di Gi Elle

Questa sera, venerdì, alle 20.30, mentre sulle Rive di Trieste si alza il sipario sulla 50ma Barcolana, nell’antica basilica di San Silvestro in Contrada dei Grigioni a due passi da piazza Unità d’Italia, e accanto al santuario di Santa Maria Maggiore, c’è un concerto, con ingresso libero, della “Camerata Potemkin”: protagonista il giovanissimo Ettore Pelaschiar. Saranno eseguiti il Concerto per clarinetto e orchestra numero 3 di Carl Philipp Stamitz, due Ouverture da opere ai più sconosciute, Acleste di Christopher Wilibald Gluck, Artaserse di Leonardo Vinci, e il Quartetto d’archi opera 42 di Joseph Haydn  “L’Imperatore”.   La Camerata è una formazione di una ventina di ragazzi tra i 14 e i 30 anni. che propone brani di musica classica.   Senza l’aiuto di nessun insegnante, l’orchestra è autonoma da qualsiasi istituzione e il repertorio, centrato principalmente sulla musica barocca, spazia anche nell’800.   Studente concertatore è Elia Grigolon. Questi tutti gli altri suoi componenti. Violini I: Vanja Zuliani, Lorenzo Petrachi, Rocco Ascone, Agnese Accurso; violini II: Daniel Longo, Simone Sette, Silvia Scandura; viole: Giovanni Dalle Aste, Alessio Bergamasco, Leonardo Ambrosino; violoncelli: Emanuele Ruzzier, Nicolò Bernes; contrabbasso Simone Lanzi; flauto a traverso: Manuel Chiappin, Nina Badin; oboe: Irene Fiorino; fagotto: Lorenzo Loberto; corni: Federico Lamba, Marco Cernecca; tromba:  Niccolò Zampiron; percussioni: Matilde Cragnolini.

I giovani concertisti al termine dell’esibizione di luglio; sotto, la basilica di San Silvestro.


.

Festa del “Rosario” con tanta bella musica

E, sempre a Trieste, nella sottostante chiesa della “Beata Vergine del Rosario” si celebra con grande solennità la festa patronale che ricorre la prima domenica di ottobre con tanta bella musica sia in liturgia sia in concerto. Nel contempo, ci sarà la conclusione dei festeggiamenti per il 650° anniversario del titolo di “cappella civica” di cui si fregia la chiesa di piazza Vecchia, retta da don Stefano Canonico. Dunque, il ricco programma si aprirà domani, alle 18, con il Vespero pontificale, mentre domenica, ricorrenza della Madonna del Rosario, alle 10.30 ci sarà la santa Messa pontificale celebrata da monsignor Guido Pozzo, arcivescovo segretario della pontificia commissione “Ecclesia Dei”. Sarà eseguita la “Missa Papae Marcelli” di Giovanni Pierluigi da Palestrina. Nel pomeriggio, alle 18.30, solenne processione presieduta da monsignor Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste. Saranno eseguiti “Ecce Sacerdos” e “Ave Maria” di Anton Bruckner. Infine, alle 20.30 concerto di musiche strumentali del ‘600 francese con opere di Charpentier, Lully, Marais e de Lalande. Orchestra, coro e solisti della Cappella musicale “Beata Vergine del Rosario” diretta dal maestro Elia Macrì. Al concerto ci sarà anche una ospite d’eccezione: l’arciduchessa Gabriella d’Asburgo-Lorena, sorella maggiore dell’arciduca Carlo. La chiesa di piazza Vecchia è infatti il punto di riferimento religioso per gli Asburgo a Trieste e la presenza dell’arciduchessa, che parteciperà anche alla processione solenne di domenica, vuol esprimere l’amicizia della Casa d’Austria.

.La statua della Madonna del Rosario che sarà al centro delle celebrazioni.


.

Domani e domenica riecco “Castelli Aperti”

Appuntamento domani e domenica con “Castelli Aperti – Visite individuali a castelli privati”, manifestazione organizzata dal Consorzio per la salvaguardia dei castelli storici del Friuli Venezia Giulia. Queste le residenze che apriranno domani, sabato, alle ore 15, 16, 17 e 18, e domenica alle ore 10, 11, 12 e 14, 15, 16, 17, 18: castello di Muggia, castello di Ahrensperg di Pulfero, castello di San Pietro di Ragogna, castello di Susans, Rocca Bernarda di Ipplis, palazzo Panigai Ovio di Pravisdomini, palazzo Steffaneo Roncato di Crauglio, castello di San Floriano del Collio, Centa di Joannis. Queste invece le residenze che apriranno solo domenica alle ore 10, 11, 12 e 14, 15, 16, 17, 18: castello di Villalta, castello di Spessa di Capriva, palazzo Romano di Manzano, palazzo d’Attimis Maniago di Maniago. Aperture straordinarie: caastello di Arcano, castello di Flambruzzo, castello Savorgnan di Brazzà di Brazzacco, casaforte La Brunelde di Fagagna, castello di Cordovado, palazzo Lantieri di Gorizia, Le visite guidate partiranno all’inizio di ogni ora indicata nei giorni fissati. Info: visite@consorziocastelli.it – www.consorziocastelli.it

Ecco uno dei castelli della nostra regione in una foto di Anja Cop (da Turismo Fvg)


.

Udine, ultimi giorni con “Casa Moderna”

E a Udine (quartiere fieristico a Torreano di Martignacco, vicino a Città Fiera) ultimi giorni con la Mostra della Casa Moderna, giunta alla 65ma edizione e che si concluderà domenica 7 ottobre. Casa Moderna – ricorda Udine Fiere – è un evento storico e sempre di grande richiamo perché nel tempo ha saputo adeguarsi alle novità, spesso anticiparle, con l’offerta più innovativa degli espositori selezionati. “Con una fidelizzazione degli espositori pari all’80%, Casa Moderna sa essere all’altezza delle aspettative per riconfermarsi appuntamento clou dell’abitare e lo fa prima di tutto esponendo le migliori soluzioni d’arredo per interni ed esterni e non solo”.
.

“Mare Nostrum” invita da oggi a Grado

La Pro loco di Grado ha organizzato la seconda edizione di “Mare Nostrum” che si terrà da oggi pomeriggio a domenica. Il Festival della Cultura del Mare ha come tema i Saperi e i Sapori della Tradizione graisana, che verranno esposti e rappresentati da una quarantina di operatori tra le piazze e le calli del centro storico in un importante spazio di  vetrina, mercato e mescita, dedicato alle aziende locali del comparto mare e agroalimentare dei territori limitrofi. Rievocazioni storiche, danza, teatro, manifestazioni faranno da corollario a questo fine settimana nel quale trovarsi e ritrovarsi… e per assaporare un grande itinerario fra le vie del “castrum” dedicato ai sapori della cucina tipica, al “boreto”, inconfondibile piatto gradese e i vini friulani: più di 50, fra espositori, ,ristoranti e osterie aderenti all’iniziativa proporranno una pietanza selezionata fra le tante ricette della tradizione. Sarà inoltre visibile la barca “Nettuno”, utilizzata da Pier Paolo Pasolini durante la lavorazione del film “Medea”, girato in parte tra gli isolotti della Laguna. Da non perdere, infine, i tour guidati, le affascinanti mostre (al Cinema Cristallo: “I casoni di Grado: storia e tradizione della vita in laguna”. Alla casa della Musica: “Il centro storico di Grado tra arte, architettura ed evoluzione urbanistica”) e gli incontri culinari (con Spyrus Theodoridis, Andy Luotto, Bruno Gambacorta, Fabrizio Nonis e altri) che caratterizzeranno questa nuova edizione del Festival..

Suggestiva immagine del mare di Grado nelle ore del tramonto: pare che pure il gabbiano si goda lo spettacolo.

.
.

A Palmanova la “Fiera di Santa Giustina”

Appuntamento da oggi a domenica, a Palmanova, con la grande “Fiera di Santa Giustina” che vede abbinata la manifestazione “Regioni di Gusto a Palmanova” con prodotti tipici provenienti da tutta l’Italia. Si tratta della festa patronale della città stellata che in piazza Grande – la più importante manifestazione dopo la riuscitissima Rievocazione storica di poco più di un mese fa – propone anche luna park, mercatini, appuntamenti con la cultura, nonché arte e musica. Insomma, tanti motivi per una puntatina nella sempre bellissima e ospitale fortezza veneziana. Informazioni: www.propalma.it.

Uno scorcio di piazza Grande a Palmanova con sullo sfondo il duomo dogale.


.

Il teatro in friulano domani sera a Buja

A Buja continua la Rassegna teatrale in lingua friulana. Domani 6 ottobre, alle 20.45, nella Casa della Gioventù, la Compagnia teatrale “Il Tomat” di Udine porterà in scena la commedia “Matrimoni & Patrimoni”. Gli appuntamenti successivi saranno il 20 ottobre (Drin e Delaide di Rivignano) e 3 novembre (Compagnia teatrale di Ragogna). La manifestazione è promossa e sostenuta dal Comune di Buja.
.

Pantianicco, gran finale per la mela

Verso il gran finale la Mostra regionale della mela di Pantianicco, che si concluderà domenica 7 ottobre. Dopo la serata musicale di oggi, domani, alle 21, segnaliamo la premiazione del concorso di dolci a base di mele e miele, quindi serata danzante. Domenica, infine, alle 10 mostra cinofila e alle 12.30 pranzo con la comunità di Pantianicco, alle 14 gara ciclistica, alle 15 intrattenimento per bambini e poi tanta musica, con ballo, fino a chiusura dei festeggiamenti. Quindi, arrivederci al 2019 per la Mostra del mezzo secolo. Info: www.prolocopantianicco.it

.Ultimi giorni per la mostra regionale della mela a Pantianicco.


.

“Perdon dal Rosari”, grande festa a Ribis

Secondo fine settimana a Ribis di Reana del Rojale, nella cornice di casa Lucis, con la 39ma Mostra mercato regionale della patata, organizzata dall’associazione “Chei da lis Patatis” guidata da Aldo Bertoni. Si riprenderà dunque domani, sabato, vigilia del “Perdon dal Rosari”, festa della Madonna che sarà preceduta anche stasera da una funzione religiosa, alle 20.15. mentre domenica alle 9 ci sarà la messa solenne in Santa Maria la Vecchia seguita dalla processione con la statua della Madonna del Rosario accompagnata dalla Banda di Reana. Per quanto riguarda gli appuntamenti della sagra, ricordiamo che domani sera ci sarà un intrattenimento musicale con Alvio e Elena, mentre domenica alle 17 la compagnia “Teatri di Pais” di Madonna di Buja presenterà “Altri che Fulminanz!”. In serata, ballo al coperto e quindi arrivederci al terzo e ultimo fine settimana. Per ulteriori dettagli: www.mostrapatatefvg.it

La mostra delle patate a Ribis e le brave cuoche della sagra all’opera.

.
.

Grande, Guerra, ricordo con le auto d’epoca

Il Club friulano veicoli d’epoca (Cfve) chiude in bellezza una stagione annuale con il tradizionale raduno “Colori d’autunno” che per il 2018 intende rendere omaggio ai Caduti della Grande Guerra nel centenario della fine del conflitto. Domenica 7 ottobre, presso la sede sociale di Remanzacco, alle 9.30, si ritroveranno una quarantina di esemplari di vetture e di moto d’epoca per recarsi sul monte Colovrat, in alta valle del Natisone, dove gli equipaggi faranno vista alle trincee della prima guerra mondiale per un ricordo e una doverosa riflessione sull’immane tragedia che travolse un’intera generazione di giovani italiani e austroungarici. Veicoli di varia produzione ed epoca, ma tutti rigorosamente conservati e iscritti Asi, animeranno il territorio delle valli del Natisone per una giornata all’insegna della sana amicizia saldata dalla comune passione per le “vecchie signore”. Il convivio dei gitanti si terrà in un tipico locale valligiano che proporrà un menù stagionale. Il presidente del club, Italo Zompicchiatti, ha in serbo per fine anno, nell’approssimarsi delle festività natalizie, alcune iniziative benefiche, tra cui una in collaborazione con i collezionisti della Carinzia che coinvolgerà la città di Cividale.

Le auto d’epoca saranno protagoniste domenica prossima sul monte Colovrat.


.

Veneto, distillati e caffè nelle Grapperie Aperte

Caffè e grappa, due abitudini da fine pasto tipicamente italiane, un binomio che invita a godere del lato slow della vita quotidiana, due elementi che conducono alla condivisione di momenti, di spazi, di gusti e di socialità. A questo abbinamento esclusivo e intrigante, l’Istituto nazionale grappa ha scelto di dedicare la 15ma giornata di Grapperie Aperte, la manifestazione che ogni anno coinvolge distillerie di tutta Italia con una apertura straordinaria degli impianti, visitabili dal pubblico. L’appuntamento è domenica 7 ottobre dalle 10 alle 18. Sei le regioni interessate: Alto Adige, Emilia Romagna, Lombardia, Valle d’Aosta, Veneto e Toscana. Il Veneto è presente con quattro Distillerie, di cui ben tre nella provincia di Vicenza e una in quella di Treviso. Nel Vicentino, si tratta della Fratelli Brunello di Montegalda, della Distilleria Li.Di.A. a Villaga e la Distilleria Poli a Schiavon. E’ in provincia di Treviso, invece, la quarta distilleria aperta, ovvero Castagner Roberto Acquaviti. Anche in questa occasione l’Ing rinnova l’invito a partecipare al contest fotografico su Facebook e Instagram legato alla manifestazione. Per partecipare sarà sufficiente pubblicare la foto sui social network utilizzando l’hashtag #nomegrapperia accanto a #grapperieaperte2018.
.

Conto alla rovescia per “Villa in Rosso”

Seconda edizione di “Villa in Rosso”, evento promosso a fine vendemmia dall’enoteca Tabogan di Cividale e che si terrà il 12 ottobre prossimo, dalle 17.30 alle 24, nella suggestiva cornice di villa de Claricini a Bottenicco di Moimacco. Si tratta di una degustazione di grandi vini rossi, autoctoni e nazionali, che già all’esordio ottenne un successo notevole. Il Friuli con i suoi vini tipici e internazionali si confronterà con il resto d’Italia per dimostrare che il nostro territorio non è vocato solo per i vini bianchi che l’hanno reso famoso nel mondo, spiega l’organizzatore Andrea Spataro cui va il merito di avere riunito per la prima volta in forma ufficiale le associazioni Schioppettino di Prepotto, Refosco di Faedis e Pinot nero.  Il confronto tra i produttori locali e il resto d’Italia appare avvincente in considerazione della partecipazione di grandi marchi nazionali. Non mancherà un’area food per meglio degustare i vini selezionati con una rappresentanza di ristoranti e produttori del Cividalese che proporranno le loro specialità. Il biglietto d’ingresso costa 35 euro e in prevendita 30 (Info, prenotazioni e prevendita al 340 6230594).

Una bella immagine di villa de Claricini a Bottenicco di Moimacco.


.
Le “Seduzioni di Refosco”  invitano a Ramandolo

A Ramandolo, piccola frazione di Nimis sulle pendici del monte Bernadia, si pensa a valorizzare anche i vini rossi (oltre al celebre omonimo Docg) e in particolare il più importante di questa pregiata area dei Colli orientali del Friuli.   Si chiama infatti “Seduzioni di Refosco” la manifestazione organizzata per venerdì 12 ottobre, alle 20, dalla storica Osteria di Ramandolo.   In quella serata, il locale di Pietro Greco ospiterà infatti sei produttori per una degustazione dedicata al “Re Rosso”: una verticale di annate di Refosco dal peduncolo rosso prodotto esclusivamente a Nimis e a Tarcento per scoprire le varie sfumature e interpretazioni di questo vitigno nella parte più alta della famosa zona Doc.   Queste le etichette proposte agli intenditori: “Orgoglio” 2015, Vini Belluzzo; “Re del Bosco” 2014, Gori Agricola; Refosco 2014, Dario Coos; Refosco dal peduncolo rosso 2013, La Roncaia; Refosco dal peduncolo rosso Riserva 2012, Anna Berra; Refosco dal peduncolo rosso Riserva, 2007, Feudo dei Gelsi.   Lo chef proporrà un menu intonato ai vini in degustazione.   Il costo è di 35 euro ed è richiesta la prenotazione al numero telefonico 0432790009.  Informazioni www.osteriadiramandolo.it – info@osteriadiramandolo.it.

Grappoli di Refosco ancora da vendemmiare sulle colline di Nimis e Ramandolo.


.

—^—

In copertina, ecco alcuni dei componenti della “Camerata Potemkin”.

—^—

< N.d.R. Seguiteci su Twitter https:/twitter.com/FriulivgC – @FriulivgC >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento