di Silvio Bini

Stamane, alle 10, nella sala al primo piano del polifunzionale di via Roma a Teor (sopra le Poste), sarà presentato, su iniziativa dell’assessorato alla Cultura del Comune di Rivignano Teor, il lavoro di ricerca che Aleardo Di Lorenzo ha svolto in merito alle opere del poeta Antonio Collovati (Teor 1816-1880). La ricerca, pubblicata sugli ultimi due numeri della rivista “La Panarie”, sarà presentata dallo stesso professor Di Lorenzo con la partecipazione dell’ingegner Vittorio Zanon, direttore della rivista, e del dottor Roberto Tirelli direttore de “La Bassa”.
Il nome di don Antonio Collovati è abbastanza noto agli storici del Risorgimento, mentre appare ignorato dagli studiosi di letteratura italiana in Friuli. Eppure, ebbe una certa fama come poeta, dovuta soprattutto alla pubblicazione a ventitré anni, nel 1839, de “Il Crociato”, una lunga novella in versi che racconta più una patetica storia d’amore e di morte che imprese guerriere.
Dopo alcuni anni d’insegnamento in seminario e di produzione poetica, di cui vanno ricordati almeno gli inni “Al Sole” e “A San Paolino Patriarca di Aquileia”, il sacerdote-poeta partecipò con passione e intenso impegno alle rivoluzioni del 1848, prima a Udine e poi a Venezia, tanto che al loro ritorno gli Austriaci lo relegarono lontano dall’ambiente udinese per lui vitale e la sua ispirazione poetica si spense per sempre. Anche la sua personalità ne risentì negativamente e, dopo un trentennio d’intemperanze di ogni genere, nel 1880 morì tragicamente ad Ariis sulla riva del fiume Stella.

—^—

In copertina, la chiesa di Teor.

Hits: 56

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento