di Gi Elle

A Valvasone, l’antico paese del Medio Friuli in riva al Tagliamento, da domani si torna già  respirare l’aria medioevale. Sono state ufficializzate, infatti, le date di “Medioevo a Valvasone”, la 27ma edizione della rievocazione storica che riporta alla sua età dell’oro il borgo friulano, uno dei più belli d’Italia: gli organizzatori del Grup artistic furlan hanno comunicato che la manifestazione si terrà dal 6 all’8 settembre. Ma, nell’attesa di svelare il tema di questa edizione 2019 e il programma, il sodalizio sarà impegnato proprio domani con la bella manifestazione “Bandiere e Tamburi”, ovvero il grande raduno di tamburini e sbandieratori del Friuli Venezia Giulia e del Veneto che ogni anno fa tappa in un borgo diverso e che quest’anno giunge alla sua sesta edizione.
“È un grande piacere per noi – ha affermato Sandra Bono, presidente del Gaf – poter ospitare quest’anno a casa nostra ‘Bandiere e Tamburi 2019’. Il Grup Artistic Furlan ringrazia il proprio gruppo di tamburi e sbandieratori “Lupi Feritas” per aver fortemente voluto e organizzato questa importante manifestazione interregionale. Il 30 giugno sarà un giorno di grande festa nelle piazze del borgo che si animeranno con esibizioni e spettacoli dei gruppi storici provenienti da Cordovado, Palmanova, Venzone, Conegliano, Spilimbergo e Cividale del Friuli. Si tratta di una manifestazione che farà da trait d’union e ci condurrà direttamente verso ‘Medioevo a Valvasone’”.
A “Bandiere e Tamburi” sono attesi più di 150 figuranti che raggiungeranno, da tutto il Friuli Venezia Giulia e dal Veneto, il borgo castellano per esibire il proprio virtuosismo.

La manifestazione prenderà il via in Piazza Libertà alle 11.45 con un primo spettacolo. Poi dalle 16 nelle piazze del borgo si terranno diverse esibizioni dei gruppi partecipanti. La conclusione avverrà alle 18 nel Brolo dell’ex Convento dei Serviti, con uno grande spettacolo finale e i ringraziamenti. Durante la giornata, sempre all’ex Convento, sarà attivo un fornito chiosco con possibilità di pranzo a menu fisso. La manifestazione, che vede il patrocino del Comune di Valvasone Arzene ed è organizzata in collaborazione con la Pro Valvasone e Borgo Antico di Valvasone, si inserisce all’interno dei tre giorni di festeggiamenti per i Santi Patroni Pietro e Paolo organizzati dalla Pro Loco e cominciati già ieri.

“Per quanto riguarda ‘Medioevo a Valvasone’ – anticipa Sandra Bono – ancora non possiamo svelare il tema sui cui stiamo già lavorando da tempo, ma confermiamo che anche quest’anno la manifestazione si svolgerà in tre giorni e che riproporrà i suoi momenti tradizionali come la cena medievale del sabato, la rappresentazione drammatica durante le tre giornate e la fiera con artigiani alle prese con antichi mestieri. In più sveliamo che anche quest’anno il sabato, a partire dall’ora di pranzo, sarà dedicato alle famiglie. Infatti, dopo la positiva sperimentazione dello scorso anno, il sabato pomeriggio saranno organizzati intrattenimenti e giochi pensati proprio per i bambini ”. In più, durante i tre giorni, taverne con i sapori dell’Età di Mezzo, soldati e dame, tamburini e sbandieratori per un programma con oltre mille figuranti in costume d’epoca, capace di richiamare migliaia di persone. Per maggiori informazioni: www.medioevoavalvasone.it.

—^—

In copertina e qui sopra tamburini e sbandieratori. (Foto Thomas Cantoni)

Hits: 48

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento