di Gi Elle

Ci separano poco meno di due mesi da Barcolana 50, ma l’eco della grande manifestazione che ha proiettato Trieste sulla scena internazionale non si è ancora spenta. L’ha dimostrato la consegna ufficiale del Trofeo spettante al vincitore assoluto avvenuta in un clima di grande entusiasmo tra equipaggio e sponsor, in particolare la friulana CiviBank. E’ stata la Barcolana dei record la 50ma edizione disputatasi il 14 ottobre scorso nel golfo di Trieste: record di iscritti e miglior tempo di sempre fatto segnare dell’imbarcazione vincitrice. Il team dei fratelli Furio e Gabriele Benussi con “Spirit of Portopiccolo” ha compiuto infatti nuovamente una grande impresa alla Coppa d’Autunno giunta al mezzo secolo di vita, senza contare le altre regate vinte come la Coppa Bernetti e la Venice Hospitality Challenge prima e dopo la grande regata triestina. I rappresentanti degli sponsor della competitiva imbarcazione si sono stretti al team Benussi per festeggiare il ritiro dell’ambito Trofeo alla presenza del sindaco Roberto Di Piazza che pure lui ha partecipato all’impresa velica. Per CiviBank c’era invece il responsabile della Comunicazione Sergio Paroni. Naturalmente, la circostanza è servita per gettare le basi della partecipazione nel 2019 alla 51ma Barcolana, come sempre la seconda domenica di ottobre.

Sergio Paroni di CiviBank e Furio Benussi col trofeo conquistato con “Spirit of Portopiccolo”.

 

Trieste, tesoro sconosciuto
in un Palazzo da scoprire

E’ un bellissimo dipinto a olio di Bernardino Luini, artista di spicco della scuola lombarda profondamente influenzato dalla pittura di Leonardo da Vinci, il “tesoro sconosciuto” protagonista di una mostra che per la prima volta ha visto aprirsi il palazzo della Regione, a Trieste, come sede museale appositamente progettata per ospitare un’opera del patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia. La mostra “Un tesoro sconosciuto in un Palazzo da scoprire” è stata infatti inaugurata ieri mattina nel palazzo della Regione Fvg in piazza dell’Unità d’Italia 1, alla presenza del governatore Massimiliano Fedriga e dell’assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli. Con la mostra – organizzata da Erpac-Ente regionale per il patrimonio culturale della Regione Fvg in collaborazione con il Museo Diocesano e l’Arcidiocesi di Udine, con il sostegno di Fondazione CRTrieste, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e Fondazione Friuli – la Regione intende valorizzare il patrimonio culturale meno conosciuto ed esporlo in sedi istituzionali prestigiose.

 

I sapori di Collio e Friuli
applauditi in Giordania

Il maître goriziano Maurizio Dall’Osto, della Tavernetta al Castello di Capriva del Friuli, e il collega Nunzio Buglione, dell’Hotel Laguna Palace di Bibione, della sezione di Udine dell’Amira (Associazione maîtres italiani ristoranti ed alberghi), hanno partecipato in Giordania alla Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Tale manifestazione è stata organizzata dall’Ambasciata italiana ad Amman in collaborazione con Agenzia Ice di Amman, Jordan Hotel Association, Ammon Applied University College of Hospitality and Tourism Education (Aauc) e Royal Academy of Culinary Arts.
Tra gli appuntamenti, i due maîtres sono stati impegnati in due seminari sulla formazione del Responsabile di Sala Food&Beverage, nella preparazione di alcune ricette tipiche della tradizione italiana e nell’illustrazione della tecnica del flambé. Maurizio Dall’Osto, già insignito del premio di Miglior Maître di Sala dell’Alpe Adria della Guida Magnar Ben 2016 – Best Restaurants, Wines & Food of Alpe Adria, ha preparato, alla presenza di un folto pubblico e delle maggiori reti televisive giordane, alcuni piatti tipici friulani come il “toc in braide”, il frico e l’orzotto con la Rosa di Gorizia. L’Ambasciata d’Italia ad Amman ha aderito alla campagna di solidarietà Pasta al Pesto Day promossa dalla Regione Liguria e dal Comune di Genova, attraverso una giornata dedicata alla famosa salsa ligure, che è stata preparata dal maître Nunzio Buglione assieme ai ragazzi iracheni del progetto di ristorazione Mar Yousef di Amman.
Durante la sua dimostrazione, il maître Dall’Osto ha avuto modo di presentare le peculiarità gastronomiche del Goriziano, i vini del Collio e i prodotti locali, mentre il collega Buglione ha divulgato e promosso la manifestazione “Le donne nell’arte del flambè” che si terrà a Grado nella prossima primavera. Per la loro competenza e la qualità dei risultati ottenuti nell’attività di formazione e ristorazione i due maîtres friulani hanno ricevuto i complimenti dell’ambasciatore italiano ad Amman, Fabio Cassese.

Nunzio Buglione, Maurizio Dall’Osto e l’ambasciatore Fabio Cassese.

 

Aci Sport, Sonia Borghese
nuova fiduciaria in Fvg

Per la prima volta una donna al vertice dell’automobilismo regionale. E’ l’avvocato Sonia Borghese, 50enne originaria e residente a San Pietro al Natisone, la nuova fiduciaria Aci  Sport del Friuli Venezia Giulia. Fin da giovanissima ha frequentato il mondo dei motori come ufficiale di gara, verificatore sportivo, commissario di percorso e commissario sportivo kart. Inoltre, da molti anni è navigatore in gare di rally su auto moderne e storiche, spesso a fianco del marito pilota Pietro Corredig, veterano dell’automobilismo agonistico. Proprio quest’anno la coppia è giunta terza in classifica nel campionato europeo rally storici. Ma la neo fiduciaria è stata co-pilota anche di altri grandi nomi del rallysmo come Gianni Marchiol, Claudio De Cecco, Franco Leoni, Andrea Poli, Rino Muradore, per citarne alcuni, con cui ha vinto varie competizioni.
Sonia Borghese succede al triestino Corrado Ughetti, recentemente dimessosi dall’incarico, su proposta della presidente della delegazione regionale degli Aci Cristina Pagliara. Intervistata da un organo di stampa specializzato, la neo-fiduciaria ha annunciato che intende muoversi per gradi analizzando il contesto generale e puntando sul coinvolgimento di tutti gli addetti ai lavori e praticanti le varie discipline. Inoltre, è sua intenzione promuovere ulteriormente lo sport automobilistico fra i giovani agendo attraverso le scuderie operanti in regione.

Sonia Borghese e Pietro Corredig con il trofeo Fia.

Libero Sport, festa
stasera a Tarcento

“Le eccellenze sportive del nostro territorio si raccontano…” è il titolo dell’incontro che si terrà questa sera, martedì 4 dicembre, alle 20, in sala Margherita a Tarcento, a cura di Libero Sport emozione e natura con il sostegno dei Comuni di Tarcento e Nimis, nonché con la collaborazione di Sportland. Sottotitolo della manifestazione “Le Associazioni del territorio: valorizziamole – Presentazione delle date Libero Sport 2019”. Dalle 20.30 la manifestazione in diretta su Telefriuli nell’ambito del programma “Lo Scrigno” con la partecipazione di Bruno Pizzul. Per ulteriori dettagli: www.liberosport.fvg.it, info@liberosport.fvg.it, liberosport.fvg

 

Col Wine Bus a conoscere
lo zafferano del Natisone

Il prossimo appuntamento con il Wine Bus è per venerdì 7 dicembre con partenza dall’Infopoint di Trieste (via dell’Orologio 1, angolo Piazza Unità d’Italia), alle 16, e dall’Infopoint di Udine alle 17 per arrivare alle 17.30 a Clenia, nelle Valli del Natisone, in un ambiente puro e incontaminato, dove la tradizione e il rispetto per la terra sono ancora un valore essenziale, terreno fertile per la crescita dello zafferano biologico “Oro del Natisone”. Il Wine Bus accompagnerà i partecipanti all’agriturismo Monte del Re per un laboratorio sensoriale dedicato a questa preziosa spezia a cura di Andrea Tanda, agronomo e proprietario dell’azienda agricola Fiore del Natisone. La degustazione di vini sarà guidata da Giovanni Munisso. Una cena all’insegna di autentiche emozioni per il palato: Orzotto allo Zafferano e al “Saporito delle Valli” con Friulano di Rocca Bernarda Doc Friuli Colli orientali 2016, Gnocchi di zucca al cucchiaio, zafferano e i suoi fiori con Speck croccante con Traminer aromatico di Castelvecchio Doc Carso 2016,  Gubana delle Valli del Natisone con Ramandolo “Il Longhino” di Dario Coos Docg Ramandolo 2015. Il rientro a Udine è previsto alle 21.30 e a Trieste alle 22.30. Il prezzo del singolo Wine Bus è di 50 euro.

La preparazione del risotto con lo zafferano delle Valli.

 

Il caffè a Trieste
ricorda San Nicolò

Nuovo appuntamento con il caffè a Trieste.  L’associazione Museo del Caffè di Trieste (aMDC), guidata da Gianni Pistrini, ha infatti promosso il terzo cenacolo dell’anno 2018/19 che si terrà giovedì 6 dicembre, alle 17, nella sala San Giusto dell’hotel Savoia Excelsior Palace di riva del Mandracchio,4. E’ in programma la  conferenza del ciclo “Parole, colori, odori, sapori: San Nicolò porta sacchi pieni di chicchi di caffè per piccoli e grandi, dal gioco alla scienza”. Relatori: Ferruccio But, del gruppo “Immagine-Mini Mu” di Trieste, e Pietro Aloisio, di “asSenso” di Pordenone. Seguirà una degustazione di caffè.

Caffè sempre protagonista a Trieste.

 

Aiuto alle popolazioni
colpite dall’alluvione

“La Protezione civile regionale ha aperto un conto corrente per raccogliere le donazioni a supporto delle popolazioni colpite dal maltempo”. Lo ha annunciato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ricordando che, “oltre alle risorse già reperite a livello nazionale e regionale, occorre che il Paese faccia quadrato attorno al Friuli Venezia Giulia per sanare danni che, da una prima stima, superano il mezzo miliardo. Ecco perché mi appello a tutte le donne e gli uomini di buon cuore affinché apportino il loro concreto contributo per lenire le sofferenze di migliaia di cittadini in difficoltà”. I versamenti vanno effettuati sul conto corrente bancario della Protezione civile, attivo presso l’Unicredit Banca, con causale “Subito al lavoro nelle aree colpite dall’alluvione 2018 i Fvg”. L’Iban di riferimento è IT47 W 02008 02230 000003120964.

 

Cividale, frico di solidarietà
prima di accendere l’albero

Sarà acceso nel pomeriggio dell’8 dicembre, ricorrenza dell’Immacolata Concezione, in piazza Paolo Diacono, il grande abete (è alto ben 12 metri!) donato a Cividale – come abbiamo riferito nei giorni scorsi – dal Land della Carinzia. La festosa cerimonia si terrà alle 18 presenti, con gli animatori del Club friulano veicoli d’epoca, autorità locali e austriache: non è escluso l’arrivo anche del governatore carinziano. A fare da cornice all’evento ci sarà un’esposizione di modelli di auto d’epoca di particolare pregio grazie alla collaborazione di alcuni soci del Cfve.
Questo, dunque, quando sarà già scesa la sera. A mezzogiorno invece, nella stessa piazza-salotto della città ducale, ci sarà il “frico solidale”, cioè una mega-distribuzione del tipico piatto friulano con lo scopo di raccogliere fondi, prima appunto dell’accensione dell’albero di Natale, da devolvere alle popolazioni dell’Alto Friuli, e in particolare di quelle del Comune di Sappada (da appena un anno nella nostra Regione),  che hanno subito gli effetti della devastante alluvione di fine ottobre. L’iniziativa è del Comune di Cividale, con la collaborazione di Protezione Civile, Gruppo alpini , Manta sub, Fare Verde Forum Julii e Cucina delle Valli, il sodalizio che ha il compito materiale di cucinare il maxi-frico, e Polentars di Verzegnis, oltre che dell’azienda che si è impegnata a fornire gratuitamente le materie prime. Un modo insomma per vivere il senso del Natale ormai vicino che ci sprona alla vicinanza, all’amicizia e alla solidarietà verso i più deboli o provati dagli eventi come in questo caso.

Cividale annuncia per sabato un mega “frico solidale”.

—^—

In copertina, ecco “Spirit of Portopiccolo” mentre sta per vincere Barcolana 50.

—^—

< N.d.R. Seguiteci su Twitter https:/twitter.com/FriulivgC – @FriulivgC >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento