di Gi Elle

Il panorama artistico del Friuli Venezia Giulia offre in questi giorni due interessanti appuntamenti a Udine, dove la storica Galleria La Loggia diretta da Maristella Cescutti inaugura il nuovo anno espositivo, e a Reana, nella Vetrina del Rojale. Vediamo, allora, di che cosa si tratta.

UDINE – Domani, sabato, alle 18.30 si apre alla Galleria La Loggia, di piazza Libertà 11, vernice per la prima mostra del 2020 con l’esposizione delle opere di Bl@ck M@ntid Massimiliano Taddio,  “un ragazzo”  di 51 anni  che presenta per la prima volta a Udine i suoi lavori. Una rassegna particolare che punta il dito sulle diversità, l’abuso di potere, il malessere sociale raccolto in una poetica dark collegata anche alla musica. I materiali con cui l’artista realizza le sue opere proviene sempre da un riciclo che interagisce con i colori acrilici. Massimiliano Taddio, che proviene da una famiglia di artisti e fotografi udinesi, ha scelto lo pseudonimo di Mantide Nera per la sua eleganza e aggressività, e le opere esposte sono il frutto del suo impegno artistico degli ultimi due anni. La rassegna sarà visitabile fino al 20 febbraio, ogni giorno dalle 17.30 alle 19.30, festivi 11-12.30, lunedì chiuso.

REANA – Alla Vetrina del Rojale, il noto spazio espositivo che si trova a Remugnano proprio di fronte al palazzo municipale, da qualche giorno è protagonista Antonella Peresson con la mostra “La percezione dell’astrazione” che sarà visitabile fino al 29 febbraio con questi orari: martedì-giovedì 10-12, venerdì-sabato 15-18, per appuntamento telefonando ai numeri 3494244611 o 3356046794. L’inaugurazione ufficiale è invece fissata per venerdì 31 gennaio, alle 18, quando le opere saranno presentate dal critico d’arte Vito Sutto.

Un quadro di Antonella Peresson.

—^—

In copertina, un’opera di Massimiliano Taddio da domani alla Galleria La Loggia di Udine.

 

Hits: 305

Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento