Arriva oggi, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine (ore 18.30), il nuovo tour teatrale di Vinicio Capossela, “Ballate per uomini e bestie”, che il cantautore irpino sta portando in questi giorni nei più importanti teatri classici, di tradizione ed enti lirici italiani. In questo concerto, inserito nel cartellone della rassegna Note Nuove, le trasformazioni della musica moderna, ideata e organizzata da Euritmica con il sostegno della Regione Autonoma Fvg, Capossela, fresco di Targa Tenco 2019 nella categoria “Miglior disco in assoluto”, presenta dal vivo il suo nuovo progetto discografico, un’opera di grande potenza espressiva e allegorica che proporrà dal vivo un canzoniere evocando un medioevo fantastico fatto di bestie estinte, cavalieri erranti, fate e santi, mettendo in mostra le similitudini e il senso di attualità che lo legano profondamente alle cronache dell’oggi. Alle creature che popolano l’ultimo album del cantautore si uniranno, come in una danza, i personaggi e le storie di alcuni dei suoi grandi successi.
Con queste parole Vinicio Capossela racconta lo spettacolo:  “Dopo la palestra degli ‘atti unici’ in luoghi e temi che hanno declinato le singole angolature delle ‘Ballate per uomini e bestie’, arriva il teatro luogo di rappresentazione dell’immaginario. Lo spazio scenico buio, come le grotte di Lascaux, da andare a riempire con bagliori, stralci di affreschi e strofe per rileggere il mondo con gli strumenti della poesia, della filosofia e della denunzia. Un viaggio nella terra in un momento in cui uomini e bestie non si distinguono nemmeno nel genere umano. Una cantata tra le creature che inizia dalle pitture rupestri e arriva all’evo medio prossimo, venuto attraverso un bestiario di varia umanità. Danze macabre al tempo della peste, nuove e antiche tentazioni, santi e inquisizioni nel rogo digitale”.
E ancora: “Il medioevo romantico e irragionevole dei preraffaeliti, le fiabe giocattolesche e fantasticanti di asini che diventano contadini, sirene che diventano ballerine, Marajà corruttori di innocenti; storie di rose e di figlie di fate, di carceri e di gabbie da zoo, tentativi di evasione e continue trasformazioni delle forme in divenire. Le Pleiadi e la galassia a spirale portata da una chiocciola. L’orsa della costellazione del cielo e l’orso buffone degli orsanti. E poi l’inverno, l’inverno dell’umanità, della guerra mai finita. L’inverno di un’orchestrina che suona nella neve di Auschwitz accompagnando festosamente l’immolarsi di sempre nuovi corpi espiatori e una madonna umile, fatta di conchiglie, per chi in mare non trova sepoltura. Una mareggiata di poveri cristi – conclude Vinicio Capossela – che non rinunciano a essere Uomini Vivi. Ovunque protetti nella metamorfosi continua e incessante che è la vita e che non lascia intatti uomini, bestie, natura e animali. Nemmeno in teatro”.

Il teatro visto da Valerio Trigari.

Biglietti online su Vivaticket e alla biglietteria del Teatro dalle ore 17.
Info: www.euritmica.it / +39 04321720214

—^—

In copertina, il cantautore Vinicio Capossela atteso oggi al Teatro di Udine. (Foto Simone Cecchetti)

Hits: 31

, , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento