di Giuseppe Longo

A Bertiolo San Giuseppe fa rima con “Festa del vino”. E’ la prima del Friuli, proprio allo sbocciare della primavera, e quest’anno ha raggiunto la bellezza di 70 edizioni. Con l’impegno, da parte dei bravi organizzatori, a migliorarla sempre più per farla diventare un momento irrinunciabile per la valorizzazione non solo dei vini delle Grave – la rinomata zona Doc ritagliata sui terreni ciottolosi originati dalle alluvioni del Tagliamento, in cui si trova anche la località del Codroipese – ma di tutto il Vigneto Fvg, avendo la mostra assunto con successo, da alcuni anni, un carattere regionale, come quella di Buttrio che però arriva in giugno praticamente a conclusione del ciclo delle rassegne enologiche.

“La manifestazione di Bertiolo contribuisce ad innalzare la qualità delle produzioni vinicole regionali perché mette i produttori a confronto diretto con una serie di giurie selezionate chiamate a valutare un intero sistema vitivinicolo d’eccellenza”, ha detto infatti anche l’assessore alle Risorse agroalimentari del Friuli Venezia Giulia, Stefano Zannier, che ha presentato a Udine questa settantesima festa enologica regionale che aprirà i battenti proprio oggi, alle 18, nell’enoteca di piazza Plebiscito, per proseguire poi fino al 31 marzo in un crescendo di proposte, quindi anche dopo il tradizionale appuntamento di San Giuseppe.
“Questa manifestazione regionale non è solo una celebrazione delle produzioni vinicole, ma è molto di più, come dimostra il ricco calendario di eventi che la accompagna – ha affermato Zannier -; è una vera e propria esaltazione di stili di vita di qualità, che abbina la promozione turistica del territorio a quella dell’eccellenza delle nostre produzioni agroalimentari”.

La presentazione a Udine con l’assessore Stefano Zannier.

Una sinergia promozionale – come informa l’Arc – sugellata dalla stretta collaborazione tra Ersa e Promoturismo che sfocerà fra poche settimane al Vinitaly di Verona, dove i migliori vini selezionati per ciascuna categoria nell’ambito del concorso “Bertiul tal Friul” verranno sottoposti ad un’ulteriore valutazione, all’interno della vetrina più prestigiosa tra le fiere di settore. Un meccanismo che decreterà il vincitore del concorso – giunto quest’anno alla 36ma edizione – che sarà premiato l’anno prossimo. Con questo stesso meccanismo, martedì 19 marzo – festa appunto di San Giuseppe -, alle 20.45 in enoteca, verrà presentata l’azienda vincitrice della mostra 2018, mentre proseguiranno le degustazioni dei vini delle 83 aziende provenienti da tutta la regione che partecipano quest’anno alla selezione.
Se il concorso ha raggiunto un prestigio importate per la produzione vitivinicola regionale, come dimostra la crescente partecipazione all’evento che segna ogni anno un incremento del 15% di nuove etichette in rassegna, è l’intera manifestazione ad essere cresciuta, dimostrando capacità di rinnovamento e di aggregazione tra diverse realtà del territorio.

Alla sua nascita la fiera di Bertiolo era un’occasione per aprire i portoni e i cortili delle case e mettere in esposizione il vino giunto a maturazione, con l’intento di trovare acquirenti; oggi quelle case e quei cortili si aprono anche all’arte, alla cultura, alla musica, all’associazionismo e alla solidarietà. Scorrendo le numerose attività in calendario, si scorgono gli assaggi di diversi tipi di panificazione con i fornai di Bertiolo e il Cefap di Codroipo (domenica 17 marzo), la degustazione guidata di oli extravergini (giovedì 21), la degustazione dei prosciutti di Sauris (martedì 26), una serata dedicata alla pitina con la Pro Loco Valtramontina (venerdì 29). Non mancheranno mercatini, mostre (pregevole la personale di Giulio Piccini nel Palazzo delle associazioni), tornei e gare sportive, concerti, spettacoli teatrali e giochi per bambini. Tutto il programma è consultabile sul sito www.bertiolo.com
All’inaugurazione della manifestazione, che di fatto apre la stagione delle sagre e degli eventi Pro Loco in Fvg, sarà presente il jazzista Glauco Venier, vincitore del premio Friulano Doc, assieme all’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini. Alla presentazione a Udine invece avevano preso parte, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, il consigliere regionale Mauro Di Bert, il presidente delle Pro Loco Fvg, Valter Pezzarini, nonché il sindaco Eleonora Viscardis con il presidente della Pro Loco Risorgive Medio Friuli, Marino Zanchetta.

Come già detto, la Festa del vino di Bertiolo è un evento tradizionale che si rinnova annualmente in marzo a cavallo della sentita ricorrenza di San Giuseppe. Nata nel 1950, si é via via sviluppata, tenendo però sempre come base l’allestimento dei tipici chioschi con i vini e i prodotti agroalimentari locali lungo le vie del paese. Risale al 1984 la prima Mostra concorso vini Doc, denominata “Bertiûl tal Friûl”, alla quale inizialmente partecipavano solamente etichette appartenenti al Consorzio Doc Grave del Friuli.  Invece, dal 2011 le aziende partecipanti fanno parte di tutte le zone Doc, interessando così l’intero territorio regionale.

—^—

In copertina, i tipici terreni ciottolosi delle Grave friulane. 

(Foto Consorzio Friuli Grave, Pro Bertiolo e Regione Fvg)

 

Hits: 53

, , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento