Dopo il successo riscosso a Udine, “AreaDanza_urban dance festival”, organizzato dalla compagnia di danza contemporanea Arearea (partner della rete Intersezioni), si sposta a Venzone, domani 1 agosto, e a Palmanova, domenica 2.

“NOI SIAMO IL TRICHECO…” – Gli splendidi Borghi faranno da cornice al primo capitolo di una trilogia sulla musica della contestazione: “Noi siamo il Tricheco…”, coreografato da Roberto Cocconi, direttore artistico del festival assieme a Marta Bevilacqua. Lo spettacolo indaga il fenomeno della psichedelia nella musica rock degli anni ‘60 e di come questa abbia influenzato e accompagnato le esistenze dei giovani dell’epoca. I danzatori (Mattia Cason, Irene Ferrara, Angelica Margherita, Gioia Martinelli, Daniele Palmeri, Marco Pericoli, Andrea Rizzo, Carolina Alessandra Valentini) si esibiranno in piazza Municipio, nel borgo fortificato trecentesco, alle 18 di domani primo agosto. Il giorno seguente, alle 20, nella maestosa piazza Grande, simbolo della città stellata.
“BACH TO DANCE” – In quelle stesse location, sempre l’1 e il 2 agosto, un’ora più tardi, andrà in scena un altro appuntamento firmato dalla Compagnia friulana per la decima edizione del festival, “Bach to dance” (ore 19 a Venzone, ore 21 a Palmanova): “un’incursione danzante” che vedrà protagonisti i professionisti di Arearea (si esibiranno Marta Bevilacqua, Valentina Saggin, Anna Savanelli – anche coreografe -, Luisa Amprimo, Ester Bonato, Mattia Cason, Roberto Cocconi, Irene Ferrara, Angelica Margherita, Gioia Martinelli, Daniele Palmeri, Marco Pericoli, Andrea Rizzo, Nicol Soravito, Carolina Alessandra Valentini, Luca Zampar). A debita distanza, gli artisti occuperanno gli spazi urbani in un gesto di libertà e trasgressione che avrà l’obiettivo di facilitare lo spettatore a un approccio più emotivo e più intimo tra le architetture di spazi e corpi.
EVENTI PER LE FAMIGLIE – Ad anticipare questi appuntamenti del festival – che gode del sostegno dalla Regione Fvg e di MiBACT – ci saranno degli eventi dedicati alle famiglie: a Venzone, alle 17, “La strega dell’acqua e il bambino di ciccia”, produzione di Ortoteatro a ingresso gratuito; a Palmanova, invece, grandi e piccini potranno assistere a “C’era una volta un bambino” (dalle 19), produzione di Cta di Gorizia, sempre a ingresso libero.
A PALMANOVA PRENOTAZIONE – Per tutti gli spettacoli in programma Palmanova l’ingresso sarà gratuito ma con prenotazione obbligatoria. Per lo spettacolo “C’era una volta un bambino” (ingresso da Contrada Savorgnan) è sufficiente digitare https://www.eventbrite.it/e/biglietti-cera-una-volta-un-bambino-115067686548 . Per “Noi siamo il tricheco…” e “Bach to dance” https://www.eventbrite.it/e/biglietti-areadanza-urban-dance-festival-noi-siamo-il-tricheco-e-bach-to-dance-115084382486 .
“AreaDanza_urban dance festival”, partner della rete Intersezioni, è sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dal MiBACT (Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo), dal Comune di Udine, ProVenzone, Comune di Palmanova ed è realizzato in collaborazione con i Teatri di produzione del Fvg: CTA di Gorizia e Ortoteatro di Pordenone.
Per info e prenotazioni: 345 7680258 | info@arearea.it | Facebook

.

***

“Pojana e i suoi fratelli”

È tutto pronto a Turriaco per ospitare “Pojana e i suoi fratelli”. Andrea Pennacchi, nelle vesti dell’imprenditore veneto protagonista della fortunata serie di incursioni televisive a Propaganda Live, sarà infatti ospite, con un doppio e imperdibile appuntamento, nella cittadina bisiaca, nell’ambito di “Contaminazioni digitali- Festival urbano multimediale” (partner della rete Intersezioni).

LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO – Questa sera, dalle 19, in piazzale Faidutti, l’attore veneto incontrerà Pippo Civati, ex parlamentare oggi editore e autore per la casa editrice People. Al centro del dialogo, due opere fresche di stampa “Pojana e i suoi fratelli”, di Pennacchi, e “Una meravigliosa posizione” dello stesso Civati. Gli autori discuteranno di libri e quindi di società, del nostro tempo, di politica. Civati è infatti uno dei fondatori di People, casa editrice che si propone di raccontare e indagare il cambiamento nella società, offrendo un punto di vista laterale sul presente e sul suo divenire, con il fuoco sulle persone, le loro storie e idee. Con le sue centoquarantaquattro pagine, il volume di Pennacchi racconta una schiera di personaggi che ruotano attorno all’imprenditore veneto Franco Ford, detto Pojana, in tutte le loro ossessioni, la rabbia, la disperazione e l’ignoranza. Da maschere goldoniane a specchio di una società intera. «Sembra di vederli – si legge nella prefazione di Natalino Balasso -, questi recordmen del Select, questi artisti del mandrino, questi rampolli dell’Orso Padano. Sembra vederli stagliarsi contro nubi tizianesche, la mattina presto, sulla tolda del loro John Deere 5M; o guidare un camion di spurghi; o scendere dall’appartamento al capanón, tutti i giorni alle prese con le intemperanze del Stato o con le bizzarrie dea fatura eletronica».
LO SPETTACOLO – Alle ore 21, “Pojana e i suoi fratelli” dalle pagine del libro si trasferiranno sul palco di piazza Libertà. Ad accompagnare, dal vivo, Pennacchi ci saranno Giorgio Gobbo e Gianluca Segat. Pojana, è un avido padroncino del Nordest ossessionato da i schei e dal suo, per nulla velato, razzismo. Sfoggia senza remore opinioni durissime (nutrite dal pregiudizio) in merito ai tempi incerti che vivono il Nordest e il Paese tutto. La banda di Propaganda Live (La7) l’ha voluto sul suo palco, e lui si è rivelato appieno per quel che è: un demone, piccolo, non privo di saggezza ma non particolarmente in alto nella gerarchia infernale, che usa la verità per i suoi fini e trova divertenti cose che non lo sono, e che è dentro ognuno di noi. Ed eccolo qui, con tutti i suoi fratelli, a raccontare storie con un po’ di verità e un po’ di falsità mescolate, per guardarsi allo specchio.
A SEGUIRE – Al termine dello show, dalle 22.30, sarà la volta di Dadavisioni, concerto multimediale del collettivo musicale Minimal Klezmer, uno spettacolo interdisciplinare in cui su un canovaccio di echi remoti si dipana senza freni l’improvvisazione, in cui lo spirito più tragico, irriverente e meticcio della musica klezmer pulsa fra tradizione e sperimentazione. Ad anticipare lo spettacolo di Pennacchi, invece, ci penserà Turriaco_Hosting, del collettivo LunAzione, una performance itinerante con cuffie wireless che partirà alle 18 da piazza Libertà e racconterà Turriaco e la sua comunità da punti di vista inediti, personali, intimi e collettivi.  Da segnalare il primo agosto, alle 21.30 in piazzale Faidutti, anche Wilder Boy della Compagnia romana Dynamis, uno spettacolo teatrale multimediale che indaga i temi della solidarietà e della paura dell’ignoto intrecciando racconto, fotografie e filmati di repertorio, scandagliando credenze e mitologie e mettendo al centro la comunità e le sue contraddizioni. Contaminazioni digitali si sposterà a Capriva del Friuli (7 e 8 agosto) per chiudere a Duino-Aurisina (12-13 settembre).
IL FESTIVAL – Contaminazioni digitali, spin-off di Invisibile Cities, è un progetto del Comune di Turriaco, organizzato dall’associazione 4704, co-finanziato da Regione Friuli Venezia Giulia, Camera di Commercio della Venezia Giulia, Comune di Capriva del Friuli. È in rete con Intersezioni e Bando Open Creazione Urbana contemporanea. Il progetto è organizzato in collaborazione con ARS. Arti, relazioni, scienze all’interno di Science in the city – Festival Trieste 2020. La sua mission è portare i linguaggi del contemporaneo nei piccoli paesi del Friuli Venezia Giulia, intercettando nuovi pubblici, coinvolgendo le comunità, favorendo la partecipazione. Il festival è itinerante e diffuso, partecipato: attraverso la formula della residenza artistica infatti, l’associazione 4704, che organizza l’evento, promuove il lavoro di artisti giovani ed emergenti, favorendo la realizzazione di progetti site specific, lavorando sul territorio e con le persone che lo abitano.

Andrea Pennacchi

PROGRAMMA TURRIACO

31 luglio
> alle 18, partenza da Piazza Libertà
Turriaco_Hosting, Collettivo LunAzione, Performance itinerante con cuffie wireless
> alle 19, piazzale Faidutti
Il Pojana incontra Pippo Civati, Presentazione casa editrice People
> alle 21, piazza Libertà
Andrea Pennacchi, Pojana e i suoi fratelli, Spettacolo teatrale
> alle 22.30, piazzale Faidutti
Minimal Klezmer in Dadavisioni, Concerto multimediale
> dalle 22 alle 23.30, piazza Libertà
Boll – Io e Loro, Paolo Scoppola, Installazione interattiva

1 agosto
> 18 e alle 19, partenza da Piazza Libertà
Turriaco_Hosting – Collettivo LunAzione, Performance itinerante con cuffie wireless
> alle 21.30, piazzale Faidutti
Wilder Boy, Compagnia Dynamis, Spettacolo teatrale
> dalle 22 alle 23.30, piazza Libertà
Boll – Io e Loro – Paolo Scoppola, Installazione interattiva

Info: contaminazionidigitali | Facebook | segreteria@quarantasettezeroquattro.it

—^—

In copertina e all’interno AreaDanza a Udine in tre belle immagini scattate da Benedetta Folena.

 

Hits: 39

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento