Hits: 312

(g.l.) Coronavirus si ostina a non lasciarci in pace. Tuttavia, c’è chi non si scoraggia e guarda avanti con un po’ di ottimismo. Come il Grup Artistic Furlan che ha deciso, e ha fatto benissimo, di non rinunciare anche quest’anno a “Medioevo a Valvasone”, pur allestendo una manifestazione in tutta sicurezza e nel rispetto delle norme anti-contagio. Per cui l’appuntamento, in questo che è uno fra i Borghi più belli d’Italia, è fissato dal 3 al 5 settembre.
Gli organizzatori ci stavano ovviamente pensando da tempo, ma hanno deciso proprio in questi giorni le date della ormai famosa rievocazione storica che, seppur con grande attenzione per l’emergenza sanitaria, aveva confermato il proprio appuntamento anche nel 2020, anno dello scoppio della pandemia. Ed era stato uno dei pochissimi eventi pubblici con migliaia di visitatori a svolgersi effettivamente: un traguardo importante, in tempi di Covid-19, per l’associazionismo, con un premio al volontariato che ci aveva fortemente creduto, e il mondo produttivo locale.


Ecco, quindi, che il Grup Artistic Furlan è pronto ad accogliere nuovamente i visitatori nel suggestivo centro storico, appunto nel primo fine settimana di settembre, quando si spera che la carica più virulenta del morbo si sia finalmente esaurita. La rievocazione medioevale si adatterà, comunque, al quadro epidemiologico del momento attrezzandosi per rispettare le prescrizioni sanitarie, confidando di replicare il lavoro sinergico svolto per la passata edizione con Prefettura e Questura di Pordenone, e Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria Friuli Occidentale.
«Nonostante le limitazioni – ha affermato Sandra Bono, presidente del Gaf- lo scorso anno la rievocazione è stata apprezzata e molto partecipata e siamo pronti a garantire anche quest’anno al nostro pubblico un tuffo nel passato nel completo rispetto di tutte le prescrizioni sanitarie dettate dalla pandemia da Coronavirus, capace nel contempo di ridare vivacità al territorio. La 29ma edizione sarà, come sempre, una grande sfida, non solo per il particolare periodo, ma anche per la volontà del gruppo di proporre qualcosa di nuovo e diverso».


Certo, come sempre, ci saranno il supporto dell’amministrazione comunale di Valvasone Arzene e il sostegno di numerosi sponsor. «Il lieto epilogo della scorsa edizione di “Medioevo a Valvasone” – ha aggiunto, infatti, il sindaco Markus Maurmair – con zero contagi dopo i tre giorni rievocativi è il presupposto per ripartire anche quest’anno. Esprimo un vivo ringraziamento al direttivo e ai volontari per il rinnovato impegno e la conferma della programmazione per il primo fine settimana di settembre della manifestazione che leggo come un segnale di vero ottimismo per il futuro delle nostre Comunità. Di certo, staremo attenti all’evoluzione della situazione ma, confidando in una dinamica dei contagi analoga a quella dello scorso anno, praticamente azzerati durante il periodo estivo, e tenuto conto del contesto ancor più rasserenato dalla prosecuzione delle vaccinazioni e alla luce dei contenuti degli studi che indicano nelle attività all’esterno una probabilità di contagio pari a zero, affiancheremo il Grup Artistic Furlan nell’organizzazione della manifestazione per garantire ogni sforzo possibile alla buona riuscita dell’evento».
Tra le conferme pure la cena medievale ospitata nel chiostro dell’ex Convento dei Frati Servi di Maria, la fiera medievale con gli artigiani e gli espositori, le taverne in cui gustare piatti medievali e il campo armato. Sarà, insomma, una grande edizione, pur nel rispetto delle prescrizioni in materia di tutela della salute pubblica. Un lodevole impegno, quello del Grup Artistic Furlan, che merita di essere incoraggiato e sostenuto da tutti. Alla fine, tutti i volontari saranno nuovamente premiati da un meritato successo. Tanti auguri!

—^—

In copertina e all’interno belle immagini di “Medioevo a Valvasone”.

(Foto Thomas Cantoni)

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento