di Silvio Bini

RIVIGNANO – Nel giro di pochi anni, è diventata una delle Feste più importanti del Friuli, grazie ad un mixage di irriverenza, patriottismo e spirito popolare, apprezzabilmente combinati con idee originali e modernismi tecnologici. E’ la Fiera dei Santi, a Rivignano, dove ai tempi della Belle Epoque, si ballava fino all’alba, fra santi e diavoli, streghe e leggiadre fanciulle, bimbi a frotte e giovani scaldinosi che, fra mangiate e bevute, giocavano anche a scazzottarsi. E’ toccato anche al giovane Ippolito Nievo misurarsi assieme ai suoi compari con quelli di Rivignano, diventando il simbolo di una festa che, mutatis mutandis, oggi ancora mantiene un che di villano.
E come si faceva un tempo, di questi giorni, prima di darsi al godimento della festa, un momento di riflessione, allora forse di preghiera, diventa necessario. Quest’anno, il tempo del raccoglimento sarà rappresentato dal Concerto in Duomo dell’Orchestra da Camera della Filarmonica Sanvitese, diretta dal maestro Simone Comisso e con la partecipazione del soprano Anna Viola (stasera, ore 20.30, organizzazione Banda Musicale Primavera).
La festa, invece, inizierà domani. E sarà subito una notte di fuoco. Alle 23 sfilerà il Gruppo storico “La Corte di Giulietta” accompagnato dai “Tamburini della Nobilissima Parte de Sopra” di Assisi, mentre MI-KA-El e gli Angeli daranno vita ad uno spettacolo infuocato con l’ esibizione delle “spade de foco” della stessa città di San Francesco. Poco prima della mezzanotte ci sarà in piazza la “battaglia di fuochi e fiamme” sui cieli neri di Rivignano e alla fine la discesa dell’ Aquila infuocata. Seguirà “Nox est Perpetua una dormienda”, la notte bianca dei Santi, con chioschi aperti e concerti dal vivo.
Il primo novembre, giorno dei Santi, alle 20, ci sarà la selezione di Miss Mondo Italia.  Sabato 2, al Tendone Centrale, l’aperitivo con Toni Capuozzo e Fabrizio Nonis anticiperà l’ evento clou della Fiera, ovvero il Festival della Canzone Funebre (ore 21), presentato da Angelo Floramo con Rocco Burtone e la partecipazione del sindaco di Rivignano Teor, Mario Anzil.

Toni Capuozzo


Domenica, infine, la festa si svilupperà soprattutto fra chioschi e musica, come anche nei giorni precedenti. Fra il Mercato dell’ Antiquariato, la Fiera dei Sapori d’Italia, la Fiera del dolce, il Luna Park, le mascherate, la Rassegna del commercio e e dell’ artigianato, la Mostra del mobile antico , la Pesca di beneficenza, la Mostra delle moto d’epoca, la Mostra fotografica “Cesare Primo Mori” e altre Mostre d’arte permanenti e l’ Esposizione statica di scooter d’epoca di Vinicio Fabbro (Teor). Invece, dalle 8.30 (piazza) la commemorazione dei Caduti di tutte le guerre e la sfilata di bande per il paese. La festa chiuderà con il concerto dei Rock Side, ma Rivignano avrà già vissuto giornate speciali.

Due partecipanti al Festival.

—^—

In copertina, il centro di Rivignano durante la “Fiera dei Santi”.

Hits: 234

, , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento