di Gi Elle

“A San Martino ogni mosto è vino”, dice il vecchio adagio. E così, da diversi anni ormai, è felice consuetudine in Friuli Venezia Giulia riproporre la replica autunnale della ben più consolidata e famosa edizione primaverile di fine maggio per assaggiare i “vini novelli”, nelle aziende che li producono, ma soprattutto per degustare (e comprare) le buone etichette che il Vigneto Fvg propone tutto l’anno.

Ecco, allora, un weekend di gustose iniziative che saranno proposte nelle cantine di tutto il territorio regionale per scoprire e apprezzare eccellenti vini e delizie gastronomiche. Degustazioni guidate dai produttori, abbinamenti cibo-vino, pranzi e cene con il Vignaiolo, piatti speciali saranno i protagonisti del grande evento “Cantine Aperte a San Martino” , organizzato per sabato 10 e domenica 11 novembre dal Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia, l’attivo sodalizio del “buon bere” guidato da tanti anni ormai da Elda Felluga.

Le cantine Fvg riaprono le loro porte.

Grazie alla collaborazione con Il Maggese Novalis, delicati panificati capaci di unire il desiderio di salute al piacere sensoriale, con Latteria di Venzone e Latte Carso, per scoprire i loro saporiti formaggi tipici, con Associazione Cuochi Udine in collaborazione con Del Torre, per sorprendenti esperienze di abbinamento cibo/vino e con “Oro di Ramandolo”, il tour enogastronomico tra colline e cantine della zona di Nimis previsto per sabato prossimo (di cui diremo più avanti), l’evento celebrerà nel migliore dei modi l’“Anno del Cibo Italiano”, declinato sui prodotti tipici della nostra regione.

Nelle due giornate dell’evento le cantine apriranno le loro porte dalle 10 alle 18 per visite e degustazioni, libere o su prenotazione. Alcune aziende organizzano anche cene e pranzi A Tavola con il vignaiolo, in cui l’enogastronomia viene proposta in menù caratteristici da degustare direttamente nelle cantine, negli agriturismi e nei ristoranti della regione. In molte cantine c sarà il “Piatto Cantine Aperte a San Martino”, ovvero interessanti proposte di abbinamento cibo/vino per arricchire ulteriormente le degustazioni.

I menù A Tavola con il Vignaiolo, l’elenco dei Piatti Cantine Aperte a San Martino, le esperienze proposte e tante altre informazioni per vivere al meglio Cantine Aperte a San Martino sono disponibili www.cantineaperte.info
Inoltre, sabato 10 novembre alle 11 a Villa Manin di Passariano ci saranno le premiazioni e l’inaugurazione della mostra della 19° edizione di Spirito di Vino. E per gli appassionati del vino di Trieste, domenica 11 novembre ritorna il Wine Bus Cantine Aperte a San Martino organizzato da Vino e Sapori Fvg (ne parliamo poi in dettaglio).

Ma ora ecco tutte le aziende che hanno aderito a “Cantine Aperte a San Martino”, suddivise per provincia:

Gorizia

Baroni Codelli – Mossa
Ca’ Ronesca – Dolegna Del Collio
Castello di Rubbia (Carso) – Savogna d’Isonzo
Castelvecchio – Sagrado
Crastin di Collarig Sergio – Dolegna Del Collio
Draga-Miklus – San Floriano del Collio
Ferruccio Sgubin – Dolegna del Collio
Fiegl – Gorizia
Graunar – San Floriano del Collio
Humar – San Floriano del Collio
Ivan Vogric – San Floriano del Collio
Komjanc Alessio – San Floriano del Collio
Livio Felluga – Cormons
Pascolo Alessandro – Dolegna del Collio
Puiatti – Romans d’Isonzo
Tenuta Borgo Conventi – Farra d’Isonzo
Tenuta Villanova – Farra d’Isonzo
Vigneti Conte – Monfalcone
Villa Russiz – Capriva

 

Pordenone

Bulfon – Valeriano
Fossa Mala – Fiume Veneto
I Magredi – San Giorgio della Richinvelda
Pitars – San Martino al Tagliamento
Principi di Porcia Castello – Porcia
Principi di Porcia e Brugnera – Azzano Decimo
Vini San Giorgio – San Giorgio della Richinvelda
Vistorta – Sacile

 

Trieste

Parovel – San Dorligo della Valle

 

Udine

Accordini – Faedis
Alessio Dorigo – Premariacco
Azienda Del Poggio – Fagagna
Battista II Di Lorenzonetto Mauro – Latisana
Colle Villano – Faedis
Colli di Poianis – Prepotto
Comelli Paolino – Faedis
Conte d’Attimis-Maniago – Buttrio
Dario Coos – Nimis
De Claricini – Moimacco
Di Lenardo – Gonars
Dri Giovanni-Il Roncat – Nimis
Ermacora – Premariacco
Ferrin Paolo – Camino al Tagliamento
Gigante Wine & Welcome – Corno di Rosazzo
Gildo – Cividale
Isola Augusta – Palazzolo dello Stella
La Magnolia – Cividale
La Tinaja – Martignacco
Le Due Torri – Corno Di Rosazzo
Livon – San Giovanni al Natisone
Luca Fedele – Corno di Rosazzo
Marinig – Prepotto
Mont’albano Agricola – Povoletto
Pizzulin Denis – Prepotto
Pontoni Flavio – Buttrio
Reguta – Pocenia
Rocca Bernarda – Premariacco
Rodaro Paolo – Cividale
Ronchi San Giuseppe – Cividale
Ronco dei Pini – Prepotto
Scubla – Premariacco
Luigi de Puppi – Moimacco
Stanig – Prepotto
Tenimenti Civa – Povoletto
Tonutti Vini e Vigneti – Tavagnacco
Vigne del Malina – Remanzacco
Vigneti Pietro Pittaro – Codroipo
Villa Vitas – Cervignano

I vini saranno di nuovo i grandi protagonisti.

 

Le più belle vignette
di “Spirito di Vino”

Sabato 10 novembre, alle 11, nella sala espositiva, Esedra di Levante, a Villa Manin di Passariano, i componenti della giuria e le autorità proclameranno i vincitori della 19° edizione del concorso internazionale di illustrazioni satiriche “Spirito di Vino”, organizzato annualmente dal Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia. La scelta di affidare un messaggio sul vino all’espressione pungente della satira è ciò che contraddistingue da sempre questo concorso. Un’originale e accattivante sfida lanciata ogni anno in tutto il mondo, in cui il tema del vino si rivela un elemento culturale in grado di essere spunto infinito di inedite creazioni. In questi 19 anni “Spirito di Vino” è diventato un punto di riferimento per aspiranti vignettisti e professionisti già affermati, acquisendo un respiro sempre più ampio e raccogliendo oltre 9.000 vignette provenienti da oltre 50 paesi del mondo.

Ecco i vignettisti premiati nella scorsa edizione con la presidente Mtv Fvg Elda Felluga.

L’arduo compito di selezionare le opere per la fase finale e decretare i vincitori è stato svolto da una giuria d’eccezione, capitanata dal presidente in carica Alfio Krancic e dal presidente onorario Giorgio Forattini, dai vignettisti Emilio Giannelli e Valerio Marini e da nomi illustri del giornalismo e grafica quali Gianluigi Colin, Franz Botré ed Enzo Rizzo, Carlo Cambi, Paolo Marchi, Aldo Colonetti, Fede & Tinto, Francesco Salvi e da Elda Felluga (presidente Mtv Fvg). I membri della giuria si sono ritrovati a Milano nella Sala della Satira all’interno del Ristornate Rigolo, storico locale vicino al Corriere della Sera, dove sono esposte alcune delle più belle vignette di “Spirito di Vino”.

Un simpatico momento di relax per tre componenti della giuria.

Per festeggiare un traguardo così importante, quest’anno le premiazioni e la mostra saranno ospitate nella prestigiosa cornice di Villa Manin, grazie all’ospitalità dell’Erpac – Ente Regionale per il Patrimonio Culturale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Fino al 6 gennaio 2019 (da martedì a venerdì dalle 15 alle 18, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18) nella sala espositiva della Villa verrà ospitata la mostra della 19a edizione di “Spirito di Vino”.

 

E da Trieste domenica
partirà il Wine Bus

Il prossimo appuntamento con il Wine Bus è per domenica 11 novembre in occasione di “Cantine Aperte a San Martino” con partenza dall’Infopoint di Trieste (Piazza Unità, 4b). Si partirà alle 9.30 dal capoluogo regionale per arrivare alle 11 a Nimis, la località dove si trova la prima cantina che accoglierà gli ospiti, Dario Coos, un posto unico non solo per il panorama ma anche per il suo microclima, che garantisce uve sane ed asciutte, per un appassimento naturale dei grappoli. Sono previste la visita in cantina e una degustazione guidata, dedicata ai passeggeri del Wine Bus, in cui si sveleranno aneddoti storici e abbinamenti sulla prima Docg del Friuli Venezia Giulia, quella appunto del dolce “Ramandolo”. A seguire, alle 13, i passeggeri del Wine Bus saranno ospiti in un’atmosfera accogliente, all’agriturismo Tonutti di Adegliacco, per una visita in cantina con degustazione guidata di 4 vini accompagnati dal Piatto Cantine Aperte a San Martino. Nel pomeriggio, prosegue il tour verso Corno di Rosazzo per visitare l’azienda Gigante Wine & Welcome, dal 1957 sulle colline della Rocca Bernarda. Una passione per il vino che è diventata una realtà, affermata a livello nazionale e internazionale, di vini territoriali e di qualità. Con il Wine Bus potrà dunque essere vissuta questa giornata in tutta tranquillità e sicurezza senza pensare alla guida.

Prima tappa del Wine Bus a Nimis: qui in una precedente visita alla cantina I Comelli.

 

 

“Oro di Ramandolo”
è conto alla rovescia

Conto alla rovescia, nel Comune di Nimis, per “Oro di Ramandolo”, l’invitante tour enogastronomico che i produttori del celeberrimo vino Docg, coordinati dal Consorzio tutela vini Colli orientali e Ramandolo, in collaborazione con la Pro Torlano e con il sostegno di CiviBank, hanno organizzato per sabato 10 novembre, tra colline e cantine ubicate a Nimis e nelle frazioni di Ramandolo e Cergneu. Tre cantine (I Comelli, Dario Coos e La Roncaia), la Osteria di Ramandolo e la country-house Ramandolo Club, sono le cinque “location” che ospiteranno quindici ristoratori, altrettanti vignaioli ed una ventina di “artigiani del gusto”. Protagonisti, in abbinamento a gustosi assaggi (piatti di stagione e prodotti di territorio), il Ramandolo e gli altri pregiati vini bianchi e rossi prodotti in zona. In ogni location è prevista la colonna sonora con musica dal vivo.

Ecco il Ramandolo Docg: ha il colore dell’oro antico.


Gli spostamenti di tappa in tappa verranno assicurati dai pulmini messi a disposizione dall’organizzazione; le autovetture dovranno essere parcheggiate in via Valle a Nimis (cantina “I Comelli”) dove funzionerà la reception e dove, a partire dalle 11.30, si potrà ritirare “pass”, bicchiere e programma-menu. L’aperitivo – bollicine del territorio, fra cui la Ribolla gialla – verrà abbinato alle eccellenze dell’agroalimentare friulano, a cominciare dai prosciutti di San Daniele e di Sauris. Non mancherà una selezione di formaggi abbinati a due rossi “ospiti”: il Refosco di Faedis e lo Schioppettino di Prepotto. Il gran finale sarà ospitato nella tappa di partenza (dai Comelli) con il buffet dei dolci, il “banco d’assaggio” con il Ramandolo Docg di tutti i produttori aderenti alla manifestazione, la celebre Grappa di Ramandolo della distilleria Ceschia e il Caffè Illy. Ulteriori informazioni sono disponibili in internet www.orodiramandolo.it, sulla pagina Facebook Oro di Ramandolo oppure telefonando al numero 3384656394.

—^—

In copertina, allegra tavolata a Cantine Aperte.

—^—

< N.d.R. Seguiteci su Twitter https:/twitter.com/FriulivgC – @FriulivgC >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento