di Gi Elle

Dai fasti della Serenissima alla sobrietà delle vestigia romane. Sarà proprio la vicina Quarto d’Altino a ospitare “Gradito l’abito rosso 2019”, la bella rassegna enologica, che però quest’anno si fa anche “bianca” e che vede, accanto ai grandi “bordolesi” del Veneto – primo Vigneto d’Italia –, pure i vini del Friuli Venezia Giulia (bianchi, appunto) e della Slovenia, Brda in particolare, cioè il Collio d’oltreconfine.
Rinnovata nella formula e nella sede, ritorna infatti domenica 12 maggio la rinomata vetrina dei vini rossi che, a causa dei lavori di ristrutturazione della tradizionale sede di Venezia (Hotel Regina Europa), ha trovato accoglienza proprio a Quarto d’Altino all’hotel Crowne Plaza Venice Est in viale della Resistenza. Le altre novità dell’evento 2019 sono la prevalenza dei vini bianchi e la partecipazione di aziende vinicole di Veneto e Slovenia. Le conferme, invece, sono Fisar e CiviBank sostenitori stabili della rassegna enologica.

Friuli Venezia Giulia e Slovenia, terre di eccezionali vini bianchi, e Veneto terra di prestigiosi “bordolesi”, sono assodate e riconosciute certezze nel mondo degli appassionati e dei consumatori di vini pregiati. I numerosi “terroir”, fatti di suoli vocati, esposizioni e microclimi favorevoli, sono una fonte di emozionante seduzione, quando il consumatore scopre o riscopre l’eleganza e la personalità dei tanti vini di queste aree. Chardonnay, Friulano, Glera (il vitigno da cui si ottiene il Prosecco), Malvasia, Picolit, Pinela, Pinot bianco, Pinot grigio, Ramandolo, Ribolla gialla, Riesling renano, Sauvignon, Traminer, Verduzzo friulano, Vitovska, Zelen, assieme agli ormai più che storici “tagli bordolesi” del Veneto, ottenuti da uve Merlot, Cabernet franc e sauvignon, Carmenère, Malbeck e Petit Verdot, lasciano il segno e rivelano spesso un appeal elegante e unico, ricercato ed apprezzato tanto dall’esperto che dal comune consumatore.

Dopo il successo ottenuto dalle sette edizioni precedenti, in cui le aziende hanno letteralmente incantato con i propri vini, le quasi mille persone presenti, la Federazione italiana sommelier albergatori e ristoratori di Venezia dedica quest’anno la prestigiosa vetrina ai  vini bianchi di Friuli Venezia Giulia e Slovenia che, per la prima volta, condivideranno il palcoscenico con realtà vinicole del Veneto che producono appunto etichette “bordolesi”, selezionate da Slow Wine. La Banca di Cividale supporta la rassegna anche in qualità di istituto leader nel credito agrario a Nordest. Di seguito, le cantine partecipanti (ricordiamo che il costo dell’ingresso è di 20 euro e nella circostanza i visitatori  potranno effettuare acquisti direttamente dalle aziende).

Alcuni degustatori nel 2018.

 

Friuli Venezia Giulia
Amandum, Antonutti, Arzenton, Bajta, Blazic, Cà Tullio, Canus, Colmello di Grotta, Conte Brandolini, Conte D’Attimis-Maniago, De Claricini, Fiegl, Gaspare Buscemi, Gigante, Gradis’ciutta, Grillo Iole, I Magredi – Cà Ronesca, Il Carpino, Il Roncal, It – feel Wine Consult – F. Brunetti, La Buse dal Lof, La Sclusa, La Viarte, Le Favole, Le Monde, Lino Casella, Lis Fadis, Lis Neris, Maniero Ermanno, Masut da Rive, Monviert, Obiz, Petrucco, Petrussa, Podere Marcello, Rodaro, Ronc Soreli, Ronco dei Pini, Ronco Margherita, Russolo, Sancin, Scubla, Skok, Tenuta Villanova, Tenute Conte Romano, Tercic,  Tomasella, Toros, Venica&Venica, Villa Parens, Zorzettig, Zuani

Slovenia
Gordia, Zanut

Bordolesi del Veneto (Selezione Slow Wine)
Agnoletti Ida, Castello di Roncade, Masari, Piovene Porto Godi, Quota 101, Sorelle Bronca, Tenuta Mosole, Vigna Ròda, Vignalta

Azienda Rivelazione Italia 2019
Podere Gusto

I grandi vini bianchi Fvg saranno in vetrina  domenica a Quarto d’Altino.

Altre tipologie
Acqua Corrente – Zafferano friulano
Di Giorgio -Salumi friulani
Diam Sugheri Srl

—^—

In copertina, un’immagine della passata edizione tenutasi a Venezia.

Hits: 106

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento