Hits: 181

La nuova programmazione del Verdi di Pordenone pensata per l’estate dai consulenti artistici Natalia Di Iorio e Maurizio Baglini conferma la vocazione di un Teatro aperto tutto l’anno e con uno sguardo attento alle giovani generazioni. Come illustrato dal presidente Giovanni Lessio e dal sindaco Alessandro Ciriani alla presentazione di “Teatro Verdi estate”, con un ricco calendario – oltre 15 appuntamenti tra musica, teatro, il grande jazz e proposte per i più piccoli – il Verdi moltiplica i suoi spazi, allargando la programmazione a un nuovo palcoscenico estivo “open air” nella nuova e intima location di piazzetta Pescheria (accesso da via Roma). «Vogliamo ricambiare l’affetto del pubblico per il “suo” teatro con rinnovato impegno e qualità», spiega Lessio. «Il momento della ripartenza è finalmente arrivato, con la speranza che segni un passaggio definitivo verso la ripresa dell’attività dal vivo: la “seconda vita” del Teatro post-Covid offre un pieno di proposte che attraverseranno tutto il periodo estivo fino alla ripresa dei cartelloni autunnali. La programmazione dell’estate attraversa i generi con l’energia dei giovani interpreti e la forza emozionale del linguaggio contemporaneo. «Ho accolto con molto favore la scelta del Teatro di uscire dal teatro, utilizzando gli spazi esterni per la programmazione estiva che approderà nella nuova location all’aperto», gli fa eco il sindaco Ciriani. «Portare la cultura nella piazza vuol dire anche valorizzare la città nel segno della rigenerazione urbana: la funzione “morale” dell’urbanistica ha importanti ricadute sulla socialità e sull’identità di una città. Anche in questo senso il Teatro Verdi svolge un ruolo fondamentale».

“L’amore del cuore”.

.

Si parte domani, 9 giugno, con il concerto che apre la rassegna jazz – realizzata in collaborazione con Polinote – inserita nel più ampio cartellone musicale, che proseguirà fino a fine luglio. Primo concerto nel palco all’aperto “Verdi e mister Puccini in Jazz by Cinzia Tedesco 4et”, in cui le grandi melodie conservano l’originale bellezza anche se proposte con una veste nuova. All’insegna della libertà espressiva anche i due concerti jazz di mercoledì 16 e mercoledì 23 giugno con protagonisti della scena mondiale come Louis Sclavis e Seamus Blake accanto a nomi emergenti (Francesco De Luisa e Emanuele Filippi). Spazio alla musica nel mese di luglio con il Trio Metamorphosi (venerdì 9 sul palcoscenico del Teatro) che rende omaggio ai primi 70 anni del Festival di Marlboro, eccezionale esperienza musicale inaugurata nel 1951 nel segno di Ludwig van Beethoven. Lunedì 12 luglio proposta per grandi e piccini con lo spettacolo “Playtoy Orchestra”, momento dedicato al gioco e al divertimento puro che sarà bissato, venerdì 30 luglio, da Pizz’n’Zipp: perché il piacere dello spettacolo dal vivo non ha età. Venerdì 23 luglio, invece, Cristina Zavalloni, accompagnata da altri nomi eccellenti della musica italiana, porterà in scena un intrigante gioco musicale alla scoperta delle canzoni di Nino Rota.

Cristina Zavalloni(Foto Barbara Rigon)

In tutto 11 gli eventi di prosa, compreso un debutto in prima nazionale, un appuntamento per bambini e famiglie e due spettacoli in collaborazione con il Cai di Pordenone nel comune impegno per la salvaguardia della natura e della montagna. La programmazione teatrale estiva è particolarmente dedicata agli artisti più giovani, portatori di poetiche molto diverse: a loro è affidata questa piccola ma significativa rassegna, capace di guardare avanti, promuovere nuovi interpreti, nuove forme espressive e valorizzare giovani talenti, sia attraverso formule di coproduzione che con lo sviluppo di residenze.
Si parte venerdì 11, alle 21, in piazzetta Pescheria, con l’intenso reading teatrale di Rosario Lisma “Terra matta” sul libro-cult del bracciante siciliano Vincenzo Rabito. Il 14 giugno sarà poi la volta dii “Settanta volte sette” uno spettacolo di Controcanto Collettivo, su ideazione e regia di Clara Sancricca, vincitore de I Teatri del Sacro 2019. Lunedì 21 giugno nella Sala Grande del Teatro lo spettacolo “50 minuti di ritardo”: guidati da sette attori-autori vivremo l’esperienza di essere tutti contemporaneamente collegati ad uno schermo per 50 minuti… L’umorismo dissacrante è alla base dello spettacolo di martedì 29 giugno, “Coppa del Santo” con Francesco Rotelli e Luca Zacchini. Sempre nel mese di luglio (martedì 6 alle 21) in piazzetta Pescheria il primo dei due spettacoli realizzati in collaborazione con il Cai Pordenone che racconta una delle grandi imprese dell’alpinismo, “La conquista del Cervino”, firmato da Livio Viano con Roberto Anglisani. Ancora in collaborazione con il Cai, sabato 24 luglio, un viaggio in alta quota con lo spettacolo allestito al Rifugio Pordenone – che festeggia i suoi 90 anni – “I guardiani del Nanga”, testo di Gioia Battista: sette storie esemplari per sette arditi esploratori.

“I guardiani del Nanga”.

Un debutto in prima nazionale, martedì 13 e mercoledì 14 luglio allo Spazio Due: liberamente ispirato a L’ultimo nastro di Krapp di Samuel Beckett, “Eco-Chamber” è la nuova sfida del giovane e applaudito regista, Leone d’Oro alla Biennale Teatro di Venezia Leonardo Manzan. “The diabolik comey” (mercoledì 20 luglio in Sala Grande) è la nuova produzione della Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine a firma di Claudio de Maglio. Lunedì 26 luglio di scena alla 21 in Sala Grande “L’amore del cuore”, uno spettacolo firmato dal Premio Ubu Lisa Ferlazzo Natoli, già accolto da uno straordinario successo di critica e di pubblico nel recentissimo debutto a Roma: con il suo indiscusso talento, la regista si confronta e “doma” un testo tanto affascinante quanto ricco di insidie come questo di Caryl Churchill. “Aldilà di tutto” è il titolo dello spettacolo guidato da un dialogo serrato tra le attrici Valentina Picello e Chiara Stoppa, in programma giovedì 29 luglio.
Una pagina a parte merita il progetto-laboratorio in programma tra il 14 e il 19 giugno “Mirabili gesta di giovani cavalieri erranti” rivolto a ragazzi tra i 7 e i 10 anni. Un percorso di formazione ideato da Giovanni Ortoleva – giovane e stimato regista classe 1991, più di una volta ospite della Biennale Teatro di Venezia con proposte sempre originali e innovative. I biglietti per Teatro Verdi Estate sono disponibili online senza commissioni e alla Biglietteria del Teatro (aperta dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 19).

“50 minuti di ritardo”

,

Info: telefono 0434.247624  biglietteria@teatroverdipordenone.it
www.teatroverdipordenone.it

 

—^—

In copertina, Cinzia Tedesco in una foto di Claudio Longo: a lei l’onore di inaugurare domani “Teatro Verdi estate”.

, , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento