presidente della Giuria dei Letterati.    Rosella Postorino presenterà il suo libro anche in occasione del dialogo con Mariapia Veladiano in programma domenica 23 settembre (ore 15,30, auditorium Vendramini).   Conduttrice Chiara Valerio.
Anche quest’anno, dunque, “pordenonelegge” – come si legge in una nota – inaugura le sue serate nel segno di un gemellaggio letterario consolidato con il Premio Campiello.   Una partnership che si rinnova anche  per il Premio Campiello Giovani 2018: giovedì 20 settembre sempre nel convento di San Francesco i riflettori si accenderanno sui cinque finalisti: la vincitrice  Elettra Solignani con Alma Di Bello, Vincenzo Grasso, Alessio Gregori e Lorenzo Nardean.   In questo caso la conduzione è invece affidata alla scrittrice Federica Manzon, ospite speciale Mattia Conti.
La cerimonia di inaugurazione di “pordenonelegge 2018”, come dicevamo, è in programma domani, mercoledì, alle 18.30 al Teatro Verdi, con Susanna Tamaro, Francesca Archibugi, Gian Mario Villalta, Alessandro Fo e Federica Magro: l’omaggio appunto a Pierluigi Cappello prevede la presentazione in anteprima del libro “Un prato in pendio. Tutte le poesie1992 – 2017” (pagine 496, euro 16), edito da Bur Rizzoli, con le prefazioni di Gian Mario Villalta, Alessandro Fo ed Eraldo Affinati.   E del nuovo libro che Susanna Tamaro dedica al poeta friulano scomparso, “Il tuo sguardo illumina il mondo”, edito da Solferino.

“Merit Furlan da 35 anni premia i nostri valori”

“Un traguardo importante, questo dei 35 anni, per un evento che ha il merito di rafforzare lo spirito di appartenenza e i valori del popolo friulano”.

L’ha detto l’assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, in occasione della 35ma edizione del Premio Merit Furlan, organizzato dalla Comunità collinare del Friuli e dal Comune di Rive d’Arcano, in collaborazione con il Consorzio Pro loco Collinare.
Sono quattro le categorie riservate alle personalità ritenute meritevoli dalla commissione del Premio che ha esaminato le segnalazioni pervenute da enti locali, associazioni e privati.  Tra i premiati di quest’anno, come riconoscimento alla carriera, spicca il nome di Dino Zoff, portiere della nazionale di calcio vittoriosa al Mondiale del 1982.   Oltre all’ex numero uno azzurro, il premio è stato conferito anche a Silvana Schiavi Fachin (Studi e ricerche), Angelo Floramo (Cultura) ed Enzo Gandin (Emigrazione e solidarietà). Il profilo e lo spessore dei premiati, come ha sottolineato l’assessore, confermano il profondo significato della manifestazione, ovvero “quello di riaffermare le qualità morali e umane dei friulani, le stesse che hanno consentito a molti nostri conterranei di realizzarsi con successo nella professione, contribuendo così a veicolare il nome del Friuli nel mondo”. Barbara Zilli, infine, ha rimarcato come proprio in virtù dell’importanza e dello spessore acquisiti dal Premio “la Regione continuerà a essere vicina al Consorzio collinare in questa sua meritoria opera di promozione e valorizzazione del Friuli e dei friulani”.
.

L’assessore Barbara Zilli consegna il Premio a Silvana Schiavi Fachin. (Foto Regione Fvg)

Udine, domani riunione sul sostegno alla cultura

Domani, 19 settembre, si terrà a Udine un incontro finalizzato ad illustrare le caratteristiche di una serie di nuovi avvisi pubblici straordinari che la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Cultura Tiziana Gibelli, ha approvato nell’intento di dare continuità, anche nel 2018, alla promozione dell’attività e delle iniziative culturali, di cui in passato si occupavano le amministrazioni provinciali. L’incontro si terrà nella sede di piazzale Kolbe 4 dell’Università di Udine, con inizio alle 10.   “Siamo molto soddisfatti di aver organizzato un Infoday sulla linea contributiva straordinaria 2018 per attività culturali, perché esso offre la possibilità a tutti gli interessati di conoscere in modo dettagliato le caratteristiche degli avvisi e di richiedere tutte le informazioni per una corretta presentazione della domanda”, rileva l’assessore Gibelli, che interverrà all’incontro assieme a dirigenti e funzionari dei vari uffici regionali coinvolti.   “Si tratta di “un’iniziativa che si inserisce perfettamente nel concetto di “palazzo di vetro”, aperto a tutti”, aggiunge l’assessore, ringraziando il personale della Direzione cultura, che “con la consueta professionalità anche in questa occasione si mette a disposizione dei cittadini”.
Gli avvisi sono stati predisposti ai sensi della legge 16 del 2014 in materia di attività culturali e prevedono la concessione di contributi che possono arrivare fino al 100 per cento dei costi ritenuti ammissibili.   Tre di essi, rispettivamente nei settori dello spettacolo dal vivo (teatro, musica e danza), delle arti figurative, fotografia e multimedialità, e della divulgazione della cultura umanistica e scientifica (in cui possono rientrare anche la valorizzazione della cultura cinematografica e dell’audiovisivo), sono rivolti ai soggetti privati e a società cooperative.   Un quarto apre a tutti i settori delle attività culturali ed è destinato ai Comuni con popolazione inferiore ai 10 mila abitanti, i quali possono candidarsi per il sostegno a progetti non già finanziati nel 2018 dal Servizio attività culturali.

Servizio civile, c’è un incontro a Codroipo

Sono 14, di cui 4 al Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia, i posti per il Servizio Civile Nazionale nel territorio comunale di Codroipo.   Proprio per questo, Comune, Comitato e le due associazioni Il Mosaico e La Pannocchia hanno organizzato una serata informativa per domani, mercoledì, alle 18.30 nella sala conferenze della Biblioteca civica “Don Gilberto Pressacco”.  L’incontro è rivolto ai giovani dai 18 ai 28 anni di età per spiegare loro come presentare, entro il 28 settembre, la propria candidatura al Servizio, per il quale riceveranno un assegno mensile di 433,80 euro.
Le Pro loco del Friuli Venezia Giulia cercano, infatti, 50 giovani per un anno di servizio civile da dedicare al progetto “Il Patrimonio culturale materiale e immateriale del Friuli Venezia Giulia in immagini, suoni e parole online&offline” che punta principalmente a salvare, digitalizzandola, la tradizione orale delle leggende e delle storie che ruotano attorno a determinati eventi o luoghi, dalla letteratura alla poesia, dalla musica alle forme artistiche più varie. Il tutto anche in un’ottica di promozione turistica del territorio regionale.
Ecco le sedi e i numeri di posti del nuovo bando: Aquileia (2 posti), Avasinis Trasaghis – Pro loco Amici Di Avasinis (1), Aviano (2), Barcis – Consorzio Pro loco Dolomiti Friulane e Magredi (1), Buttrio – Pro loco Buri (1), Camino al Tagliamento – Pro loco Il Var (1), Casarsa della Delizia (3), Codroipo – Comitato regionale del Fvg Unpli (4), Colloredo di Monte Albano – Consorzio Pro loco Collinare (1), Cormòns – Pro loco Castrum Carmonis (2), Cimolais (1), Fogliano Redipuglia (3), Gemona – Pro loco Glemona (1), Gemona – Consorzio Pro loco Friuli Nord Est (1), Latisana (2), Manzano (1), Moggio Udinese – Pro loco Moggese (2), Monfalcone (1), Mortegliano – Pro loco Comunità di Mortegliano Lavariano e Chiasiellis (1), Mortegliano – Consorzio Pro loco Sericus (1), Porcia (1), Pordenone (1), Pozzuolo (1), Sacile (3), San Daniele (2), San Giorgio di Resia – Pro loco Val Resia (1), San Pietro al Natisone – Pro loco Nediške Doline – Valli del Natisone (2), San Vito al Tagliamento (1), Spilimbergo (2), Sutrio (1), Tramonti di Sopra (2),
Venzone (1).

Tutte le informazioni al riguardo dei posti Pro Loco su www.prolocoregionefvg.it

Casera Monte Rest: è riaperta la strada

“Le piste forestali sono necessarie a garantire l’accessibilità alle zone montane e a mantenere l’ambiente, permettendo in questo modo di svolgere attività agricole, turistiche e l’utilizzo del patrimonio boschivo.   L’auspicio è che, così come accade per la vicina Carinzia, anche da noi sia possibile utilizzare i finanziamenti europei per la manutenzione delle strade”. Lo ha detto l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier, intervenendo alla riapertura della strada di accesso alla Casera Monte Rest nel Comune di Tramonti di Sopra i cui lavori di ripristino, realizzati dal Servizio regionale di gestione territorio montano, bonifica e irrigazione, tramite le proprie maestranze in amministrazione diretta, si sono conclusi di recente.
Un intervento molto atteso, come ha sottolineato il sindaco Giacomo Urban, presente all’inaugurazione con il primo cittadino di Montereale Valcellina Igor Alzetta, considerando che la viabilità che permette di raggiungere dal passo di Monte Rest l’omonima malga a quota di 1500 metri era da molti anni intransitabile per gli automezzi a causa delle profonde erosioni del fondo e degli smottamenti delle scarpate causati da ripetute precipitazioni eccezionali.
L’assessore regionale ha voluto ringraziare il Servizio gestione territorio montano, bonifica e irrigazione che conta circa 150 operai suddivisi in 30 squadre attive su tutto il territorio montano del Friuli Venezia Giulia per la manutenzione della rete idrografica, dei versanti boscati instabili e della viabilità forestale e l’ispettorato forestale per l’impegno profuso e per il rilevante apporto che ha consentito di concludere l’opera: “servizi – ha evidenziato – di grande importanza senza i quali non sarebbe possibile garantire la gestione del sistema di accesso attraverso le piste forestali”.
Sui finanziamenti europei destinati alle manutenzioni, Zannier è stato chiaro.   “Le regole devono valere per tutti. Se, nella vicina Austria, le manutenzioni stradali possono contare su finanziamenti europei, anche qui da noi dovrebbe essere possibile utilizzare le risorse del Programma di sviluppo rurale (Psr)”. L’assessore ha poi rimarcato la necessità di “riscoprire il nostro territorio per avere prospettive di sviluppo; prospettive che saranno maggiori se guarderemo di più ai luoghi che sono ancora da sviluppare e se lo faremo in rete”.
La riapertura della strada consentirà al Comune di Tramonti di Sopra di realizzare i lavori di manutenzione straordinaria degli edifici della malga alta attraverso finanziamenti finalizzati sia alla ripresa dell’attività zootecnica sia alla promozione della fruizione turistica delle strutture.
Nel dettaglio l’intervento, che ha impegnato per 5 mesi una squadra di 4 operai del Servizio gestione territorio montano, bonifica e irrigazione, è consistito nel consolidamento del fondo stradale e delle scarpate, nella pavimentazione di alcuni tratti e nella realizzazione di opere di regimazione delle acque.   La conduzione del cantiere ha presentato alcune difficoltà, legate in particolare all’accessibilità problematica al sito, ai mezzi impiegati per l’approvvigionamento dei materiali e all’ambiente di alta quota; criticità che sono state affrontate e risolte dalle maestranze e dai tecnici regionali in virtù dell’esperienza pluriennale acquisita nella gestione di lavori di sistemazione idraulico forestale.   Per la realizzazione dell’intervento di manutenzione straordinaria sono stati impiegati materiali e noleggio di mezzi da cantiere per circa 48 mila euro.
.

L’assessore Stefano Zannier alla riapertura della strada. (Foto Regione Fvg)

—^—

In copertina, il poeta friulano Pierluigi Cappello. (Foto sito ufficiale “pordenonelegge 2018”)

     —^—

< N.d.R. Seguiteci su Twitter https:/twitter.com/FriulivgC@FriulivgC >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento