Hits: 6

Conto alla rovescia per Pordenonelegge 2020 che si annuncia con una importante novità legata all’emergenza sanitaria. Fondazione Pordenonelegge ha infatti comunicato che, a seguito della riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, la capienza Teatro Verdi è stata ampliata da 200 a 360 posti per gli incontri del 21° festival letterario 2020, sempre nel massimo rispetto delle norme di distanziamento previste a seguito della pandemia Covid-19. Sarà quindi possibile accedere a una “last call” di prenotazione per i posti ancora liberi negli incontri calendarizzati al Teatro Verdi e in alcune ulteriori location fra mercoledì 16 e domenica 20 settembre. Disponibili, quindi, anche diversi posti per l’evento inaugurale di mercoledì, la lezione sul tema della “Fratellanza” del saggista e psicoanalista Massimo Recalcati, in programma al Verdi alle 18.30, accessibile anche in streaming sulla Pnlegge TvV e sui social di Rai Cultura.
La modalità per prenotare è semplicissima: nella giornata di martedì 15 settembre chiunque potrà accedere al sito del festival, pordenonelegge.it, posizionandosi, nell’area del programma, sugli eventi ancora prenotabili, per i quali si visualizzerà il tasto nero con la scritta “prenota”. Sarà facile così perfezionare la propria prenotazione, per la quale arriverà conferma a prenotazione avvenuta e a seguire arriverà l’assegnazione del posto a sedere. Si ricorda che grazie alla Pnlegge Tv tutti potranno seguire il festival in presa diretta, da mercoledì 16 settembre, semplicemente cliccando sul link https://www.pordenonelegge.it/tv Sono previsti ogni giorno da 5 a 6 incontri in video diretta streaming, oltre a molti incontri in rapida differita e a contenuti extra e interviste con i protagonisti.

Lo staff dirigenziale.

In città e sette paesi

Pordenonelegge 2020, la 21ª edizione della Festa del Libro torna dunque in presenza nel cuore della città e si irradia in 7 centri della provincia della Destra Tagliamento, ma anche sul web con una eccezionale proposta streaming degli appuntamenti in cartellone. Incontri, dialoghi e lezioni magistrali con 141 appuntamenti e oltre 250 protagonisti, italiani e stranieri, per leggere il nostro tempo con le storie dei grandi autori e divulgatori. Al suo pubblico pordenonelegge consegna quest’anno alcuni doni: innanzitutto il grande Alfabetiere con 23 grandi lettere gialle (2 metri di altezza ciascuna), adottate da altrettante aziende, enti pubblici, comunità di Pordenone. L’installazione letteraria, che Fondazione Pordenonelegge ha donato al Comune di Pordenone, fino al 31 dicembre 2021, diventerà “Piazza delle Lettere” (nel centro di Piazza del Portello) ed esprimerà con immediatezza, gioia e vivacità l’anima letteraria di Pordenone, restituendo in ogni stagione le atmosfere della Festa del Libro di settembre. Pordenonelegge 2020, a cura di Gian Mario Villalta (Direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, è promosso da Fondazione Pordenonelegge con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Camera di Commercio di Pordenone e Udine, il Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Cinemazero e Crédit Agricole FriulAdria.

Arriva la Pnlegge Tv 2020

Ulteriore dedica per il pubblico di pordenonelegge, così come per tutti gli appassionati di letteratura e gli amanti dei libri, è la Pnlegge Tv che nasce ufficialmente nel 2020 per garantire la fruizione del festival anche a chi non potrà esserci in presenza. «Abbiamo cercato di affrontare le criticità del 2020 pandemico e di trarne valore aggiunto per rinnovare la nostra proposta anche in prospettiva futura – spiega il presidente di Fondazione Pordenonelegge, Michelangelo Agrusti –. Il nostro impegno è stato notevole, così la mobilitazione tecnica di ogni componente organizzativa del festival, per rispondere al meglio alle necessità e anche alle incognite di questi mesi “sospesi”. Grazie alla Pnlegge Tv, che inizierà ufficialmente la sua programmazione mercoledì 16 settembre, chiunque potrà seguirci da qualsiasi latitudine. Garantiremo l’accesso al palinsesto video del festival con cinque incontri quotidiani in presa diretta, e una quarantina di incontri che potranno essere recuperati in rapida video differita. Un modo per ricambiare l’affetto che ci ha riservato il pubblico dei primi vent’anni, e consolidarlo in vista delle prossime edizioni».  La Pnlegge Tv, con un palinsesto che include complessivamente ben 65 incontri fruibili in video, sarà accessibile in un clic al link https://www.pordenonelegge.it/tv e sarà facilmente attivabile anche tramite l’app di pordenonelegge, scaricabile sul sito del festival.
Ma c’è di più: grazie alla collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e con gli Istituti Italiani di Cultura la programmazione della Pnlegge TV sarà promossa a livello globale e rilanciata, nel corso del festival: in particolare hanno finora aderito le sedi degli Istituti italiani di Cultura di Abu Dhabi, San Paolo, Amburgo, Stoccolma, Beirut, Monaco di Baviera, Rosario (Argentina), Santiago del Cile e Tokyo. La Festa del Libro diventa così riferimento, con i suoi protagonisti e le sue novità, per i navigatori di tutto il mondo.

Mediapartner Rai

A raccontare Pordenonelegge, in presa diretta e con un ricco “speciale” subito dopo, saranno anche le reti e i portali del mediapartner Rai: la 21ª edizione del festival sarà infatti al centro di molti programmi cult della radio del nostro tempo, da Fahrenheit a Zapping, da Prima Fila a Piazza Verdi, attraverso dirette sul campo, collegamenti, interviste e approfondimenti speciali. Sarà il Convento di San Francesco il “quartier generale” delle dirette dei programmi dal festival, con molte dirette programmate anche dalla sede Regionale RAI per il Friuli Venezia Giulia, mentre con impegno quotidiano la redazione giornalistica TgR seguira’ pordenonelegge garantendo la copertura dell’evento nelle edizioni quotidiane dei Tg e dei Giornali radio attraverso gli inviati a Pordenone, che proporranno servizi e collegamenti in diretta. E ci saranno anche le redazioni dei Tg nazionali per la grande festa di pordenonelegge 2020. Dal primo ottobre, infatti, il Portale di RaiI Cultura riproporrà alcuni degli incontri di riferimento del Festival, rivolti sia al pubblico adulto che in particolare alle scuole. In diretta sul profilo facebook di RAI Cultura sarà proposto l’evento di inaugurazione del Festival, affidato al saggista e psicoanalista Massimo Recalcati: una lezione sul tema della “Fratellanza”, motivo ispiratore del suo nuovo saggio “Il gesto di Caino” (Einaudi), in anteprima a pordenonelegge 2020 (mercoledì 16 settembre, Teatro Verdi ore 18.30).
Notizia di particolare rilievo è l’esordio di Pordenonelegge sul piano co-produttivo per RaiRadio3: approda infatti sulla terza rete radiofonica italiana “Dal deserto rosso”, il format prodotto da Fondazione Pordenonelegge, da un’idea e a cura di Maria Borio, per la registrazione e montaggio a cura di Alexandra Genzini, includerà le testimonianze di 8 autrici e autori che raccontano e rappresentano il 2020, un anno che ha cambiato faccia al mondo. Nelle prossime settimane si avvicenderanno le interviste e la presentazione in anteprima dei testi inediti di Franco Buffoni, Alberto Bertoni, Maria Grazia Calandrone, Stefano Dal Bianco, Tommaso Giartosio, Laura Pugno, Gian Mario Villalta, e inoltre di Jorie Graham, USA e Tom Schulz, Germania. Saranno contenuti di riflessione, dei quali si sente estremo bisogno per documentare cosa è avvenuto e sta avvenendo nell’antropologia degli individui e della collettività, per offrire un documento storico unico della situazione attuale e del modo in cui la letteratura può fissare l’immaginario della nostra contemporaneità. Una proposta radiofonica di valore etico, civile e formativo.

I protagonisti

Saranno una trentina le anteprime e novità editoriali a pordenonelegge 2020, e fra i protagonisti del festival ci saranno grandissimi autori internazionali: a cominciare da Nick Hornby, Marcela Serrano, Jim Al Khalili, Joseph Stiglitz, Delphine de Vigan, Julia Phillips, Amy Hempel, David Quammen, Michael Palin. Al Festival grande protagonista, in presenza, sarà il Premio Nobel Letteratura Olga Tokarczuk, insignita del Premio FrulAdria “La storia in un romanzo” 2020 e sempre in presenza farà tappa Christopher Wylie, l’informatico che in anteprima racconterà come ha creato e poi distrutto Cambridge Analytica, condizionando i destini del mondo. Fra gli autori italiani a pordenonelegge, con le loro novità, ci saranno Antonio Scurati, Susanna Tamaro, Maurizio Molinari, Aldo Cazzullo, Chiara Valerio, Gianrico Carofiglio, Corrado Augias, Beppe Severgnini, Federica Manzon, Flavio Caroli, Andrea Segrè, Annamaria Testa, Rita Dalla Chiesa, Marco Bianchi, Flavio Caroli, Damiano Carrara, Riccardo Bocca. Grandi protagonisti del festival saranno anche, fra gli altri, Francesco Piccolo, Paolo Giordano, Donatella Di Cesare, Mauro Corona, Veit Heinichen, Tullio Avoledo, Ilaria Tuti, Paolo Rumiz, Massimo Carlotto, Matteo Bussola, Loriano Macchiavelli, Antonio Forcellino.
Pordenonelegge esplorerà l’attualità con Federico Rampini, Gennaro Sangiuliano, Gian Carlo Caselli, Oscar Di Montigny, Leonardo Becchetti, Francesco De Filippo, Paola Deffendi e Claudio Regeni e coltiverà visioni di futuro attraverso l’innovativo progetto “E poi?” di Andrea Segrè e Ilaria Pertot, che coinvolgerà i lettori nella scrittura collettiva di un “finale”. Al Festival, ancora, la prima edizione del nuovo Premio Letterario Regione Friuli Venezia Giulia assegnato a Valerio Massimo Manfredi, e l’anteprima del Premio Umberto Saba Poesia che nasce a Trieste: e come sempre la poesia sarà un festival nel festival con tanti protagonisti e novità editoriali, con il contest “I poeti di vent’anni” e l’ebook “Esordi”, e con tre documentari biografici dedicati a Pier Paolo Pasolini, Franco Buffoni, Fabio Pusterla. Pordenonelegge per le Scuole si aprirà alla fruizione delle classi di tutta Italia, per festeggiare il ritorno sui banchi, finalmente, con tanti autori capaci di parlare ai ragazzi: appuntamento per tutti sulla Pnlegge Tv e su Zoom.

Pordenonelegge 2020, a cura di Gian Mario Villalta (direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, è promosso da Fondazione Pordenonelegge con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Camera di Commercio di Pordenone e Udine, il Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Cinemazero e Crédit Agricole FriulAdria.

—^—

In copertina, ecco i curatori di Pordenonelegge: Gian Mario Villalta, Alberto Garlini e Valentina Gasparet.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento