Grado dedica una serata ai suoi “nuovi” Biagio Marin, abbinando la musica con la poesia in quella stupenda cornice che è la Basilica patriarcale di Santa Eufemia. Infatti, che la musica si sposi con la poesia è cosa nota, ma che per una volta gli autori dei testi siano letterati non professionisti è elemento sufficiente per catturare la curiosità e l’interesse per il nuovo appuntamento di “Musica a 4 Stelle”, la stagione concertistica che si articola durante l’intero arco dell’estate riempiendo l’Isola del Sole di musica di qualità.

Biagio Marin


“Tutte le persone hanno un’anima nascosta – sosteneva Pierpaolo Pasolini – e ognuno ha un’immagine, un ricordo, una piccola poesia intima scritta su un foglio sgualcito e nascosta per pudore dentro un libro dimenticato in libreria”, e quindi il senso del happening di oggi è proprio questo, aprire quel libro e leggere i nostri piccoli pensieri, a volte piccole opere di valore, e a volte semplici riflessioni sulla vita. Il tema è il futuro, elemento che può affascinare ma anche intimorire, e quindi davvero intimo per ognuno di noi. Durante la serata verranno recitati dodici piccoli testi di scrittori concittadini, sia giovanissimi adolescenti che persone mature perché il futuro non ha età o fascia sociale. I “graisani” sono – come è noto – persone esuberanti, tuttavia è riconosciuta loro una grande vena poetica e musicale, a volte inaspettata, ed è per questo che ogni anno durante la prima settimana di settembre “Musica a 4 Stelle” dedica a questa “arte nascosta” una serata.
I testi saranno letti e interpretati da due fra le più straordinarie voci della regione, Maria Francesca Arcidiacono e Mario Milosa, che si alterneranno fra un brano e l’altro con le suggestive esecuzioni musicali del violoncellista veneziano Antonio Galligioni e delle pianista triestina Mariarosa Pozzi.
La manifestazione è stata ideata congiuntamente dal direttore artistico della rassegna Giorgio Tortora e dall’assessore comunale alla Cultura, Sara Polo, con l’intento specifico di far brillare anche quei gioielli che molte volte vengono accantonati o dimenticati per troppo pudore, a favore di artisti non sempre di livello superiore. L’esempio va riferito al poeta Mauro Marchesan, al pittore Dino Facchinetti e al fotografo Roberto Camuffo, gradesi discreti ma di valore assoluto. Ci sarà fra gli autori che verranno recitati oggi, appunto, il “nuovo” Biagio Marin?

Maria Francesca Arcidiacono


La manifestazione sarà ad ingresso libero, come detto, nella Basilica di Santa Eufemia. A tale proposito si invitano le persone interessate a recarsi in Chiesa almeno cinque minuti prima delle 21 in quanto le ordinanze Covid 19 non consentono l’accesso a manifestazione iniziata.

—^—

In copertina, la Basilica di Santa Eufemia con il campanile dell’Anzolo.

Hits: 180

, , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento