Hits: 15

Un mix di teatro e bella musica è quanto vi proponiamo per questo ultimo sabato di settembre, ma anche domani, con spettacoli che vanno da Polcenigo a Sacile, nella Destra Tagliamento, a Lusevera nell’Alta Val Torre e infine a Udine. Ecco in dettaglio che cosa si tratta.

Giobbe, uomo semplice

POLCENIGO – Uno sguardo al futuro ricco di speranza, con il teatro come risposta spirituale e sociale alla disgregazione portata dal Coronavirus: questo quanto vuole lanciare il festival “I Teatri dell’Anima” di Etabeta Teatro Pordenone. In attesa di ufficializzare il calendario dell’edizione 2020/2021, che come da tradizione si svolgerà a cavallo del periodo natalizio in alcune tra i più suggestivi tra chiese e luoghi spirituali del Friuli occidentale, la kermesse dà appuntamento ai suoi estimatori con l’anteprima di oggi 26 settembre.
L’ANTEPRIMA – Questo pomeriggio, alle 17, tra il chiostro e la chiesa del convento di San Giacomo a Polcenigo sarà proposto l’intenso “Giobbe – storia di un uomo semplice” con Roberto Anglisani, opera vincitrice del festival nazionale Teatri del sacro nel 2017. Ingresso libero fino esaurimento posti, che saranno contingentati per la sicurezza anti Covid-19. Consigliata la prenotazione (telefono 333.6785485 – info@etabetateatro.org) anche per partecipare alle 16 alla visita guidata con il professor Dante Tizianel al convento, risalente al 1262, alla sua chiesa e allo storico organo in essa custodito realizzato da Giacinto Pescetti nel 1732/33. In caso di maltempo, lo spettacolo è confermato dentro la chiesa. Sostenitori il Comune di Polcenigo, Regione Friuli Venezia Giulia e Fondazione Friuli. Collaborazioni e patrocini della Parrocchia San Giacomo – Polcenigo e della Pro Loco Polcenigo.
IL TEMA – “Un momento d’incontro tra teatro, spiritualità, luoghi e arte – spiega il direttore artistico de I Teatri dell’Anima Andrea Chiappori – in attesa di presentare il cartellone principale a dicembre. Il tema di quest’anno è quello di un respiro comune tra spiritualità, storia e drammaturgìa, per ripartire con nuove idee e senso di comunità, seppur sempre rispettando le distanze, dopo l’emergenza rappresentata dal Covid-19. Il teatro può essere strumento per cercare una nuova normalità e proprio quello spirituale come il nostro può offrire occasioni d’incontro e riflessione. Ripartire proprio con uno spettacolo su Giobbe, il personaggio biblico che accetta la sventura per poi ricevere più di quanto ha perso, è emblematico dei tempi che stiamo vivendo”.
LO SPETTACOLO – “Giobbe – storia di un uomo semplice” con Roberto Anglisani. Dal romanzo di Jospeh Roth adattamento e regia di Francesco Niccolini, consulenza letteraria e storica di Jacopo Manna. “Giobbe – romanzo perfetto di Joseph Roth – è un racconto teatrale tragicomico proprio come la vita, dove si ride e si piange, si prega e si balla, si parte, si arriva e si ritorna, si muore in guerra e si rinasce. Senza giudizio, senza spiegazioni: ma, attraverso lo sguardo mite e sereno di un narratore misterioso e onnisciente, ricchi di compassione e accompagnati da un sorriso, lieve, dolcissimo, che spinge tutti i protagonisti di questa storia, lunga quanto una vita, e forse anche un po’ di più”. Francesco Niccolini

Venti d’Irlanda

PRADIELIS – Questa sera, alle 20.30, nella piazza di Pradielis c’è invece un interessante appuntamento con Folkest, International follk music festival che, cominciato il 17 settembre continuerà fino al primo fine settimana di ottobre, con un programma come sempre interessante che ha quale fulcro la bellissima cittadina medioevale di Spilimbergo. Nella tappa in Alta Val Torre sarà protagonista il gruppo Rolling Around Venti d’Irlanda. In caso di maltempo, il concerto si terrà dal centro sociale Lemgo.

La voce dell’acqua

SACILE – Si conclude oggi a Sacile il cartellone di “Un fiume di note” che per tutta l’estate ha attraversato alcuni tra i siti di maggior pregio sotto l’aspetto paesaggistico e architettonico della regione. Curata da Dory Deriu Frasson e Davide Fregona, la rassegna musicale itinerante dedicata allo scorrere dei corsi d’acqua è stata realizzata dal Comune di Polcenigo con il contributo dei Comuni toccati dall’evento, l’egida di Piano Fvg e Il Distretto Culturale del Friuli Venezia Giulia con il sostegno della Regione Fvg e Fondazione Friuli. Stasera, alle 20.45, in piazza del Popolo per il gran finale approda lo spettacolo “La voce dell’acqua”, su un repertorio di musica popolare europea, mediterranea, araba e klezmer. Nuova produzione curata dal mezzosoprano sacilese Valentina Volpe Andreazza, lo spettacolo riunisce artisti provenienti dall’Italia in dialogo con artisti di Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, dall’Europa al Medioriente. Un viaggio musicale che parte dalla musica popolare per arrivare a quella contemporanea, attraversando le onde della grande tradizione classica. Sul palco Ashti Abdo (saz, voce, percussioni, duduk, marranzano, clarinetto), Manuel Buda (chitarra classica, chitarra preparata, voci), Fabio Marconi (violhao de choro a 7 corde, voci) e Valentina Volpe Andreazza (mezzosoprano). Ingresso libero con prenotazione obbligatoria: 392.3293266; www.pianofvg.eu – www.musicaefvg.it

Al “titano” di Bon

 © Roberto Cifarelli

UDINE – Settima edizione per il “Festival Udine Castello”, rassegna organizzata dagli Amici della Musica di Udine con il sostegno del Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Fvg, PromoTurismo, Comune di Udine, Fondazione Friuli, Fondazione Renati e Club Unesco Fvg. Causa Covid, quest’anno sarà il Teatro Palamostre a ospitare la rassegna. La manifestazione verrà inaugurata domani 27 settembre con il duo Sollini-Barbatano (attuale testimonial della Sony Classical, per la quale gli artisti hanno inciso tutto Beethoven per pianoforte a 4 mani, nella foto) che presenterà, in omaggio al bicentenario del “titano” di Bon, un programma interamente monografico, con la rara trascrizione di Alfredo Casella della Sinfonia n.5. Tutti gli appuntamenti inizieranno alle ore 17. I biglietti sono acquistabili presso il box office del Teatro Palamostre, anche direttamente all’ingresso dei concerti fino a esaurimento posti (15 euro interi, 10 euro ridotti studenti e over 65, gratuito con Fvg Card). Il pubblico potrà usufruire di un prezzo ridotto per visitare i Civici Musei (Musei del Castello, Casa Cavazzini e Museo Etnografico) tramite il coupon da ritirare al desk dei concerti. In tutti i concerti saranno rispettate le norme di tutela sanitaria. Info: www.amicimusica.ud.it.

—^—

In copertina, Roberto Anglisani interpreta “Giobbe – storia di un uomo semplice” .

, , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento