di Gi Elle

Pronti via, si parte! A Cividale è arrivato, finalmente, il giorno dell’apertura di questa nuova edizione di “Mittelfest” che, causa Coronavirus, trova ospitalità in questi primi giorni di settembre, anzichè in quelli consueti di metà luglio. La cerimonia inaugurale è in corso, al Belvedere, dove sta per essere presentato “Il viaggio in Europa”, intervento musicale a cura di Valentina Volpe Andreazza & Abdo Buda Marconi Trio. Alle 15, invece, nella Chiesa di San Francesco, apertura della video installazione in prima assoluta “Il Terzo Reich” realizzata da Romeo Castellucci, suoni di Scott Gibbons, performer Gloria Dorliguzzo, produzione Societas. Quindi alle 18, nella Chiesa di Santa Maria dei Battuti, Mittelforum, “Conversazione” con Romeo Castellucci, Scott Gibbons e Haris Pašović. Ma un’altra installazione sarà aperta anche alle 16 al Museo Archeologico Nazionale: si tratta di “EmpatiAR – Mittelfest Cividale Digital”, Installazione multimediale in realtà aumentata: artista Massimo De Mattia, composizione – flauti, riprese video Antonio Giacomin, riprese audio Gianluca La Boria, missaggio e mastering Stefano Amerio, direzione artistica Luca Alfonso d’Agostino. Quindi, un’altra prima assoluta: alle 19, al Teatro Ristori, “Panico ma rosa – dal diario di un non intubabile”, scritto, diretto e interpretato da Alessandro Benvenuti, musiche di Vanni Cassori, produzione Arca Azzurra Produzioni. Infine, alle 21.30, Duomo di Santa Maria Assunta, “Per un Nuovo Mondo”, musiche di Mozart e Dvořák: Fvg Orchestra, Annamaria Dell’Oste soprano, Laura Polverelli mezzosoprano, Antonino Siragusa tenore, Simone D’Eusanio basso. Coro del Friuli Venezia Giulia, Cristiano Dell’Oste maestro del coro; Filippo Maria Bressan direttore, produzione Fvg Orchestra. Un grande appuntamento musicale che vuole essere anche un omaggio alle vittime della pandemia.

“Panico”, stasera al Ristori.

Alessandro Benvenuti

Questo, dunque, il programma per quanto riguarda la giornata inaugurale di “Mittelefest”. L’edizione 2020 riprende la sua sfida iniziale rilanciando lo spirito del festival quale crocevia di culture, quella italiana, tedesca e slovena. Ma rappresenta anche la capacità e la forza di fare squadra aprendo a collaborazioni con il territorio, a partire da quella con la Fvg Orchestra. E’ questa la sintesi del messaggio che l’assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli, ha voluto portare durante la presentazione di Mittelfest 2020. Il festival della Mitteleuropa che si svolgerà appunto da oggi al 13 settembre, sotto la direzione artistica di Haris Pašović che, per questa 29ª edizione, ha scelto il tema dell’empatia.
L’esponente della Giunta Fedriga ha voluto ringraziare il presidente e il Consiglio di amministrazione del festival per aver coinvolto nella kermesse altri player regionali così come hanno fatto anche altri eventi, dal festival del giornalismo “Le ali delle notizie”, che collabora con Vicino/lontano e con il festival delle Geografie a èStoria che ha stretto una collaborazione con il Premio Sergio Amidei. Apprezzata, inoltre, la brandizzazione di un pullman di linea dell’Apt con i colori e il logo del festival che circolerà in regione e che ha mostrato ai presenti alcuni dei luoghi in cui si svolgerà l’evento; un segnale forte, secondo l’assessore regionale, del legame che “Mittelfest” ha con il territorio. Infine, l’esponente dell’Amministrazione regionale ha sottolineato con orgoglio come il festival contribuisca al ritorno alla normalità per vivere in sicurezza anche gli spettacoli dal vivo. Fra i festival di livello europeo, infatti, la manifestazione è una fra le prime a farsi in presenza, tutto dal vivo e in luoghi chiusi con le garanzie sulla sicurezza per renderlo Covid free, un segnale di fiducia nel futuro e nella ripresa.

In programma ci sono 25 progetti artistici, 10 prime assolute nazionali, 3 Mittelforum, con una speciale attenzione a innovative esperienze immersive fra spettacolo e tecnologie digitali, tra cui il nuovo progetto multimediale “empati-ar/Mittelfest Cividale digital” oltre a “Mittelfest young” in collaborazione con il teatro club di Udine, con borse di studio per i giovani del palio teatrale studentesco. Il festival non rinuncia a una solida dimensione internazionale con l’apertura alle produzioni centro-europee e la collaborazione con gli artisti olandesi grazie a dutch performing arts fund, oltre alla partecipazione all’iniziativa “festivals for compassion”. L’orizzonte europeo, la comprensione e il dialogo tra i popoli sono la cifra specifica di “Mittelfest”, che per la sua cerimonia di inaugurazione ha scelto il progetto Europa’s Journey (Il viaggio di Europa), una cavalcata in musica fra le tradizioni delle diverse anime del continente.

In Basilica il concerto-omaggio.

—^—

In copertina, bandiere di “Mittelfest 2020” in piazza Duomo a Cividale.

 

Hits: 150

Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento