Hits: 8

Il portale di Radio Magica da ieri e per le giornate che ci separano dal Natale ha in programma un nuovo progetto legato alle storie e ai racconti, questa volta dedicate ai bambini dai tre ai sei anni: un allegro regalo da condividere in famiglia, “scartando” ogni giorno una audio-storia fino al 25 dicembre.
Nata in seno al progetto “Un Villaggio per Crescere” del Centro per la Salute del Bambino-onlus e finanziato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini” (Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile) e dalla Fondazione Zanetti, la nuova iniziativa di Radio Magica è la trasmissione “Cucù&Company”: 12 puntate per altrettanti racconti, tutti dedicati al tema del tempo. Quando sarà di nuovo domani? Perché il tempo del gioco finisce subito? E la mamma quando torna a casa? Queste sono solo alcune delle domande che i bambini si pongono continuamente perché hanno a che fare con una misura a loro sconosciuta.

Lella Costa


Protagonista delle puntate è uno speciale orologio, i cui elementi parlanti sono organizzati in una vera e propria azienda, la Cucù&Company. Al suo vertice c’è Cucù, datore di lavoro inflessibile che si avvale di tre fidate collaboratrici Cortina, lancetta delle ore, corta e lenta, Lunghetta, la lancetta dei minuti, molto veloce e scattante, e infine Smilza, lancetta dei secondi, spensierata e molto dinamica. La Cucù&Company – autrici dei testi Francesca Mariucci e Serena Musicò della Scuola di scrittura “Bottega Finzioni” – va in soccorso dei bambini in difficoltà a gestire il tempo e in ogni episodio risolve un problema concreto dei piccoli ascoltatori. Primi destinatari del progetto sono proprio i Villaggi, ossia le comunità educanti nate grazie al progetto nazionale “Un Villaggio per Crescere” proposto dal Centro per la Salute del Bambino onlus. I Villaggi, attivi in 10 città di 8 regioni in aree a rischio di povertà educativa, offrono ai genitori e ai loro bambini attività di lettura, gioco, musica, giardinaggio. “Ascoltare insieme – dichiara Giorgio Tamburlini, pediatra e ideatore dei Villaggi- è vitamina per il cervello. Per questo va incoraggiato come buona pratica fin dai primi mesi di vita”.
Come per gli altri progetti di Radio Magica – nata nel 2012 all’Università Ca’ Foscari e oggi supportata dall’Università di Udine, dove ha la sede operativa, grazie all’impegno della sua fondatrice, la ricercatrice universitaria Elena Rocco – tutti possono accedere alle puntate ascoltandole direttamente o scaricandole dal portale. Radio Magica, che ha come madrina l’attrice Lella Costa, si basa sull’importanza dell’ascolto come elemento inclusivo e come competenza trasversale per chi ha bisogni “speciali”, ma non solo. Proprio in queste settimane è stato lanciato il Manifesto per il Diritto all’Ascolto, perché “ascoltare” non significa semplicemente “udire”, significa mettersi in relazione, sviluppare empatia: il bambino che sa ascoltare sa anche rispettare l’altro.

—^—

In copertina e qui sopra il logo della bella iniziativa per i bambini.

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento