di Gi Elle

E ora per “Folkest” si guarda già al 2020, a un’edizione ancora più ricca e prestigiosa, degno coronamento dei primi vent’anni del Terzo Millennio. Linfa vitale di questo nuovo sforzo organizzativo i risultati da grandi numeri raccolti quest’anno: almeno 12 mila persone distribuite in una cinquantina di appuntamenti. E Folkest 2019 non poteva essere coronato da una conclusione migliore, più entusiasmante, di quella avuta in Castello, a Udine, il cui piazzale letteralmente traboccava per ascoltare la grande e intramontabile Loreena Mckennitt, con la quale è sceso il sipario sulla 41ma edizione.

La band di Loreena Mckennitt e la folla in salita al Castello di Udine.

Gli organizzatori, a cominciare dal direttore artistico Andrea Del Favero, logicamente molto soddisfatti per la presenza di un pubblico così numeroso e diversificato anche per età, hanno stimato appunto una presenza di circa 12 mila persone distribuite tra 50 appuntamenti nei 22 Comuni coinvolti per l’edizione 2019, tra cui Sauris, Duino, Tramonti di Sopra, Pulfero, Romans d’Isonzo, Travesio, con alcuni significativi appuntamenti a Gorizia, Spilimbergo e Udine, oltre che nella vicina Capodistria, con una sua affluenza particolarmente significativa di pubblico, e novità di quest’anno il Comune di Auronzo di Cadore. Tanto che i lusinghieri risultati di quest’anno saranno un formidabile sprone per l’organizzazione di Folkest 2020.

Due protagonisti della serata.

Artisti da tutto il mondo hanno animato i numerosi palchi del Festival – evento che dalla sua fondazione ha posto l’attenzione alle musiche delle diverse etnie e culture – dal 20 giugno al 22 luglio:  Scozia, Serbia, Slovenia, Irlanda, Ungheria, Colombia, Austria, Repubblica Ceca, Argentina, Polonia, Bielorussia, Croazia, Bosnia, Inghilterra, Canada e Italia.
Tra i grandi nomi ospiti di questa edizione il duo Shel Shapiro – Maurizio Vandelli con “Love and Peace Tour”,  l’intramontabile formazione della Pfm impegnata nel “TVB-The very best tour” e appunto la cantautrice canadese Loreena McKennitt, star internazionale della musica folk che nel piazzale del Castello, simbolo del Friuli,  ha fatto “ballare” oltre 1.500 persone. Una folla eccezionale, come dimostrano anche le foto che pubblichiamo a corredo di queste brevi note conclusive, che integrano quelle della bella e importante cerimonia delle premiazioni che si era tenuta qualche giorno prima a Spilimbergo, cittadina che rappresenta il punto focale di Folkest.

Un settore dell’affollato piazzale.

Folkest gode degli importanti riconoscimenti e patrocini dell’Unesco, del Ministero per gli Affari Esteri della Repubblica Italiana, del Mibact – Ministero delle Belle arti e della Cultura della Repubblica Italiana, del Ministero della Cultura della Repubblica di Slovenia, della Presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli, dell’ARLeF, del Comune di Spilimbergo, del Comune di Udine e del Comune di Capodistria.

—^—

In copertina, Loreena Mckennitt durante il suo splendido concerto. 

(Le foto sono di Walter Menegaldo)

Hits: 78

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento