Sarà la storica Abbazia di Moggio Udinese a ospitare sabato prossimo, con un omaggio a Giuseppe Tartini, il debutto di “Carniarmonie”, manifestazione estiva di grande prestigio e suggestione che, dopo il lungo lockdown imposto da Coronavirus, riparte ancora più forte di prima. Il festival musicale della montagna friulana inaugura, infatti, la sua 29ª edizione, offrendo la bellezza di 41 concerti in meno di due mesi tra Carnia, Valcanale e Canal del Ferro. Tutti con ingresso gratuito, ma sarà necessaria la prenotazione ad ogni appuntamento compilando il form sul sito carniarmonie.it La grande kermesse musicale delle Alpi, capace di offrire concerti di indubbia qualità nei luoghi più significativi del territorio, rinnova e amplia le sue proposte artistiche nonostante le restrizioni dovute alle norme anti-Covid, nel rispetto massimo delle disposizioni e garantendo a tutti la massima sicurezza. In un eterogeneo e ricco ventaglio di eventi musicali, spaziando dalla classica alla contemporanea attraverso il jazz e le contaminazioni, “Carniarmonie” presenta un’estate musicale indubbiamente attrattiva e in sinergia con le diverse proposte turistiche, paesaggistiche e culturali in montagna.

L’Ensemble Vivaldi…

… e Massimo Mercelli.

Il concerto inaugurale è appunto fissato il 18 luglio, con inizio alle 20.45, nell’Abbazia moggese di San Gallo, per un evento organizzato in collaborazione con l’Ert. Ospite una formazione nota a livello internazionale, gloria d’Italia nel mondo. Nientemeno che l’Ensemble Vivaldi de “I Solisti Veneti” – di cui fa parte anche l’udinese Lucio Degani – assieme al noto flautista Massimo Mercelli, per un concerto dal titolo “Omaggio a Tartini”, ricorrendo i 250 anni dalla morte del compositore e virtuoso di Pirano d’Istria, tra sue composizioni e opere dello stesso “prete rosso”. In programma di Giuseppe Tartini il Concerto in sol maggiore per flauto e la Sonata in sol minore “Il Trillo del Diavolo”. Di Antonio Vivaldi, invece, tre concerti: “La Notte” in sol minore, “La tempesta di mare” in fa maggiore e “Il Gardellino” in re maggiore. Riconosciuto a livello mondiale, l’Ensemble Vivaldi vanta centinaia di concerti nelle sale, stagioni e rassegne più importanti nel panorama internazionale. Con loro Massimo Mercelli che, tra i tanti primati, è il flautista al mondo che vanta le più importanti dediche e collaborazioni con i maggiori compositori. Hanno scritto per lui, o ha eseguito, le prime assolute di personalità del calibro di Penderecki, Gubaidulina, Glass, Nyman, Bacalov, Galliano, Sollima ed Ennio Morricone, che ci ha lasciato appena pochi giorni fa.

Francesco Bearzatti

Il giorno dopo, domenica 19 luglio, sempre alle 20.45, c’è il grande jazz di Francesco Bearzatti & The Bears, con il noto leader al clarinetto e sax tenore, assieme al contrabbassista Alessandro Turchet e al batterista Luca Colussi. Un trio da favola per composizioni, appunto, di Francesco Bearzatti. Questo all’aperto, nel retro della Chiesa della Beata Vergine del Rosario e San Daniele Profeta, ad Ampezzo, in caso di maltempo nel Teatro della scuola materna. Bearzatti unisce ai suoi lavori una cultura multiforme e inquieta, confluita in progetti trasversali, dal Bizart Trio alla rilettura dei brani dei Led Zeppelin o al concept italoamericano Sax Pistols. Questo progetto musicale iniziato a Parigi e che ora continua in Italia ha un approccio sanguigno tipico di una formazione pianoless.
Mercoledì 22 luglio, stessa ora, nella Pieve di Santa Maria Maddalena, a Invillino di Villa Santina, tra composizioni di Dvořák, Moor, Pachelbel, Purcell, Bach e Händel, c’è l’originale “Vox & Cello”, ensemble composto dalla voce di Federica Vinci e dal quartetto violoncellistico Lumen Harmonicum, composto da Cecilia Barucca Sebastiani, Massimo Favento, Anna Molaro e Andrea Musto. Un nuovo mondo di suoni grazie a loro, per una formazione del tutto originale, tra prime esecuzioni di preziosità musicali dimenticate del Romanticismo mitteleuropeo e immersioni sonore nel Barocco europeo, eseguite da una nuova e insolita formazione.

Federica Vinci

Per le prenotazioni – necessarie per assistere a tutti i concerti – visitate il sito www.carniarmonie.it e compilate l’apposito form per ciascun appuntamento (escluso il 28 agosto). Le prenotazioni devono essere effettuate entro le 13 del giorno del concerto (nel caso di domeniche o festivi, entro le 13 del giorno precedente). Le restanti importanti indicazioni sono indicate chiaramente sul sito che sarà sempre aggiornato e che si invita a visionare con frequenza.

Per ulteriori informazioni: www.carniarmonie.it, info@carniarmonie.it

—^—

In copertina, il riccio di un violoncello dei Lumen Harmonicum che può essere preso come simbolo di “Carniarmonie 2020”.

Hits: 198

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento