di Gi Elle

Tappa molto importante per “Ortogiardino” che alla Fiera di Pordenone festeggerà, dal 2 al 10 marzo, i suoi primi 40 anni. Una rassegna che ha per sottotitolo “Lo spettacolo della primavera” e mai come stavolta questa definizione è azzeccata. Quest’anno “Ortogiardino” non solo anticipa, con i suoi colori e profumi, la bella stagione ma la vive effettivamente perché se non ci sarà, come sarebbe peraltro auspicabile, una retromarcia climatica, la primavera, con le  temperature del tutto fuori norma di questi giorni, parte con un anticipo davvero eccezionale.

Tutto pronto, dunque per dare il via al Salone della floricoltura, orticoltura e vivaismo. È questa la manifestazione con più visitatori in assoluto nel calendario di Pordenone Fiere e con la più alta percentuale di arrivi dall’estero, attesissima dagli amanti del verde domestico che vi possono trovare idee e consigli per rinnovare terrazzi e giardini.
“Ortogiardino” è anche un appuntamento segnato nei calendari di tanti operatori professionali: architetti paesaggisti, vivaisti, agronomi e progettisti del verde pubblico che trovano tra le proposte del Festival dei Giardini spunti innovativi e stimoli creativi. L’evento mette a confronto le migliori idee nella progettazione di giardini su un tema che varia ad ogni edizione: il tema del Festival dei Giardini 2019, è “Non vuoti – Grey to Green”. I 12 progetti selezionati dalla commissione tecnica secondo criteri che valorizzano l’abilità tecnica e la conoscenza delle piante, la progettualità, la maturità e l’estro dei progettisti nel creare aree relax e benessere esterne, sono realizzati e visitabili all’interno della rassegna e in piazza XX Settembre, in pieno centro storico, dove anche quest’anno ci sarà un’area verde dedicata alla città: inaugurazione del fuori-salone venerdì 16 marzo.

A “Ortogiardino” natura-spettacolo.

Il successo di “Ortogiardino” è legato anche al ricco programma di eventi collaterali che fanno da contorno ai giardini e ai fiori. Proprio in occasione del 40° compleanno della manifestazione, molte novità attendono i visitatori: rinnovato e ampliato il Salone dei Sapori con tante specialità enogastronomiche tipiche da tutta Italia. A completare l’area dedicata allo shopping agroalimentare ci sarà il Mercato a Km 0 di Campagna Amica a cura di Coldiretti con aziende agricole di eccellenza della provincia di Pordenone che in fiera presentano prodotti freschissimi.
Un nuovo evento invece attende i visitatori al padiglione 1 (ingresso sud): è Emporio Verde. Un’originale mostra di arredi e decori per giardini e terrazzi realizzati da artigiani e piccole aziende. Verranno lanciate da qui le tendenze della primavera-estate: i colori, gli stili, gli accessori a cavallo tra moda e design.

Ma regina incontrastata di “Ortogiardino” sarà anche quest’anno l’orchidea, protagonista della storica mostra mercato a lei dedicata “Pordenone Orchidea” che celebra la 20ma edizione. Allestimenti spettacolari realizzati con pareti verdi di ultima generazione, incontri culturali ed enogastronomici fanno da cornice all’esposizione di diverse e raffinate specie internazionali all’interno di un suggestivo ecosistema con oltre 150 diverse tipologie di orchidee. Tema della mostra 2019 è il Giappone, paese dal quale proviene Fuukiran, la cosiddetta “Orchidea del Samurai” una particolare specie di fiore che si narra i guerrieri portassero sempre con sé in segno di buon auspicio anche durante le battaglie. L’orchidea Fuukiran sarà esposta in fiera in esclusiva italiana ed europea e presentata dalla collezionista Franca Burini nella conferenza in programma all’interno di Pordenone Orchidea domenica 3 marzo, alle 10. Per sottolineare il legame con il Giappone e le sue tradizioni Pordenone Orchidea celebra l’Hinamatsuri nota anche come “Festa delle bambole” o “Festa delle bambine”, una ricorrenza giapponese che cade proprio il 3 marzo.

Particolarmente importante è il programma degli incontri di “Ortogiardino” dedicato sia agli appassionati dal pollice verde che ai professionisti del settore. Si ripete poi anche quest’anno la collaborazione tra il Salone fiorito e la Scuola Mosaicisti di Spilimbergo che presenta lungo il percorso della manifestazione lavori musivi quali proposte di arredo d’interni e urbano, nella prospettiva di creare un dialogo suggestivo e intrigante tra arte musiva e territorio. Tra le opere esposte spicca Autunno, composizione in 3D destinata all’arredo urbano, raffigurante tre foglie di grandi dimensioni che, grazie ai colori tipici del periodo, richiamano la stagione dei raccolti.
Infine, l’inaugurazione della mostra “La Donna è Arte” è in programma domenica 3 marzo, alle 16.30, con l’esposizione dell’opera “Il dramma delle spose bambine” della pittrice Sandra Barro, una lettura di poesie e l’esibizione di ballo a cura di Top Dance di Pordenone.
Come si diceva “Ortogiardino” è in programma alla Fiera di Pordenone dal 2 al 10 marzo con questi orari: dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 19. Sabati e domeniche dalle 9.30 alle 19.30. Ingresso intero 8 euro, ridotto 6.  Martedì, ultimo giorno di Carnevale, ingresso ridotto a tutti coloro che arriveranno vestiti in maschera, mentre, venerdì 8 marzo, Festa della Donna, ingresso ridotto per tutte le rappresentanti del gentil sesso.

Fiori di ogni tipo grandi protagonisti.

—^—

In copertina, a “Ortogiardino”  una esplosione di fiori e di colori.

Hits: 50

, , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento