di Gi Elle

“Certamente è noto che il caffè espresso deriva dall’estrazione, mediante dell’acqua calda, attraverso un pannello ottenuto da chicchi di caffè macinati e precedentemente torrefatti. Ma sappiamo cosa avviene nel corso delle diverse fasi di trasformazione dal chicco alla tazzina? Tutto sembra così ovvio e banale, ma non lo sono di certo i cambiamenti della materia prima che via via si susseguono in ogni fase, dallo stato grezzo e così fino alla bruna, corroborante e calda bevanda”. Sono parole di Gianni Pistrini, presidente dell’Associazione Museo del Caffè di Trieste, il quale tutte queste cose le sa, perché è un’“autorità” in materia, ma vuole che sia un cattedratico, ancora più autorevole di lui a spiegarlo. Ecco perché ha dato il via a un nuovo ciclo di “cenacoli del caffè” – essendo appena cominciato il 2019 -, visto anche il notevole interesse che queste iniziative hanno sempre suscitato.

Il professor Marco Dalla Rosa…

… e il presidente Gianni Pistrini.

Il titolo del primo incontro del nuovo anno è dunque “Processi di trasformazione del caffè: aspetti scientifici e tecnologici tra tradizione e innovazione”. E avrà quale relatore nientemeno che il professor Marco Dalla Rosa, docente all’Università degli studi di Bologna, sezione di Cesena. L’appuntamento è fissato per oggi, giovedì, alle ore 17, e si terrà nell’elegante cornice dello Starhotels Savoia Excelsior Palace, sala San Giusto, in riva del Mandracchio 4. Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.
Il dottor Marco Dalla Rosa, dell’Alma Studiorum di Bologna, la più vecchia sede accademica del mondo, eccezionalmente racconterà a un pubblico allargato di non soli addetti ai lavori, e in un linguaggio comprensibile a tutti, ciò che avviene in questi processi di “estrazione” del caffè, in grado di originare questo magnifico equilibrio fra suadenti e invitanti aromi, oltreché coinvolgenti e duraturi sapori. Naturalmente, l’incontro non potrà che concludersi con la degustazione di un ottimo espresso offerto dall’Associazione Museo del caffè che, appunto, organizza l’iniziativa.
“La nostra Associazione – spiega infine Pistrini – propone questo tipo di iniziative a scopo culturale e divulgativo, con incontri rivolti a tutti in grado di approfondire aspetti scientifici e tecnologici del verde-brunito chicco, fino alla corroborante bevanda”. E allora sarà sicuramente interessante ascoltare le spiegazioni del professor Dalla Rosa: gli amanti del caffè saranno sicuramente in tanti ad ascoltarlo.
A ogni buon conto,  per ogni ulteriore dettaglio riguardo all’incontro odierno, basta telefonare al. +39.368435343 –o digitare https://museocaffe-trieste.it

La preparazione di un caffè al bar.

—^—

In copertina, chicchi di caffè pronti per essere macinati e trasformati in un ottimo espresso.

—^—

 

Quando una tazzina è ambasciatrice Fvg

E, per stare in tema, riferiamo che, invitato dai vertici dell’azienda, il governatore Massimiliano Fedriga ha visitato l’altro pomeriggio gli stabilimenti della illycaffè. “Una realtà il cui legame con la città di Trieste affonda le radici in 86 anni di storia – ha detto Fedriga -, durante i quali illycaffè non ha solo contribuito allo sviluppo economico della regione ma, più diffusamente, si è posta quale ambasciatrice del Friuli Venezia Giulia nel mondo”. (Foto Arc Montenero)

Hits: 52

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento