È arrivata anche la lettera E, l’installazione diffusa nel centro storico della città – dove il pubblico del festival ha chiesto potesse rimanere – si arricchisce di un carattere essenziale per comporre parole e, soprattutto, per scrivere il nome del festival che, assieme al Comune, ha lanciato il progetto Alfabetiere: pordenonelegge! La lettera E è stata posizionata nella mattinata di ieri nell’intersezione tra Via Brusafiera e Via Bertossi. Ora sono solo cinque le lettere in attesa di adozione: j, q, x, y, z. L’iniziativa dell’Alfabetiere, promossa con il Comune di Pordenone da Fondazione Pordenonelegge, è nata come campagna di fundraising e al tempo stesso come un grande progetto di arredo urbano, su idea di Patrizio De Mattio dello Studio DM+B & Associati di Pordenone, e su realizzazione della ditta Antoniolli di Pordenone.

Ma vediamo chi ha reso possibile questa installazione diffusa con la sua “adozione”: la lettera a, è stata realizzata grazie al contributo di Antoniolli srl; per la b, va ringraziata la Farmacia De Lucca; a seguire, la c è stata adottata dall’Associazione il Capitello – Falegnameria Innocente Luigino, la d da De Blasio Associati; la e da Ermanno Bon Sicurezza e Ambiente, mentre la f da Fondazione Ado Furlan Pordenone – Spilimbergo; Giovanni Pavan ha scelto la g; Oesse Scambiatori di calore la h; mentre l’Interporto Pordenone la i; il Comune di Pordenone ha optato per la K; il Collegio Notarile di Pordenone per la l; la m è stata realizzata con il sostegno di Marcolin Covering, la n di Ferronato; la o di Confcooperative; Fondazione Pordenonelegge ha reso possibile la fabbricazione della p, Rina Rigo della r; Ciganotto Cinelli Salvato Mangione Commercialisti della s; Tirelli Medical Group della t; l’Unione Industriali di Pordenone ha “adottato” la u; e infine, Enrico Varesco la v, mentre Trade Wood Company la w.

Ma il “dono” delle 26 lettere non si esaurisce con il Parco letterario: è infatti disponibile su richiesta anche l’ “Alfabetiere dei poeti”, il booklet della 20ma edizione della Festa del Libro. Una raccolta di 26 poesie composte da altrettanti autori che hanno “giocato” all’alfabeto e regalato i loro versi per questa raccolta, ricordo tangibile di un’edizione speciale. Dalla “A” della poesia “Assillo” di Luciano Cecchinel, alla “Z” dei versi composti dal direttore artistico di pordenonelegge Gian Mario Villalta. E oltre a loro – in ordine rigorosamente alfabetico, dalla B alla Y – Maddalena Lotter, Laura Pugno, Bernardo De Luca, Paolo Maccari, Eleonora Rimolo, Tommaso Di Dio, Francesco Maria Tipaldi, Maria Borio, Sebastiano Gatto, Franco Buffoni, Gian Maria Annovi, Giulia Rusconi, Alessandro Bellasio, Daniele Mencarelli, Stefano Dal Bianco, Maria Grazia Calandrone, Ivan Crico, Giovanna Rosadini, Naike Agata La Biunda, Tiziano Broggiato, Clery Celeste, Marco Pelliccioli, Azzurra D’Agostino, Francesca Serragnoli. Info www.pordenonelegge.it

L’Arlecchino Errante
si congeda a Montereale

Ultimo appuntamento oggi con L’Arlecchino Errante, 23ma edizione, che ha avuto per tema “Genio e Regolatezza”: il festival che dedica la Commedia dell’Arte al Teatro Contemporaneo. Conclusione dunque oggi al termine di un intenso mese che ha visto proporre 36 spettacoli per tutte le età a Pordenone e non solo, visto che con la sezione “Contrade in scena” si è toccato anche il territorio, come nel caso del gran finale che è in programma a Montereale Valcellina. La compagnia Hellequin dalle 15 nel parco comunale del Dominu (in caso di maltempo centrale di Malnisio) proporrà l’animazione teatrale Circo parco bosco per grandi e bambini (e alle 16.30 merenda per tutti). Alle 17 spettacolo Bang Bang con Daria Sadovskaia e Martina Santelia, regia di Ferruccio Merisi, direzione dell’animazione Claudia Zamboni e sponsor tecnico Cooperativa Itaca. Il nuovo spettacolo vede come protagonisti i clown Biely e Avost, il Bianco e l’Augusto, rispettivamente in lingua russa e friulana. Essi sono la forma fondamentale delle coppie tradizionali di clown: il Bianco fa la parte dell’intelligente e del virtuoso e l’Augusto quella del monello e dell’imbranato. I due clown a colpi di gag comiche creano una trama di scherzi, dispetti, alleanze, che alla fin fine sono la sostanza di una forte e sincera amicizia. Come quella che solo due bambini vivaci e appassionati sanno incarnare.

—^—

In copertina e all’interno arrivo e posizionamento della lettera E dell’Alfabetiere a Pordenone.

Hits: 42

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento