di Silvio Bini

TRIVIGNANO – Coltiviamo il pane del futuro. E’ il progetto che il Molino Moras di Trivignano Udinese porta avanti dal 2014 per “ricreare una filiera di valore in terra friulana”. Si chiama “Flôr di lune” il risultato di un protocollo in cui si prevede che, in ogni fase di lavorazione del grano, si rispettino i ritmi naturali della terra, della luna e del sole per ottenere il meglio dalla coltivazione del grano e dalla produzione della farina e del pane.
Possiamo considerarlo il pane di ieri e di domani – dicono al Molino Moras – perché racchiude in sé le tradizioni e i profumi genuini del passato e pensa alle generazioni future con un utilizzo consapevole della terra che lasciamo ai nostri figli”.
Per domani 24 settembre, alle 20.30, in sede a Trivignano, è stato organizzato un incontro per presentare il progetto, che coinvolge agricoltori, produttori e panificatori locali. Verranno illustrati gli obiettivi per cui si ricercano sempre nuovi partecipanti alla filiera, collaboratori sensibili alla cura della terra. In particolare, l’ incontro servirà ad instaurare un rapporto di cooperazione con gli Agricoltori biologici del Friuli Venezia Giulia. Per questo hanno ricevuto l’invito anche i centri di raccolta biologici, le associazioni e i panificatori.
Al progetto di filiera, che persegue lo scopo di ridare dignità agli agricoltori, fiducia al mugnaio, merito al panificatore e attenzione al consumatore, è stato concesso un contributo di 20 mila euro, suddiviso in quote di cofinanziamento dell’Unione Europea, dello Stato Italiano e della Regione Friuli Venezia Giulia.

Il Molino Moras a Trivignano Udinese.

—^—

In copertina, il grano dal quale si ottiene il pane del futuro con i ritmi del passato e della tradizione.

Hits: 130

, , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento