di Gi Elle

Grado e Aquileia hanno tante cose belle e importanti da mostrare. Ma potranno essere riconosciute e memorizzate anche come le “città dei presepi”: ne saranno allestiti, infatti, oltre 200 all’ombra delle basiliche patriarcali per le imminenti festività. A Grado, in particolare, tradizione marinara e celebrazioni si intrecceranno tanto da dare vita da sabato 8 dicembre, Immacolata, a domenica 6 gennaio, Epifania, a un’invitante “Isola del Natale” con  tante iniziative ed intrattenimenti per ogni età che per quasi un mese animeranno l’intera località turistica durante le feste di fine anno e inizio 2019, offrendo tanti motivi d’interesse agli ospiti – molti quelli di lingua tedesca, soprattutto austriaci – che scelgono questo periodo se non altro per un rigenerante weekend.

Quindi, riassumendo: presepi, spettacoli, animazioni e laboratori per i bambini, visite guidate, concerti e terza edizione invernale del Festival degli Artisti di strada. E’ questo quanto propone il Comune di Grado in collaborazione con le associazioni locali. Ma prima di passare ai dettagli ecco una notizia importante di carattere pratico, che sarà sicuramente bene accolta dagli automobilisti: proprio ieri la giunta municipale ha deliberato la gratuità di tutti i parcheggi ad esclusione di quelli della zona “rossa” (l’area del porto) per il periodo 1 dicembre – 6 gennaio. Ma andiamo con ordine.

Quanti presepi! – L’8 dicembre si inaugurerà la seconda edizione della rassegna “Presepi a Grado e Aquileia”, considerato il successo di pubblico della prima esposizione “diffusa” sui territori dei due Comuni, raccontano Matteo Polo, assessore al turismo di Grado, e Alviano Scarel, collega alla cultura di Aquileia. L’esperienza sarà replicata anche per questa edizione, che supererà quindi le 200 installazioni, dalle più classiche alle più originali, provenienti da diverse regioni italiane ma anche dall’estero. A Grado le opere saranno esposte al palazzo dei Congressi e in centro storico; ad Aquileia nelle vie cittadine e parte a palazzo Miezlik. Come di consueto, il Comune isolano offrirà visite guidate gratuite che consentiranno di ammirare i presepi della città e scoprire le bellezze del centro storico accompagnati dai tradizionali zampognari.

Il tradizionale presepe allestito in campo dei Patriarchi.

Voci di Natale – Sempre l’8 dicembre, alle 20.45, nel palazzo regionale dei Congressi si terrà il primo degli appuntamenti musicali in programma. Si tratta dello spettacolo “Voci di Natale”, una nuova produzione “made in Grado” ideata da Roberto Tomasini e Luca Corbatto con l’organizzazione di Sogit e la direzione musicale di Francesco Contadini, noto compositore, produttore e remixer che vanta collaborazioni con artisti come Jovanotti, Zucchero, 883, Nek, Elisa, Anastacia.

Bambini protagonisti – Il programma di “Grado isola del Natale” proseguirà nelle giornate successive con tanti appuntamenti rivolti ai bambini, dalle letture e laboratori in Biblioteca ai giochi ed incontri creativi proposti dalla Ludoteca, agli svariati spettacoli e animazioni, sempre all’insegna del divertimento. I Giardini Oransz dall’8 dicembre ospiteranno, inoltre, il sempre amato Luna Park con giostre, attrazioni e chioschi che si fermeranno sino al 6 gennaio, festa dell’Epifania.

Pattini sul ghiaccio – A grande richiesta ci sarà nuovamente la pista di pattinaggio sul ghiaccio, che verrà collocata nella scenografica cornice del lungomare Nazario Sauro confermandosi come la più grande pista di pattinaggio affacciata sul mare della nostra regione.

Luci e tradizioni – Tra gli appuntamenti più significativi il Grado Heritage 452, la rievocazione storica dell’antica isola di Grado, che domenica 9 dicembre animerà il “castrum” tra luci e suoni, spettacoli, gastronomia e tradizioni gradesi, anticipata dal suggestivo spettacolo di luce “Lux Antiqua” sabato 8 dicembre in campo Patriarca Elia.

Dai Beatles a De Andrè – Il 13 dicembre ancora musica all’auditorium Biagio Marin con il concerto “Beatles live show” proposto dall’assessorato alla Cultura, mentre il 29 dicembre al palazzo dei Congressi ci sarà “Saudade De Andrè”, le canzoni del grande Fabrizio rivisitate in chiave brasiliana con Leila Nunes e Paolo Papalini del duo Chorobodò, Riccardo Skarabot, Andrej Pirjevec, Sergio Giangaspero, Sebastiano Crepaldi. Entrambi i concerti saranno ad ingresso libero.

C’è anche Natalino – In piazza Biagio Marin saranno, invece, proposti due spettacoli dedicati ai bambini, sabato 22 dicembre “Il Natale di Natalino” e giovedì 3 gennaio “R-Evolution Clown & Bubble Show”.

Babbo Natale dal mare – Il 23 dicembre alle 20.45, ancora all’auditorium Biagio Marin, appuntamento con il tradizionale “Concerto di Natale”, a cura della Banda civica “Città di Grado”, mentre la Vigilia di Natale, alle 17.30, per la gioia di tutti i bimbi, nel porto Mandracchio Babbo Natale arriverà direttamente dal mare con la tipica “batela” (grazie alle associazioni Grado Voga, Sogit e Admo) e giungerà in piazza Biagio Marin, davanti al municipio, per lo spettacolo dei mangiafuoco.

Ecco il porto di Grado e piazza Biagio Marin.

Marcia e concerto –  Il 26 dicembre, appuntamenti per tutti i gusti: si comincia alle 11 al parco delle Rose con la “Marcia del panettone”, una corsa non competitiva di 6/12 o 21 chilometri, con la novità “Corsa con Fido – corri con il tuo amico a quattro zampe”, alle 16.30 n basilica si terrà il tradizionale Concerto di Santo Stefano a cura della Corale Città di Grado.

Atleta dell’anno – A chiudere la giornata alle 20.30, nel palazzo regionale dei Congressi, si terrà il Premio “Atleta dell’anno” e a seguire il concerto “Musique Boutique, lounge live project”, le più famose canzoni italiane e internazionali in versione swing, bossanova, smooth jazz e smooth funk a cura di Supersonic Studio.

Artisti di strada – Ma non è finita. Giovedì 27 e venerdì 28 dicembre, infatti, tra le calli e i campielli del centro storico dalle 14 alle 20 ad attrarre grandi e piccini ci penseranno gli incantevoli artisti del Festival Internazionale degli Artisti di strada curato dalla Compagnia del Carro di Staranzano: giungeranno a Grado da tutta Italia e anche dall’estero oltre trenta artisti tra maghi, cantastorie, musicisti, giocolieri, acrobati, 3d painting, madonnari e molto altro ancora.

San Silvestro in piazza – Il 31 dicembre, San Silvestro, tutti in piazza Marin per la grande festa di fine anno con “Cindy and The Rock History” in concerto e dj set, a cura di Sogit e Admo.

Capodanno in musica – Immancabile, poi, il concerto del primo gennaio che si terrà al Palacongressi alle 17: la Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”, di Trieste, diretta dal maestro Massimo Belli, con i violinisti Lucio Degani e Giada Visentin, proporrà un avvincente programma dal titolo “Capodanno in Europa”.

Varvuole  sulle batele – Il 5 gennaio, invece, occhi puntati verso il mare, in attesa dello sbarco delle Varvuole, le leggendarie streghe della tradizione gradese, che sbarcheranno in porto a bordo delle “batele”.

Festa della Solidarietà – Il Natale a Grado si concluderà domenica 6 gennaio, Epifania, con la Festa della solidarietà, il tradizionale appuntamento benefico organizzato dalla Sogit. Il programma dettagliato su www.grado.info

Artista di strada che dà spettacolo in campo dei Patriarchi.

.
—^—

In copertina, il lungomare di Grado a stagione finita.

—^—

< N.d.R. Seguiteci su Twitter https:/twitter.com/FriulivgC – @FriulivgC >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento