di Gi Elle

Letteratura grande protagonista, oggi e domani, a Pordenone e a Casarsa della Delizia, dove prendono il via due proposte molto interessanti: “Narratori d’Europa”, nella città capoluogo, e il Gruppo lettura in Biblioteca nella cittadina che tra le sue figure più illustri annovera il grande poeta e scrittore Pier Paolo Pasolini. Ma ecco in dettaglio di che cosa si tratta.

PORDENONE – Si apre oggi, alle 15.30, nell’auditorium Casa Zanussi di via Concordia 7, a Pordenone,  con un focus sul libro “La capitale” (Sellerio Editore) di Robert Menasse, la 12a edizione di “Narratori d’Europa”, il ciclo di incontri ideato e promosso dall’Irse – Istituto Regionale di Studi a cura di Stefania Savocco, quest’anno dedicato appunto a “Un mosaico da ricomporre”: l’Europa in debito di ossigeno devei rinnovare la scommessa dei padri fondatori e capire come conciliare unità e pluralismo, prerogative sovranazionali e interessi degli Stati membri. Nelle tematiche “Narratori d’Europa” si inscrive, dunque, perfettamente “La capitale” (Sellerio Editore, 2018) dell’austriaco Robert Menasse, finalista al Premio Strega Europeo 2019, definito come “il primo grande romanzo sull’Unione Europea”. Un libro che si schiude un po’ come un romanzo, un po’ come un giallo, un po’ come un libro su Bruxelles e un po’ come un ritratto delle istituzioni europee che le rende più umane, pur descrivendone i proverbiali grigiori e bizzarrie di funzionamento. Tanti i protagonisti di diverse nazionalità e le storie di ogni tipo che si incrociano sullo sfondo di Bruxelles, capitale di una istituzione sempre più in difficoltà a tenere il passo dei tempi.
«Partendo dalle indicazioni che la scrittura può offrire – spiega Stefania Savocco – vorremmo immaginare di ricomporre ogni tessera del sogno europeo nel segno dell’incontro, in nome di un più alto disegno complessivo, superando ogni meschino “particolare”. Queste le premesse di “Narratori d’Europa 2020”».
Si prosegue martedì 4 febbraio con “Turbine” (Fazi, 2018) dell’autrice tedesca Juli Zeh; martedì 11 febbraio riflettori su “Ostracismo” (Edizioni e/o 2018), dello scrittore tedesco Veit Heinichen, che a Pordenone dialogherà sul libro con la curatrice Stefania Savocco. A concludere “Narratori d’Europa 2020” sarà, martedì 18 febbraio, la riflessione intorno a “I vagabondi” (Bompiani, 2019) del Premio Nobel 2018 per la Letteratura Olga Tokarczuk. Come sempre l’ingresso è libero per tutti gli incontri, gradita l’iscrizione alla mail irse@centroculturapordenone.it Info tel 0434 365326. Certificato di frequenza per gli studenti che lo richiedono.

Robert Menasse

CASARSA – Primo incontro per il nuovo Gruppo di lettura della Biblioteca civica di Casarsa della Delizia: dopo la “puntata zero” a dicembre dedicata ai libri da regalare a Natale, sarà ancora una volta Livio Vianello, lettore ad alta voce e operatore culturale, a condurre con spunti e suggestioni letterarie l’incontro che, nelle intenzioni dell’assessorato comunale alla Cultura e Territorio e del suo Ufficio Cultura, vuole diventare un appuntamento che si svolgerà con continuità nei prossimi mesi e aperto a tutti. Per questo primo appuntamento, in programma domani, alle 20.30, nella Biblioteca civica in via XI febbraio, Vianello oltre a condurre, con la sua consueta simpatia, la discussione e il confronto tra i partecipanti sui libri ricevuti nelle recenti festività, introdurrà alla lettura de “La sovrana lettrice” di Alan Bennett. Protagonista del racconto, edito in Italia da Adelphi, proprio la sovrana per antonomasia, Elisabetta II d’Inghilterra, che si scopre appassionata lettrice e vuole allargare questa passione a tutta la sua corte.
L’iniziativa dell’amministrazione casarsese, con l’assessore Fabio Cristante, s’inserisce all’interno di un contesto favorevole alla lettura sia a livello comunale (sono infatti ben 5.222 gli iscritti alla Biblioteca civica guidata da Massimo Milan, struttura che offre 39 mila volumi e dove i prestiti sono saliti a 9534 nel 2019 rispetto agli 8170 dell’anno precedente) che regionale visto che il Friuli Venezia Giulia è la parte d’Italia dove si legge di più. Infatti, i dati più recenti, raccontano come nel campione dei cittadini dai 6 anni di età che hanno letto almeno un libro in un anno, il dato nazionale è del 40,6% mentre in Fvg è del 51,7%. Inoltre, in regione il 19% dei lettori legge, in media, almeno un libro al mese contro una media italiana del 14,3%.

La Biblioteca e Livio Vianello.

—^—

In copertina, il libro dello scrittore austriaco Robert Menasse.

 

Hits: 53

, , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento