di Gi Elle

A Nimis, è partito sotto i migliori auspici l’Ottavario di Madonna delle Pianelle che culminerà l’8 settembre con la grande festa della Natività di Maria: un Santuario tornato a risplendere, dopo i gravi danni causati dall’incendio di un anno fa, e una meravigliosa giornata di sole, luminosissima e gradevole, come soltanto il mese dei raccolti sa regalare.
La tradizionale Messa dedicata alle coppie, del luogo e del Friuli, che si sono sposate in questa Chiesa, ha fornito l’occasione anche per una semplicissima cerimonia inaugurale dei lavori di ripristino, durante la quale monsignor Rizieri De Tina ha avuto parole di ringraziamento ed elogio alla ditta Lizzi di Artegna, presente con il padre Renzo – che già si occupò più di trent’anni fa dei restauri post-sismici – e i due figli Alessandro e Federico, i veri artefici dei lavori attuali. I quali in circa tre mesi di impegno, intenso e appassionato, hanno realizzato una eccellente opera di risistemazione e di abbellimento generale della Chiesa, provvedendo innanzitutto al rifacimento con una speciale tecnica fotografica su tela della pala dell’altare laterale sud di San Valentino, dal quale si erano sviluppate le fiamme, per fortuna domate giusto in tempo per evitare un autentico disastro. Per questo i bravissimi restauratori hanno meritato un caloroso e riconoscente applauso dai tanti fedeli giunti per l’annuale ricorrenza, tanto da rendere opportuna la celebrazione del rito sul sagrato. Nel contempo, l’arciprete hanno annunciato che sarà organizzata una serata con gli stessi restauratori al fine di consentire a tutti gli interessati di conoscere meglio l’entità e le tecniche dei lavori eseguiti, anche attraverso la proiezione del ricco materiale fotografico dell’impresa che illustra nei dettagli – come mostrano anche alcune delle foto più significative che abbiamo pubblicato sabato su questo stesso sito – le varie fasi degli interventi che hanno donato nuova luce anche agli affreschi di Giacomo Monai e che hanno consentito pure un consolidamento della cella campanaria, collaudata dai bravi “scampanotadors” al termine della Messa.

La Messa celebrata da don De Tina.

Don De Tina ha colto anche l’occasione per presentare il nuovo sagrestano dell’Ottavario. Ha infatti offerto con entusiasmo la sua disponibilità Gianni Paganello (Carla e Rita Monai si occuperanno invece del Santuario durante l’anno), la cui presenza sarà preziosa in questi giorni che prevedono tre Messe ogni mattina per tutta la settimana (6.30, 7.30 e 9.30 per i ragazzi) e il Rosario alle otto di sera. Per cui proprio stamani sono entrati nel vivo i riti – che perpetuano una felice iniziativa spirituale introdotta da monsignor Beniamino Alessio negli anni Venti del secolo scorso -, anche attraverso la riproposizione dei tradizionali pellegrinaggi dai paesi vicini. Così, dopo Loneriacco, domani sarà la volta di Segnacco; quindi mercoledì di Vallemontana e Monteprato, giovedì di Ramandolo e Chialminis, venerdì di Torlano e sabato di Cergneu. Quest’anno una novità: ogni giorno un predicatore diverso. Stamattina ha esordito il diacono Diego Mansutti – che come ha riferito il parroco si occupa in modo encomiabile di diversi paesi della montagna taipanese -; domani don Luigi Gloazzo, parroco di Povoletto nonché direttore della Caritas e dell’Ufficio missionario diocesani; mercoledì don Federico Saracino, parroco di Faedis e Campeglio; giovedì, don Giuseppe Riva, parroco di Savorgnano, Ravosa e Magredis; venerdì don Bruno D’Andrea, parroco di Attimis e Cergneu;  sabato don Giacinto Miconi, parroco di Taipana e Monteaperta.
Domenica 8 settembre l’Ottavario culminerà dunque con la solennità che ricorda la nascita della Madonna: ci sarà la Messa cantata alle 11. Che alle 9.30 sarà preceduta dall’ultimo pellegrinaggio, quello della parrocchia di Vergnacco, paese del Rojale da sempre molto legato al Santuario delle Pianelle.

Gli “scampanotadors” sulla torre.

—^—

In copertina, i restauratori: Renzo Lizzi con i figli Alessandro e Federico al Santuario delle Pianelle.

 

 

Hits: 276

, , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento