di Giuseppe Longo

Via col botto quest’anno per Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori che per ripartire ha scelto addirittura il Castello di Udine. Friuli Doc compie infatti un quarto di secolo: una tappa significativa della fortunata manifestazione di settembre e che merita d’essere adeguatamente sottolineata. Come? Per primi ci hanno pensato proprio i “Solisti del Gusto” del Consorzio, guidato fin dalla sua nascita da Walter Filiputti, che hanno ideato e messo subito in calendario una straordinaria manifestazione per aprire il programma 2019 delle loro cene-spettacolo. E l’hanno appunto intitolata “Aspettando il 25° Friuli Doc”.
L’appuntamento è fissato per mercoledì 12 giugno sul piazzale del Castello di Udine, dove saranno in scena 20 chef, 22 fra vignaioli e distillatori, nonché 16 artigiani del gusto per far degustare il meglio del meglio di quanto offre il Made in Fvg. Una location incomparabile, dunque, per la prima delle cene-spettacolo 2019, per il Dinner Show con cui il gruppo delle eccellenze dell’enogastronomia regionale darà il via al cartellone dei suoi appuntamenti estivi. Che l’anno scorso, come si ricorderà, si erano aperti al Castello di Spessa ed erano proseguiti, con ben due serate, sul Lungomare di Grado per concludersi nella cornice di Villa Brandolini d’Adda a Vistorta di Sacile.  E ovunque c’era stato il tutto esaurito, tanto che nell’isola si era deciso da subito di sdoppiare la manifestazione.

Una delle cene-spettacolo del 2018.

Il ritrovo è fissato sul far della sera, alle 19.30, sul colle che domina la città, da cui si gode una stupenda vista su Udine e sulle montagne che le fanno da corona. Qui si snoderà uno straordinario percorso gourmet in 20 tappe, animato come si diceva da altrettanti chef, 22 tra vignaioli e distillatori e 16 artigiani del gusto. Titolo dell’evento, come si diceva, è “Aspettando il 25° Friuli Doc”, dato che è stato pensato come una sorta di informale anteprima della notissima rassegna che anima Udine in settembre e che quest’anno il 12 settembre taglia il traguardo della 25a edizione.
Organizzata in collaborazione con Camera di commercio di Udine e PromoTurismoFvg, nonché con il patrocinio del capoluogo friulano, la cena-spettacolo avrà come ingredienti esclusivamente i prodotti agroalimentari tradizionali del Friuli Venezia Giulia, interpretati in maniera assolutamente personale dai 20 chef di Fvg Via dei Sapori, che prepareranno in diretta davanti al pubblico inediti piatti ad alta creatività. Accanto ad ogni chef, altrettanti vignaioli proporranno raffinati abbinamenti fra cibi e vini. In chiusura, ciascun chef presenterà la sua personalissima interpretazione del dolce estivo. Alle postazioni dei ristoranti saranno alternati banchi di raffinati artigiani del gusto.

Siamo veramente lieti di ospitare questo evento, che ci condurrà verso il 25esimo Friuli Doc – commenta Maurizio Franz, assessore al Turismo e ai Grandi eventi del Comune di Udine –. La serata sarà fra l’altro l’occasione per rendere noti i progetti e le molte novità dell’edizione 2019 della kermesse, che si terrà dal 12 al 15 settembre, e le varie altre proposte del Comune per favorire turismo e grandi eventi”. “L’enogastronomia è sempre più, per il turista, motivo per decidere un viaggio e forte ricordo delle esperienze vissute – aggiunge da parte sua il direttore generale di PromoTurismoFvg, Lucio Gomiero -. PromoTurismoFvg sostiene questo evento perché permette di veicolare il territorio, attraverso la città di Udine, l’anteprima di un evento corale d’eccezione come Friuli Doc e i prodotti del Friuli Venezia Giulia narrati da chef, vignaioli e maestranze di alta qualità. Ci sono tutti gli ingredienti per una ricetta di livello”.

 

 

I SOLISTI DEL GUSTO

 

Ristoranti: Ai Fiori di Trieste, Al Gallo di Pordenone, Al Grop di Tavagnacco, Al Paradiso di Paradiso, Al Ponte di Gradisca d’Isonzo, All’Androna di Grado, Campiello di San Giovanni al Natisone, Carnia di Venzone, Costantini di Tarcento, Da Nando di Mortegliano, Da Toni di Gradiscutta, Ilija di Tarvisio, La Primula di San Quirino, La Subida di Cormòns, La Taverna di Colloredo di Monte Albano,  La Torre di Spilimbergo, Lokanda Devetak di San Michele del Carso, Mondschein di Sappada, Sale e Pepe di Stregna, Vitello d’Oro di Udine.

Vignaioli e distillatori: Bastianich, Castello di Spessa, Dario Coos, Di Lenardo, Edi Keber, Ermacora, Eugenio Collavini, Forchir, Gradis’ciutta, Jermann, La Viarte, Livio Felluga, Livon, Marco Felluga, Petrussa, Ronco delle Betulle, Sirch, Venica&Venica, Villa Parens, Vistorta, Zidarich, Nonino Distillatori in Friuli dal 1897.

Artigiani del gustol’Aceto di Sirkle confetture e i salumi dell’azienda agricola Devetak Sara; i salumi d’oca e i prodotti di Jolanda de Colò di Palmanova; il prosciutto al cartoccio di Dentesano; il prosciutto crudo di San Daniele di Dok Dall’Ava; le golosità a base di trota di FriulTrota di San Daniele; i formaggi e i prodotti della Latteria di Cividalei tartufi di Muzzana Amatori Tartufi; i pani del Forno di Rizzo di Tarcento; i dolci della Pasticceria Simeoni di Udine; la Gelateria Scian di Cordenonsil panettone di Maria Vittoria di Dall’Ava Bakery; la gubana de L’Antica ricetta di Cormòns; le farine e il baccalà del Mulino Zoratto di Codroipo; il caffè di Oro Caffè di Udine. Le realtà ad essi collegate: Lis Lavanderia per tovaglie di qualità; Globus noleggio attrezzature per catering.

Ancora un’immagine del 2018.

—^—

In copertina, il Castello di Udine, simbolo della storia del Friuli.

Hits: 141

, , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento