di Gi Elle

Gli effetti del Coronavirus si stanno già facendo sentire pesantemente anche sull’economia del Friuli Venezia Giulia, a cominciare dal settore turistico. Tanto che verrà esteso a tutte le categorie economiche l’osservatorio sui contraccolpi della emergenza sanitaria avviato dalla Regione con Confindustria Fvg: a coordinarlo sarà la direzione centrale delle Attività produttive in collaborazione con quella del Lavoro. Una decisione che la Regione ha deciso di adottare a seguito di quanto emerso durante la riunione sull’impatto dell’epidemia sull’economia regionale con le categorie economiche e le organizzazioni sindacali.

Pronto un disegno di legge

Misure straordinarie e norme specifiche, studiate per affrontare le criticità legate all’impatto che il Coronavirus sta avendo sull’economia del Friuli Venezia Giulia, saranno avviate dalla Regione con SviluppoImpresa – informa una nota Arc – attraverso un disegno di legge che approderà in Consiglio regionale nei primi giorni di marzo. Lo ha annunciato il governatore del Fvg, Massimiliano Fedriga, che a Trieste, assieme al vicegovernatore e agli assessori al Lavoro e alle Risorse agroalimentari, ha incontrato i rappresentanti regionali delle categorie produttive e le organizzazioni sindacali proprio per una valutazione comune sulle conseguenze economiche e sociali dell’emergenza attuale. Parallelamente, il governatore ha riferito di avere richiesto, durante la riunione del comitato dei ministri e dei presidenti di Regione, un intervento deciso e urgente da parte del Governo affinché disponga misure nazionali di carattere straordinario anche in Friuli Venezia Giulia a sostegno di tutti i settori che registrano primi segnali di crisi, come ad esempio il turismo con il comparto alberghiero che segna fino all’80% di cancellazioni delle prenotazioni, l’industria che soffre per la mancanza di componentistica in gran parte importata dalla Cina, il commercio e il trasporto delle merci. Con le categorie produttive e le organizzazioni sindacali la Regione attiverà un tavolo di confronto permanente per valutare e concordare le misure che la Regione intende avviare con il ddl SviluppoImpresa, monitorare in tempo reale le problematiche che riscontrano gli operatori, fornire loro chiarimenti e delucidazioni anche in relazione all’ordinanza che resta in vigore, salvo emergenze, fino a domenica 1 marzo. Sul fronte lavoro la Regione, con l’avallo del Governo, intende ricorrere agli ammortizzatori sociali, quali la cassa integrazione in deroga, per sostenere quei settori economici che registrano maggiori difficoltà.

Impegno per il turismo…

Sul fronte turistico l’assessore regionale competente, Sergio Emidio Bini, ha rimarcato il continuo e costante impegno di PromoTurismoFvg ad adottare tutte le misure precauzionali adeguate per affrontare la situazione straordinaria, tutelando i turisti e preservando allo stesso tempo le attività compatibili con le ordinanze diramate. Tutti i poli sciistici del Friuli Venezia Giulia sono aperti e il personale addetto garantisce quotidianamente l’igienizzazione delle cabinovie. Viene, inoltre, confermata anche la presenza delle Nazionali maschili di sci alpino, italiana e slovena, sulle piste di Tarvisio e Sella Nevea per gli allenamenti.

… e per lo spettacolo

Valutare l’impatto economico delle chiusure di teatri e cinema a seguito dell’emergenza Coronavirus e avviare un tavolo bilaterale permanente fino alla conclusione di questo momento di crisi. È quanto emerso dall’incontro che l’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, ha avuto nella sede della Regione di Udine con l’Associazione generale italiana dello spettacolo (Agis), rappresentata dal presidente per il Triveneto, Franco Oss Noser, e dal segretario, Marco Sartore. Nel corso del colloquio, che è servito anche per fare un primo punto sugli impatti delle chiusure sulle strutture dello spettacolo, il presidente Oss Noser si è impegnato a portare nelle sedi nazionali di Agis il tema dell’inserimento di tutti i teatri nell’elenco delle imprese che stanno subendo danni economici per l’annullamento degli spettacoli determinato dall’emergenza. Inserimento che pertanto non deve riguardare solo quelle realtà che ricevono finanziamenti dal Fondo unico per lo spettacolo (Fus). A tal riguardo, sul tema, La Regione ha garantito il massimo impegno. Proprio per fornire tempestivamente tutti gli aggiornamenti e per valutare le azioni necessarie, la Regione e l’Agis istituiranno un tavolo bilaterale permanente che sarà attivo fino al termine di questo momento di crisi.

—^—

In copertina, Camporosso vista dalla webcam di Promoturismo Fvg questo pomeriggio.

Hits: 500

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento