di Gi Elle

I cinquemila presepi allestiti in Friuli Venezia Giulia per le feste di Natale hanno riscosso così tanto successo, un vero e proprio record, che il Comitato regionale delle Pro Loco, sull’onda dell’entusiasmo suscitato da questi risultati, ha deciso di istituire una “scuola” di formazione per presepisti, così da elevare ulteriormente la qualità degli allestimenti. L’ha annunciato sabato scorso il presidente Valter Pezzarini durante la cerimonia conclusiva di “Presepi in Villa Manin”, esposizione di un centinaio di presepi provenienti da tutta la regione come anche dal resto d’Italia (ma c’era pure una Natività dalla Tanzania). Un evento organizzato per la decima volta nel complesso dogale dal Comitato regionale Unpli durante le festività. Una bella notizia, insomma, proprio per festeggiare i dieci anni di questa iniziativa natalizia che ha registrato un esaltante crescendo a ogni edizione, tanto da stimolare a fare sempre meglio. E gli sforzi di chi ha lavorato con così tanta dedizione sono stati ampiamente ripagati.
E sapete quali sono i primi tre presepi più apprezzati dal pubblico fra quelli esposti a Villa Manin? Son quelli realizzati da Michele Vignando, Chiara Bertoia e Giuliano Petracco.

Michele Vignando

Chiara Bertoia

Giuliano Petracco

“Complimenti a voi – ha esordito Pezzarini, rivolgendosi al folto pubblico dei presepisti, riuniti per la cerimonia di premiazione –, per la vostra passione e la vostra grande manualità: avete creato delle opere che hanno emozionato, testimonianza allo stesso tempo di fede e tradizione”. Nell’occasione – e non poteva esserci una migliore – Pezzarini ha svelato i numeri record di questa edizione del Progetto Presepi: a Villa Manin sono stati 30 mila i visitatori che hanno ammirato le 108 opere in esposizione nell’Esedra di Levante. E’ stato pertanto tributato un applauso speciale alla squadra del Comitato che ha curato l’allestimento e soprattutto alla signora Lia Furlanis che ha garantito l’apertura lungo tutto il periodo della mostra.  A questi si aggiungono, su tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia, altri 130 mila visitatori nei 216 siti del “Giro Presepi”, nel quale sono stati curati degli itinerari turistici assieme a PromoTurismoFvg, nonché oltre 2 mila persone nella Galleria Tina Modotti di via Paolo Sarpi a Udine dove assieme al Comune è stata realizzata una nuova mostra.

La cerimonia mentre parla Pezzarini e la sala gremita di presepisti.

“Una manifestazione davvero importante – ha aggiunto il consigliere regionale Mauro Di Bert, che ha portato anche il saluto del presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zaninsia sotto l’aspetto religioso che turistico, visto il grande richiamo che sa generare”. Sono intervenuti pure l’assessore comunale di Codroipo, Tiziana Cividini (presente anche il collega di giunta Graziano Ganzit), che ha sottolineato il valore del progetto anche per come sa coinvolgere artisti di tutte le età, l’assessore comunale di Udine Maurizio Franz che ha auspicato la crescita della mostra allestita nel capoluogo friulano, visto il riscontro positivo di questa prima edizione, ed Edgarda Fiorini, consigliere della Fondazione Friuli che ha lodato la sapienza delle mani dei maestri presepisti. Tutti hanno poi premiato gli artisti assieme al rappresentante di CiviBank Andrea Castellarin.
Pezzarini ha quindi annunciato – come dicevamo all’inizio – che, assieme a uno degli artisti, Claudio De Lucchi, che ha partecipato a tutte le edizioni di “Presepi in Villa Manin”, sarà avviata nei prossimi mesi una scuola di formazione per presepisti targata Pro Loco, in modo da insegnare come realizzare manualmente delle Natività coinvolgenti, emozionanti e capaci di unire fede e tradizione.

Rivelata anche la classifica di gradimento da parte dei visitatori, che al termine della visita nell’Esedra di Levante sono stati invitati a indicare il loro presepe preferito: come dicevamo, primo posto per Michele Vignando, secondo per Chiara Bertoia, terzo Giuliano Petracco. Al quarto posto si è classificato invece Innocente Janes – Gruppo presepi Polcenigo, al quinto Nino Bidini, mentre una menzione speciale è andata alla scuola primaria “Giuseppe Ellero” di Tricesimo. Emozionante applauso, infine, alla memoria di Pietro Nonis, uno dei presepisti storici della mostra venuto a mancare nel corso dell’ultimo anno, ma una cui opera, grazie alla disponibilità della famiglia, è stata inserita nell’esposizione.

I tre presepi di Innocente Janes.

Ricordiamo, infine, che “Presepi Fvg” è un’iniziativa a cura del Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro Loco d’Italia con il sostegno della Fondazione Friuli. Il progetto gode del patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Udine e del Comune di Codroipo, nonché della collaborazione con il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Erpac-Ente regionale per il Patrimonio culturale Friuli Venezia Giulia – Villa Manin, PromoTurismoFvg, Società Filologica Friulana, Messaggero Veneto e con il contributo di CiviBank. Media partner Il Friuli e Telefriuli.
E ora arrivederci all’undicesima edizione. Il grande successo di questa sarà indubbiamente uno stimolo fondamentale per fare ancora meglio. Anche perché, nella prossima edizione, si potranno vedere – almeno così pare di capire – i primi frutti della scuola presepisti che il Comitato Pro Loco Fvg intende quanto prima realizzare. Buon lavoro!

Nino Bidini

Pietro Nonis (alla memoria)

—^—

In copertina, il presepe della scuola “Giuseppe Ellero” di Tricesimo.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento