Cultura grande protagonista. Se Monfalcone presenta anche oggi i suoi libri – nella giornata conclusiva di GEOgrafie Festival -, Gorizia risponde con gli Aperitivi in musica, proponendo quattro invitanti appuntamenti domenicali a partire proprio da questo pomeriggio. Ecco, pertanto, qualcosa di più:

GORIZIA – L’autunno goriziano si tinge di musica con gli “Aperitivi di Chamber Music”: da oggi al 27 ottobre sono in programma quattro domeniche concerto per salutare i tramonti d’autunno sulle note della buona musica, per cui appuntamento alle 18 nella suggestiva cornice di Palazzo de Grazia, in via Oberdan. Oggi l’incipit sarà nel segno di una delle più blasonate formazioni slovene, gli Slowind, il mitico quintetto a fiati composto dalle prime Parti dell’Orchestra Filarmonica di Lubiana. Omaggio al fagotto per questo concerto che vedrà protagonisti Aleš Kacjan flauto, Matej Šarc oboe, Jurji Jenko clarinetto, Metod Tomac corno e Paolo Calligaris fagotto, su frizzanti pagine musicali di Wolfgang Amadeus Mozart (Serenata in do minore KV 388 Nacht Musik, dall’Ottetto di fiati), Giulio Briccialdi (Quintetto per fiati in re maggiore op.124) e György Ligeti (6 Bagatelle per quintetto di fiati). Slowind è un complesso sinfonico di ricchissima tradizione musicale, iniziata a Lubiana nel 1701. Il repertorio dell’ensemble include le maggiori opere classiche per quintetto di fiati, ma anche i più recenti lavori dei compositori contemporanei, riletti in molti festival e stagioni concertistiche in Europa e nel mondo, dagli Stati Uniti al Canada, Messico, Mongolia, Giappone).
Domenica 13 ottobre, sempre alle 18, il focus musicale si sposta dal fagotto alla viola con il Trio Hegel, al secolo David Scaroni violino, Davide Bravo viola e Andrea Marcolini, violoncello. A Gorizia presenterà musiche di Franz Joseph Haydn e Wolfgang Amadeus Mozart.
Domenica 20 ottobre riflettori sul violoncello con la solista Erica Piccotti, in un concerto dedicato all’architetto Barbara Fornasir. Il programma sarà scandito da musiche di Johann Sebastian Bach, Carlo Alfredo Piatti e Gaspar Cassadó.
Gran finale domenica 27 ottobre per un concerto dedicato alle Voci giovani, in compagnia del Duo Veles, ovvero Mateja Petelin soprano e Pavel Cyargeenka chitarra e del Duo Perišić – Tull, baritono e fiarmonica. In programma l’esecuzione di Four French Folk Songs di Mátyás Seiber, Canciones Españolas Antiguas da Federico García Lorca e Coplas del pastor enamorado di Joaquín Rodrigo. Veles è un’importante divinità antica slava, protettrice dei musicisti.

Erica Piccotti

MONFALCONE – Sipario sulla 1ma edizione di GEOgrafie Festival a Monfalcone: oggi, grandi protagonisti e nuove traiettorie per leggere la terra e indagare il nostro tempo attraverso la lente delle “Geografie”. Si parte in mattinata, alle 11.30 nel GEOVillage di piazza della Repubblica, per un’incursione nelle Geografie della Felicità con la divulgatrice scientifica Eliana Liotta, autrice per La nave di Teseo di “Prove di felicità”. In dialogo con la curatrice di pordenonelegge Valentina Gasparet ci guiderà nella esplorazione di emozioni e sentimenti. Altrettanto atteso, sempre in piazza, alle 18, l’incontro con l’editorialista Ferruccio de Bortoli, presidente Longanesi ed autore, per Garzanti, del saggio “Ci salveremo, Appunti per una riscossa critica”. In dialogo con il direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier l’autore esaminerà i rischi che il nostro Paese corre di precipitare in una nuova crisi finanziaria e nel baratro della recessione.

Ferruccio de Bortoli


Alle 15, ancora in piazza, appuntamento con lo scrittore Luigi Nacci e le sue Geografie “del viandante”. La geografia dello spazio (ore 16.30, piazza della Repubblica) sarà affidata a Patrizia Caraveo, per guardare alla Luna che da sempre affascina gli abitanti della Terra, proiettati sul misterioso satellite prima con l’immaginazione e adesso con gli strumenti della tecnologia. Delle geografie editoriali, e soprattutto di quelle della nuova editoria degli audiolibri ci parlerà Sandra Furlan (ore 15.30, Via Sant’Ambrogio): nuove frontiere che trasformano un libro nella voce che lo racconta. Sullo stesso tema ecco uno dei più noti doppiatori italiani, Raffaele Farina, che alle 11 in via Sant’Ambrogio racconterà come si prepara, si imposta e si realizza la registrazione di un audiolibro, a partire dal Poirot di Agatha Christie.
Ancora da segnalare: alle 10 in via Sant’Ambrogio Gaspari Editore presenta “Castelli e ville in Friuli Venezia Giulia”, di Liliana Cargnelutti e Giuseppe Bergamini: il libro sarà presentato in dialogo con Paolo Medeossi. E alle 12.30 al Caffè Municipio, Brocante, spazio a “Tutintùn” di Ezio Solvesi: “le sue poesie – scrive Fulvio Segato nella prefazione – sono contraddistinte da una scrittura che va ‘guardata’ o perfino ‘annusata’.

Eliana Liotta

A Gorizia sostengono  i quattro concerti domenicali – ad ingresso libero –  il Comune di Gorizia, ZKB, Suono Vivo – Padova e lo Studio Deboni Ferletic. Dettagli e info www.acmtrioditrieste.it
A Monfalcone l’ingresso agli incontri è libero, media partner del festival è il quotidiano Il Piccolo info https://geografiemonfalcone.it/

—^—

In copertina, il quintetto sloveno “Slowind” che oggi aprirà i concerti domenicali di Gorizia.

 

Hits: 56

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento