Hits: 120

Quanta bella musica in Carnia! Sono 15, infatti, i concerti, con visite guidate ed escursioni, comprese residenze di studio per giovani musicisti, a comporre la prima edizione della rassegna “Festival Darte – Concerti diffusi in Carnia”, presentato nel municipio di Arta Terme alla presenza dei rappresentati dei Comuni coinvolti. Festival originale e innovativo che si terrà dal 20 luglio al 14 agosto ad Arta Terme, capofila dell’iniziativa, Cercivento, Paularo e Zuglio. Partner, oltre a diversi enti regionali, anche la Società Dante Alighieri Comitato di Milano e l’Istituto italiano di cultura di Lubiana e di Monaco di Baviera.

La presentazione ad Arta.


Con la direzione artistica della flautista internazionale Luisa Sello, gli appuntamenti in programma, secondo una visione di tutela e promozione ed una forte sinergia con le comunità locali, porteranno il pubblico alla scoperta di luoghi noti e ignoti dei quattro Comuni. Diversi concerti inoltre inaugureranno borghi e frazioni in cui fino ad ora non si sono mai realizzate particolari iniziative nei trinomi di musica, natura e storia. Località come Chiusini, Alzeri, Rivalpo nel Comune di Arta Terme, Dierico e Trelli in quelli di Paularo, Sezza e Fielis nel Comune di Zuglio, oltre che nei paesi capoluogo. Visite guidate ed escursioni, con la collaborazione di Carnia Greeters che guiderà gli ospiti alla conoscenza di luoghi e leggende della tradizione carnica, si fonderanno con programmi musicali scelti, eseguiti da interpreti di fama in un proficuo incontro con giovani artisti locali, sullo sfondo dei gironi danteschi ad omaggiare l’anniversario del Sommo Poeta.
Il primo dei concerti in calendario sarà martedì 20 luglio alle ore 19 presso la Cjase da Int di Cercivento con la flautista carnica Orsola Banelli e l’attore Paolo Mutti per un programma tutto dantesco. “I cieli di Dante”, “Il Sentiero delle Agane, di San Martino, delle Fate”, “Il Pian delle Streghe”, sono i titoli programmatici che scandiscono la rassegna che si terrà sui sagrati di chiese antiche, pievi, musei, come La Mozartina di Paularo, votati anche alla conoscenza di maestranze d’artigianato tessile, come le mani esperte creatici degli “scarpez”, tra architetture, prati e giardini, sedi ospiti di rinomati ensembles, cori, artisti locali ed attori.
I concerti (martedì prossimo tutto il programma su questo sito) e le attività collaterali sono tutti ad ingresso libero nel rispetto delle norme di sicurezza Covid. Per le escursioni scrivere a info@carniagreeters.it. Tutte le informazioni sul sito: www.amicimusica.ud.it

Le Agane con Luisa Sello.

***
Ecco la domenica
di Carniarmonie

Intanto, prosegue Carniarmonie, il festival musicale della montagna friulana promosso dalla Fondazione Bon e diretto da Claudio Mansutti. Oggi, dopo l’avvio di giornata ad Ampezzo (Malga Pura, ore 11) con in concerto en plen air con di eccellenze friulane – il fisarmonicista Sebastiano Zorza e il sassofonista Alex Sebastianutto, atteso al Teatro Candoni di Tomezzo alle 20.30 un nuovo concerto della Fvg Orchestra, diretta da Sergey Smbatyan, nell’ambito di “Accordi Musicali” con la star mondiale del violoncello, uno dei due soli violoncellisti viventi a essere presente nella Gramophone Hall of Fame: il britannico Steven Isserlis che si esibirà su grandi opere di Beethoven e di Shor. Acclamato in tutto il mondo per la sua profonda musicalità e maestria tecnica, Isserlis gode di una carriera unica e variegata come musicista da camera, educatore, e autore di trasmissioni. Come solista di concerto, si esibisce con molte delle principali orchestre e dei direttori del mondo, tra cui la Filarmonica di Berlino, l’Orchestra Sinfonica Nazionale di Washington, la Filarmonica di Londra e le orchestre della Tonhalle di Zurigo. Cosa inusuale, dirige anche orchestre da camera dal violoncello.
Domani, 19 luglio, Carniarmonie prosegue a Preone (ore 20.30 Chiesa di San Giorgio Martire) con il concerto di due giovanissimi talenti, due musiciste che stanno ultimando gli studi accademici, ma che sono già in grado di affrontare eccellentemente il palcoscenico, Yuxuan Jin al violino e Vera Cecino al pianoforte. Si torna, invece, a Tolmezzo martedì 20 luglio, sempre al Candoni alle 20.30, ancora con la Fvg Orchestra e il violoncellista, tedesco di nascita ma di origine peruviana-uruguaiana, Claudio Bohorquez, uno dei musicisti più ricercati nel suo campo. www.carniarmonie.it

Steven Isserlis

—^—

In copertina, la flautista carnica Orsola Banelli che martedì a Cercivento con l’attore Paolo Mutti proporrà un programma dantesco. 

 

 

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento