di Lant Ator

Archiviato con grande successo il “Pontebba Saxophone Festival”, una manifestazione che di anno in anno è cresciuta rivelandosi, oltre che un punto riferimento per tutti gli amanti del sassofono, un importante volano per il rilancio turistico, sotto il profilo della cultura musicale, di tutto il comprensorio, vale a dire Canal del Ferro e Valcanale. E questo ovviamente sprona a sostenere ancora di più la manifestazione, arricchendola magari di nuove proposte fin dalla prossima edizione. Che sarà l’ottava.
E’ stata, infatti, una vera e propria festa della musica quella che ha proposto Pontebba lo scorso fine settimana con protagonista assoluto appunto il sax. La cittadina montana, che dal 2013 ospita il “Pontebba Saxophone Festival”, per la direzione artistica del sassofonista friulano Alex Sebastianutto, è stata “invasa” da studenti di Conservatori e Licei musicali provenienti da tutt’Italia, da Salerno a La Spezia, dalle Marche alla Lombardia, che per tre giorni hanno avuto modo di partecipare a lezioni individuali e di gruppo con alcuni tra i più insigni docenti dello strumento: Marco Gerboni, Stefano Pecci, Luis Lanzarini, Valentino Funaro, Danilo Russo, Massimiliano Girardi e Valentina Renesto. Di particolare nota è stata la masterclass tenuta dall’ospite internazionale, Chich-Huan Wu, docente di sassofono all’Università delle Arti di Taiwan, arrivato in Italia appositamente per l’occasione pontebbana.

Ecco la Saxorchestra con i docenti e Chich-Huan Wu alla masterclass.

Tre sono stati i concerti: la prima serata è stata dedicata a Sassofono e nastro magnetico. I maestri Valentino Funaro, Isabella Fabbri, Massimiliano Girardi, Chich-Huan Wu, Vincent Dupuit e Luis Lanzarini hanno proposto improvvisazioni e brani di Luciano Berio, Jacob TV, Joan Tower. Durante il secondo appuntamento, il Mac Saxophone Quartet (Luis Lanzarini, Alex Sebastianutto, Valentino Funaro e Stefano Pecci) ha interpretato invece brani originali, trascrizioni di brani classici e sonorità provenienti dalla musica balcanica e latina con solisti Valentina Renesto, Marco Gerboni e Danilo Russo.
Gran finale, quindi, con gli oltre 30 allievi effettivi che, in una formazione orchestrale diretta dal maestro Stefano Pecci, hanno dialogato con i docenti del corso in veste di solisti (Valentina Renesto, Danilo Russo, Massimiliano Girardi, Marco Gerboni e Chich-Huan Wu) in un programma che ha letteralmente entusiasmato il numeroso pubblico che gremiva la sala consiliare per varietà musicale e vivacità interpretativa.
Durante i tre giorni è stato anche possibile incontrare i più rinomati brand del settore (Henri Selmer Paris con Vincent Dupuy, Borgani & Royal Winds con Orfeo Borgani, D’Addario Woodwinds con Isabella Fabbri, LeFreQue con Maurizio Cherubini e la partecipazione di Francesco Berini, Riparazioni Strumenti a fiato) che hanno messo a disposizione dei partecipanti i loro strumenti e le loro attrezzature.

Il Mac Saxophone Quartet in concerto con Marco Gerboni.

Si è trattato, quindi, di un’occasione unica per tutti gli estimatori del sassofono per potersi confrontare e apprendere nuove nozioni, testando anche materiali. Grande è stata la soddisfazione, oltre che del direttore artistico Alex Sebastianutto, degli organizzatori (la Banda del Santuario) e della comunità pontebbana, rappresentata dal sindaco Ivan Buzzi, per un evento che, cresciuto negli anni in maniera esponenziale, si sta dimostrando, come dicevamo all’inizio, oltre che un punto di riferimento per tutti gli amanti del sassofono, un prezioso volano turistico per il comprensorio montano. Per cui non resta che dire Arrivederci all’ottava edizione!

Infine, una bella foto ricordo con tutti i protagonisti del Festival.

—^—

In copertina, alcuni componenti della Saxorchestra nel concerto finale.

, , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento