di Lant Ator

Ormai è autunno a tutti gli effetti. Non solo per la canonica data segnata sul calendario, raggiunta e superata, ma anche per le temperature fresche (e di notte anche di più) che hanno preso il posto di quelle bollenti di agosto e pure di una parte di settembre, mese che nessuno ricorda così caldo. Quindi autunno, che si legge anche come stagione dei raccolti. Infatti, mentre procede spedita la vendemmia – e che vendemmia! -, altri prodotti importanti arrivano in azienda. Citiamo soltanto due, emblematici per questo periodo: mele e patate.   Ma poi ci sono anche le zucche, coloratissime, folcloristiche, insomma belle da vedere.   Tre prodotti, cioè, che fanno proprio autunno.

Le mele, dopo la bella festa di domenica scorsa a Tolmezzo con le vecchie varietà della Carnia, vengono celebrate, attraverso la grande mostra Fvg di Pantianicco, piccola frazione di Mereto di Tomba. Le patate, invece, che fino a poche settimane fa hanno avuto i riflettori puntati nella vicina Godia, ora sono di scena a Ribis, nel Rojale, terra che per i tuberi è vocata.   Anche qui la mostra è a carattere regionale ed è diventata famosa, anche perché innestata sui tradizionali festeggiamenti che fanno perno sulla ricorrenza del “Perdon dal Rosari” fissata, come è noto, la prima domenica di ottobre.  E la zucca? Mah, in attesa di quella di Venzone (fra un mese), godiamoci pure la più piccola ma bellissima festa di Bagnaria Arsa che si sviluppa tutta in una domenica soltanto.   Ecco, allora, in dettaglio qualcosa di più per ciascuna delle tre rinomate manifestazioni che rallegrano appunto questo primo scorcio autunnale, dimostrando che in Friuli Venezia Giulia il programma festaiolo non vuole proprio finire. Semmai, si riduce un po’ ma le proposte non mancano mai.   E sono pure invitanti.

.

Le mele di Pantianicco

Ancora un soffio e la Mostra regionale della mela di Pantianicco avrà mezzo secolo.   Ma per ora accontentiamoci della 49ma edizione che, a cura della Pro loco, comincerà venerdì 28 settembre e si protrarrà, attraverso otto intensissime giornate, fino al 7 ottobre.   Dopo i successi ottenuti dallo stand allestito a Friuli Doc – lodatissimi i dolci, semplici ma buoni, a cominciare dalle frittelle col gustoso anello di mela -, Pantianicco annuncia una festa con i fiocchi. Si aprirà appunto venerdì, alle 16, con i tecnici impegnati a classificare le cassette di mele presentate al concorso: il loro compito non sarà facile (ma dipende dai punti di vista) perché l’annata è stata ottima sia in termini di qualità che di quantità (più di 300 mila quintali, tanto se consideriamo che la melicoltura è un settore ancora giovane in Fvg).   Finite le valutazioni, alle 18 ci sarà l’apertura della 49ma Mostra regionale, seguita, un’ora dopo, dalla inaugurazione della mostra “La mela: il pomo per tutte le stagioni – storia, leggende e curiosità intorno alla mela”, a cura di Patrizia Novajra.   L’inaugurazione ufficiale è però fissata per sabato, alle 18. La cerimonia sarà seguita da un convegno tecnico ovviamente sulla melicoltura e dalla premiazione delle migliori cassette. Ma ci sarà anche il 17° Concorso internazionale per il miglior succo, sidro e aceto di mele. Per domenica, soltanto un cenno alla 30ma Marcia tra i meli e alle 18.30 l’elezione di Miss Mela & Mr Melo 2018, selezione per i concorsi Alpe Adria.   Numerose, come sempre, le proposte collaterali, come la musica e il ballo, e quelle che piacciono tanto ai bambini. Poi si riprenderà mercoledì 3 ottobre: alle 20.30, in collaborazione con l’Associazione culturale Qui Pantianicco, incontro con don Leonardo Della Picca, vincitore del Premio “Pantianins tal Mond”.   Quindi da giovedì un crescendo di iniziative che porterà al gran finale di domenica 7. Info: www.prolocopantianicco.it

.

La melicoltura del Friuli Venezia Giulia è grande protagonista a Pantianicco.

.

Le patate di Ribis

Si annunciano tre intensi fine settimana a Ribis, la frazione più a sud di Reana del Rojale, dove si stanno curando gli ultimi dettagli affinché sabato 29 settembre sia tutto pronto alla perfezione per poter alzare il sipario, nella bella cornice di casa Lucis, sulla 39ma Mostra mercato regionale della patata.   Una sagra che si apre però con un velo di tristezza perché – come informa il sito ufficiale di “Chei da lis Patatis” – il paese è stato colpito da una grave perdita, tanto che gli organizzatori “ricordano con riconoscenza il padre del loro presidente Silvano Bertoni che ci ha lasciato da pochi giorni e che è stato uno dei tre “ideatori” della festa della patata, come proseguimento di quella del Rosario”.   La manifestazione si aprirà pertanto sabato prossimo, alle 18: nell’occasione, ci sarà il coro austriaco Mgv Tschwarzen di Feldkirchen, introdotto dal locale In dulci Jubilo.   Ma la cerimonia ufficiale si terrà come sempre l’indomani, domenica, alle 11, con la cerimonia di premiazione degli espositori e l’assegnazione del XXXIX Trofeo, presenti le autorità: si porrà l’accento su come è andata l’annata per i pataticoltori Fvg e in particolare per quelli del Rojale. Ballo al coperto tanto sabato che domenica.   E la cucina? Ottima come sempre: le brave cuoche di Ribis anche in questa occasione daranno il meglio per offrire ai sicuramente tanti visitatori gustosissimi piatti a base, ovviamente, di patate, come gli impareggiabili gnocchi fatti in casa.   Quindi, si riprenderà il sabato successivo, vigilia del “Perdon”: la Festa della Madonna sarà preceduta giovedì e venerdì da funzioni religiose alle 20.15.   Per ulteriori dettagli www.mostrapatatefvg.it

.

.

Le zucche di Bagnaria

Sarà una giornata tutta tinta di giallo, bianco, arancio, verde e rosso quella di domenica 30 settembre a Bagnaria Arsa, dove si terrà la 17ma “Festa della zucca”, organizzata dall’Associazione culturale ricreativa e sportiva “Le Vile”, presieduta da Fabio Tosoratti.   Si comincerà già alle 9.30 dando il via alla Grande Fiera della zucca con l’esposizione di una variegata produzione di cucurbitacee e l’apertura delle mostre, tra cui quella dei bambini delle scuole locali, di stand creativi a base di zucca, intagliatori (sempre bravissimi!) e di iniziative di solidarietà.   Da segnalare “Arcimbolday” con al lavoro gruppi di artisti che realizzeranno enormi mosaici con zucche, frutti, ortaggi, cereali… Dopo il pranzo con gli gnocchi di zucca e i prodotti tipici della campagna (ma da provare anche il frico e le frittelle di zucca), nel pomeriggio alle 16 occhi puntati sulla bilancia per la gara del peso della zucca: l’anno scorso quella mega aveva raggiunto la bellezza di 630 chili!   Al termine, premiazioni agli stand di zucche più creativi: zucca più grande, zucca più lunga, scultura di zucca più bella, migliore esposizione e così via.   Dalle 20 gran ballo conclusivo.   Ricordiamo che gli organizzatori invitano tutti i proprietari di zucche (tante o poche, grandi o piccole) a esporre i loro prodotti alla mostra.   Per altre informazioni, basta cliccare: festadellazucca.wordpress.com

.

Ecco alcuni esempi di zucca. Ma a Bagnaria ce ne saranno molti di più.

.

Tre belle manifestazioni autunnali, insomma, il cui invito è da prendere al volo anche perché le tre località – Pantianicco, Ribis e Bagnaria – sono comode da raggiungere.   Vi abbiamo offerto, ovviamente, soltanto alcuni cenni dei ricchi programmi.   Altri dettagli potrete ottenerli direttamente andando sui siti indicati.   Buon divertimento!

—^—

In copertina, cassette di mele esposte nello stand di Pantianicco a Friuli Doc.

—^—

< N.d.R. Seguiteci su Twitter https:/twitter.com/FriulivgC@FriulivgC >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento