di Giuseppe Longo

AVIANO – Non ci sarebbe potuto essere esito migliore per la decima edizione del Concorso giornalistico nazionale, annuale, multimediale, multilingue “Premio Simona Cigana”, la cui cerimonia conclusiva, con la consegna dei riconoscimenti, è avvenuta nello splendido salone d’onore di Palazzo Carraro-Menegozzi, nel centro di Aviano, con la regia del Circolo della Stampa di Pordenone guidato da Pietro Angelillo.
E per sottolineare l’importanza di questi primi dieci anni del Premio – intitolato alla giornalista avianese morta prematuramente dodici anni fa durante il proprio lavoro (in prima fila i suoi genitori) -, ma per rendere giusto merito anche ai suoi organizzatori, è intervenuto addirittura il presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, il quale si è soffermato, non senza esprimere preoccupazione, sul delicatissimo momento che sta attraversando la stampa italiana. “Una presenza significativa – aveva sottolineato lo stesso Angelillo -, perché Verna è il massimo esponente di una categoria che sta lottando per la sopravvivenza del giornalismo come garanzia della vita democratica del nostro Paese. Proprio come avrebbe fatto anche la nostra Simona”.

I premiati con i genitori di Simona.

Dei temi scottanti sul tappeto che riguardano sia i giornalisti impegnati nelle redazioni, ma soprattutto i giovani che aspirano a questa professione, tanto affascinante quanto problematica – e pure i pensionati, vista la difficile situazione in cui si dibatte da tempo l’Istituto di previdenza -, Verna aveva parlato il giorno precedente a Trieste, durante la riunione del Consiglio regionale dell’Ordine, presieduto da Cristiano Degano – anch’egli intervenuto alla festa avianese –, e prima ancora nel corso di due incontri con il sindaco del capoluogo giuliano e con il governatore Fvg. E a Carlo Verna il Circolo della stampa di Pordenone ha conferito il titolo, graditissimo, di “socio onorario”.
La cerimonia era stata aperta dalla lettura di alcuni brani poetici di Simona Cigana, proposti dalla giornalista Angela Mormile. Al termine dei vari interventi, tutti tesi a sottolineare non solo l’importanza del Concorso, con cui si premiano quanti nell’anno in questione si distinguono nel proprio lavoro, ma appunto anche il ruolo che la stampa ha per la crescita e l’affermazione dei valori democratici e di libertà, è seguita la consegna dei numerosi riconoscimenti – uno dei quali, molto gratificante in quanto fuori concorso, è stato attribuito pure a chi scrive -, il cui elenco completo, corredato dai titoli delle varie sezioni e dalle motivazioni, potrà essere consultato al termine di queste brevi note. La proclamazione dei vincitori è stata fatta dalla giornalista Alessandra Montico con il coordinamento del collega Lucio Leandrin. Con il leader nazionale Carlo Verna, oltre al citato Cristiano Degano, presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti, e ai consiglieri nazionali Paola Dalle Molle e Piero Micoli (stampa sportiva), c’erano anche il sindaco di Aviano, Ilario De Marco Zompit, che ha fatto gli onori di casa assieme allo stesso presidente Angelillo, l’assessore alle Pari opportunità del Comune di Pordenone Guglielmina Cucci e l’inviato Gr3 Rai, Daniela Morgera. Anche a quest’ultimi è stato attribuito il riconoscimento di “socio onorario” del Circolo. Inoltre, per Assostampa Fvg erano presenti Alessandra Betto e Clelia Delponte, rispettivamente fiduciaria e vice per Pordenone.

Nell’occasione, sono state presentate anche l’11ª edizione del Concorso, 2019-2020, e due manifestazioni collegate con il “Premio”: il libro sulla vita di Simona Cigana e la seconda edizione di “Futuro Contemporaneo”, il festival della scienza, del pensiero e della cultura.
E ora, dopo questo importante adempimento, l’attività del Circolo della Stampa continua con le sue molteplici attività. La serie è stata aperta ieri da un workshop, organizzato in collaborazione con Google NewsLab, che si è concentrato sull’utilizzo degli strumenti di ricerca di Google, l’uso di Google Trends, della Ricerca inversa di immagini, Street View e Google Earth per la verifica di informazioni. Sabato prossimo, 21 dicembre, alle 13, “Da Gelindo”, a Vivaro, appuntamento invece con il “Meeting d’Inverno”, il tradizionale pranzo di fine anno, ospiti, come lo scorso anno, della calda cornice del ristorante dei Magredi. Prenotazioni ai seguenti numeri telefonici: Pietro Angelillo, 3332592294, Lucio Leandrin, 3427727373.

Un momento della cerimonia.

 

10° PREMIO SIMONA CIGANA

Vincitori e motivazioni del Concorso giornalistico Nazionale, Annuale, Multimediale, Multilingue “Premio Simona Cigana” – 10ª edizione 2018-2019, dedicato al Friuli Venezia Giulia.

SEGNALAZIONI FUORI CONCORSO
Giornalisti scrittori:

GIOVANNI BATTISTA MARTELLOZZO
(Diploma di Segnalazione Speciale della Giuria)
Autore del libro “Hanno sparato alla luna”, Ctl Editore, Livorno, maggio 2019.
Romanzo colto e popolare, racconto tra realtà e fantasia dedicato a due momenti della vita dell’autore. Il priomo si riferisce agli anni in cui, bambino, viveva in un paese di campagna del Padovano, durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato dopoguerra. Il secondo comprende i decenni successivi tra speranze e delusioni di una generazione. Con una conclusione amara e un avvertimento: attenzione, perché “il sole e la luna continueranno a splendere, ma solo perché sinora a sparare agli astri non si è ancora arrivati. Ma chissà…”.

Testate giornalistiche

CHIARA PIPPO
Direttrice responsabile di “UP! Economia”
(Diploma di Segnalazione speciale della Giuria + Sigillo del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia)
Il riconoscimento va all’intera redazione e, in particolare, alla direttrice responsabile di questa rivista mensile edita dalla Camera di Commercio di Pordenone e Udine, nata dall’unione tra i due enti camerali storici che erano espressione di due province dello stesso territorio friulano. Quell’unione, in parte sofferta, però meditata e matura, ha saputo trovare l’intesa per superare la crisi economica unendo le proprie forze e le proprie prospettive in un mercato globale dove emerge chi ha visioni e progetti ampi e di prospettiva.

°°°

GIUSEPPE LONGO
Fondatore e direttore dei siti web friulivg.com e vigneto.friulivg.com (Diploma di Segnalazione speciale della Giuria).
Esempio di valorizzazione del territorio del Friuli Venezia Giulia, della sua economia, delle sue tradizioni e dei suoi eventi pubblici attraverso un’informazione continua e aggiornata, frutto di passione e di grande esperienza giornalistica.

CATEGORIA GIORNALISMO
SOCIALE/ INFORTUNI SUL LAVORO

1° PREMIO

Luisa Pòzzar (Diploma della Giuria + Assegno di € 1.000)
Per il servizio: “Amianto, si muore in silenzio” (Avvenire, Milano, 15 dicembre 2018)
Descrizione circostanziata e analisi chiara delle conseguenze sanitarie e sociali di una pesante realtà, il mesotelioma, frutto della tendenza che ha favorito il profitto ai danni delle persone, come indica l’iscrizione sul monumento alle vittime dell’amianto, a Monfalcone, dove la malattia fa paura ed è un tabù sociale.

CATEGORIA GIORNALISMO TURISTICO AVIANESE E PEDEMONTANA
1° PREMIO TURISMO/AVIANESE

Sigfrido Cescut (Diploma della Giuria + Assegno di € 1.000)
Per il servizio “La troupe del regista Matanic da Cannes a Piancavallo per girare le scene di Alba” (Messaggero Veneto, Pordenone, 15 novembre 2018)
Descrizione circostanziata, piacevole e chiara di un evento non consueto per la zona, a beneficio del turismo di Piancavallo e dintorni: la presenza operativa, per il ciak, della troupe internazionale cinematografica del regista croato Dalibor Matanic, premiato a Cannes.

°°°

1° PREMIO TURISMO/PEDEMONTANA

Lorenzo Padovan (Diploma della Giuria + Assegno di € 1.000)
Per il servizio “Riparte il treno friulano da 55 milioni” (La Stampa, Torino, 19 ottobre 2018)
Indagine circostanziata e analisi chiara delle conseguenze di una realtà turistica nella zona dei siti dell’Unesco, da sostenere e incoraggiare: la storica linea ferroviaria Sacile-Aviano-Maniago-Pinzano-Gemona, una difficile scommessa economica per la Regione e i Comuni interessati.

°°°

CATEGORIA GIORNALISMO ECONOMIA/ARTIGIANATO
SEGNALAZIONI SPECIALI

Emanuele Minca (Diploma della Giuria + Targa Confartigiano Pordenone)
Per il servizio: “I fratelli che resuscitano i mobili” (Il Gazzettino, Pordenone, 20 giugno 2019).
Servizio dedicato a due protagonisti dell’arte antica del restauro, fratello e sorella, che tramandano la passione e l’arte cinquantennale di famiglia con la costanza, la passione e il rispetto verso gli oggetti della nostra vita quotidiana, il cui valore è innazitutto affettivo.

°°°

Sabrina Vidón (Diploma della Giuria + Targa Coltivatori Diretti Pordenone)
Per il servizio: “Zafferano, l’oro rosso del Friuli” (Tv Capodistria, Capodistria, 18 novembre 2018).
Intervista a un protagonista della nuova agricoltura che si affianca all’artigianato nella valorizzazione di una coltura nuova e redditizia e diventa una delle espressioni più avanzate dell’economia del Friuli, come testimonia lo studio dell’Istituto italiano di tecnologia di Genova.

°°°

Giulia Sacchi (Diploma della Giuria + Targa Associazione Per le Antiche Vie)
Per il servizio: “Maniago città del coltello” (Messaggero Veneto, Pordenone, 28 gennaio 2019).
Esposizione accurata e ricca di spunti storici ed economici in un settore molto attivo nel mercato globale con la forza di progetti comuni che si rafforzano nel brend e nel marchio d’origine, nella qualità e nei prodotti di alta tecnologia come in quelli maggiormente legati alla tradizione.

°°°

Daiana Paoli (Diploma della Giuria + Targa Giunta Regione Autonoma FVG)
Per il servizio: “Viaggio nel mondo del caffè” (Rainews 24, Roma, Tg 25 giugno 2019).
Reportage che crea interesse e curiosità crescenti nei confronti del caffè, diventato ormai un brand triestino, regionale e internazionale, i cui “ingredienti” sono il lavoro, l’imprenditorialità, l’inventiva, la cultura, la tradizione e la capacità di caratterizzare il turismo, la gastronomia, il gusto.

°°°

SECONDO PREMIO

Elisa Marini ​(Diploma della Giuria + Assegno di € 500)​
Per il servizio: “La fisarmonica di Leonardo torna a casa” (Il Gazzettino, Pordenone, 13 settembre 2018)
Descrizione accurata che incuriosisce per l’oggetto del servizio giornalistico (la fisarmonica, unico strumento del genere, in grado di funzionare per riprodurre i suoni del Rinascimento), frutto dell’ingegno dell’artigiano che l’ha realizzato e del sostegno di un appassionato collezionista.

°°°

PRIMO PREMIO

Monika Pascolo (Diploma della Giuria + Assegno di € 1.000)
Per il servizio: “Da un secchio di rape l’idea che ha rinnovato la produzione di bótti” (Messaggero Veneto, Udine, 22 luglio 2018)
Esposizione accurata, dettagliata e coinvolgente, di una storia esemplare di passione e di intelligenza operativa, nella quale l’inventiva e la volontà di un artigiano trasformano un mestiere tradizionale in un’impresa innovativa all’altezza dei tempi, fra tecnologia ed export.

CATEGORIA GIORNALISMO SPORTIVO
SEGNALAZIONI SPECIALI

Amos D’Antoni (Diploma della Giuria + Targa Domovip Europa)
Per il servizio: “Dal calcio alle banche, addio a Italo Del Negro” (Messaggero Veneto, Udine, 18 maggio 2019).
Descrizione completa, quasi il ritratto, di un protagonista della vita del Friuli Venezia Giulia che, lasciata la professione sportiva, ha saputo diventare esponente del mondo economico come amministratore di istituti bancari e di istituzioni cooperative, a beneficio delle imprese e delle famiglie.

°°°

Pier Paolo Simonato (Diploma della Giuria + Targa Coni)
Per il servizio: “Modello Pordenone, la forza dei valori” (Il Gazzettino, Pordenone, 30 aprile2019).
Intervista all’allenatore del Pordenone calcio per descrivere il valore di una conquista senza precedenti nella storia della massima società sportiva cittadina e del Friuli Occidentale: la promozione in serie B. Servizio senza enfasi, pur nell’entusiasmo e nell’emozione del momento.

°°°

Davide Francescutti (Diploma della Giuria + Targa Coni)
Per il servizio: “Vecchietti? Ci divertiamo con il calcio camminato” (Messaggero Veneto, Pordenone, 5 febbraio 2019).
Il servizio evidenzia le caratteristiche, le adesioni e le emozioni di una disciplina sportiva che accomuna uomini e donne, normodotati e diversamente abili, a dimostrazione che lo sport è socialmente e fisicamente utile quando abbatte le barriere e l’agonismo esasperato.

°°°

SECONDO PREMIO

Matteo Femìa (Diploma della Giuria + Assegno di € 800)
Per il servizio: “Cozuh e Cerne capitani sloveni, icone del calcio senza confini” (Il Piccolo, Gorizia, 15 marzo 2019)
Servizio dedicato a due protagonisti del calcio, interpreti dello sport senza confini geopolitici, ricco di riferimenti culturali e storici che gli donano fruibilità, emozioni, unicità nel panorama spesso troppo involuto e roboante di certa prosa della cronaca e della letteratura sportiva.

°°°

PRIMO PREMIO

Melania Lunazzi ​(Diploma della Giuria + Assegno di € 1.000)
Per il servizio: “Notti in equilibrio” (Meridiani Montagne, n. 97, Marzo 2019)
Descrizione dal vivo, quasi fantastica, di un paesaggio suggestivo e impervio con il quale si confrontano gli sportivi estremi della montagna che sul Canin, tra Italia e Slovenia, hanno come meta un nuovo rifugio quasi inarrivabile, in bilico nel vuoto come una navicella spaziale.

CATEGORIA GIORNALISMO D’INCHIESTA
SEGNALAZIONI SPECIALI

Paolo Càutero (Diploma della Giuria + Targa di Carta Pordenone)
Per il servizio: “Frecce Tricolori, la Pan ha il suo poker rosa” (Il Gazzettino, Pordenone-Udine, 9.12.2018)
Realtà e prospettive delle pari opportunità che si realizzano nell’appartenenza alle Frecce Tricolori, la storica pattuglia acrobatica dell’Aeronautica italiana con sede a Rivolto. Storie di donne che hanno infranto i tabù e hanno saputo inserirsi in un settore di alta specializzazione.

°°°
Gabriele Giuga ​(Diploma della Giuria + Targa del Comune di Pordenone)
Per il servizio: “Scopriamo in sei puntate la nuova città del gusto” (Messaggero Veneto, Pordenone, 3 gennaio 2019)
Descrizione brillante e analisi originale della cucina, espressione di una città che cambia e a sua volta fattore di cambiamento della vita di un centro aperto al nuovo. Il risultato è un quadro sociale attraversato da un filo culturale che contribuisce a tenere vivo l’interesse del lettore.

Giorgio Simonetti, Emilio Vitaliano e Luana De Francisco con i presidenti Carlo Verna e Pietro Angelillo.

TRE PRIMI PREMI ex aequo

Giorgio Simonetti (Diploma della Giuria + Assegno di € 1.100)
Per il servizio: “Inquinamento, pesanti sospetti sui cementifici” (La Città, Pordenone, febbraio 2019).
Descrizione ampia e denuncia documentata delle cause persistenti dell’inquinamento tra Maniaghese e Spilimberghese. Indagine sui gravi danni alla salute e all’ambiente, conseguenze del cromo esavalente e delle ceneri da combustione dei rifiuti bruciati dai cementifici.

°°°
Emilio Vitaliano ​(Diploma della Giuria + Assegno € 1.100)
Per il servizio: “Cambiare il mondo insegnando la scienza” (BBC Scienze, versione italiana del mensile cartaceo britannico BBC Science Focus, Maggio-Giugno 2019)
Servizio completo sull’Itcp, il Centro internazionale di fisica teorica, l’istituto di Trieste che offre ai giovani talenti dei Paesi in via di sviluppo la possibilità di migliorare la propria istruzione con una formazione di alto livello. Un’istituzione unica al mondo, sorretta da molti Stati e dall’Onu.

°°°
Luana de Francisco ​(Diploma della Giuria + Assegno € 1.100)
Per il servizio: “Una rete di estorsioni, ricatti e minacce. Così la camorra è riuscita a insediarsi in Friuli”. (Messaggero Veneto, Udine-Pordenone,. 19 dicembre 2018)
Descrizione-denuncia dettagliata di una situazione pericolosa per un territorio come il Friuli, che, a torto, è stato ritenuto per troppo tempo estraneo all’infiltrazione della delinquenza organizzata. Elogio alle Forze di polizia che combattono ogni giorno il grave fenomeno malavitoso.

 

Ricordiamo, infine, che per giungere a una giornata importante come quella vissuta ad Aviano è stato necessario il consueto impegno del Circolo della Stampa di Pordenone, un’associazione di volontariato culturale impegnata a favore dei giornalisti e dei destinatari delle notizie, con il supporto degli sponsor: Bcc Pordenonese, Fondazione della Bcc Pordenonese, Famiglia Cigana, Comuni di Aviano e di San Vito al Tagliamento, Confartigianato Pordenone, Anmil Pordenone, Confcooperative Pordenone, Domovip Europa. Il concorso si avvale anche di importanti patrocinatori: Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia, Assostampa FVG, Unione stampa sportiva FVG, Consiglio regionale FVG, Giunta regionale FVG, Coni FVG, Comune di Pordenone, Coldiretti Pordenone, Carta di Pordenone, Associazione per le antiche vie e altri.

Un aspetto del salone d’onore.

—^—

In copertina, il presidente Angelillo con Carlo Verna, Guglielmina Cucci e Daniele Morgera,  nuovi “soci onorari” del Circolo della Stampa.

Hits: 156

, , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento