di Gi Elle

Al “Cervignano Film Festival” è conto alla rovescia per l’arrivo dell’ormai famoso “Dieç. Il miracolo di Illegio”, che racconta la straordinaria avventura del piccolo paese carnico – frazione in quota di Tolmezzo – con le famosissime mostre d’arte organizzate dal Comitato San Floriano. Partita nel migliore dei modi, con una folta partecipazione, prosegue infatti fino a domenica la manifestazione cinematografica organizzata – con il sostegno della Regione e del Comune – dal Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele e articolata in quattro sezioni di concorso (documentari e cortometraggi internazionali, cinema VR, cortometraggi delle scuole italiane e, infine, finestra sul cinema Fvg) che si prefiggono di promuovere e valorizzare le forme “minori” della narrazione audiovisiva e cinematografica. Ecco, allora, qualche cenno al programma.

La giornata inaugurale del Festival.


La giornata di oggi si aprirà con la sezione Cff Scuole, al teatro Pasolini, dove alle 9.30 verrà proiettato il film “Wargames – Giochi di guerra” (Badham, 1983): l’introduzione alla pellicola sarà a cura di Anna Antonini e Luca Visentin. Alle 11, poi, Cff Campus alla Casa della Musica, dove si potrà partecipare alla masterclass “Il mondo sul filo”, incentrata sul cinema di Fassbinder, sui new media  e i mondi virtuali: interverranno i docenti Leonardo Quaresima, massimo studioso del cinema tedesco, Andrea Mariani e Mattia Filigoi, dell’Università di Udine. Alle 17 verrà proiettata (in Sala Aurora) la seconda parte del film Welt am draht (Fassbinder, 1973)  e alle 20.30, nella stessa sede, toccherà infine alla proiezione della seconda parte dei cortometraggi in concorso per il Cervo d’Oro.
Due, poi, i momenti clou di domani, giornata che inizierà con il Cff Concorso scuole: la proiezione dei film scolastici si terrà in sara Aurora, a partire dalle 9.30; al termine della mattinata si terranno le premiazioni. Sarà invece il Teatro Pasolini ad accogliere, alle 20.30, l’attesa serata dedicata al Friuli Venezia Giulia, che verrà introdotta dalla proiezione della docufiction “Dieç. Il miracolo di Illegio” (Turolo, 2019), incentrata appunto sulla mostra internazionale d’arte di Illegio e sulle sfide aperte dal progetto. Toccherà poi ai cortometraggi Fvg in concorso, con la proclamazione del vincitore della sezione.
Alla Casa della Musica, inoltre, alle 16 si potrà assistere alla proiezione del documentario “Ossi Czínner” (Tomaselli, 2019), che ripercorre la vita dell’artista nella villa Antonini di Saciletto; alle 17.30, invece, immersione nella “Commedia che nasce dal Friuli: autori e immaginari friulani nella commedia contemporanea Italiana”. Interverranno i registi Luca Vendruscolo, storico regista della serie-culto “Boris”, e Matteo Oleotto (a breve su Rai2 con la fiction “Volevo fare la Rockstar”).

La Pieve di San Floriano a Illegio.

—^—

In copertina, la piccola Illegio di cui si parla nella docufiction di domani.

Hits: 80

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento