Hits: 13

Con il concerto in programma martedì 22 settembre, alle 18, sull’isoletta di Barbana, si conclude il Festival “Musica a 4 Stelle” 2020, la rassegna che si articola con successo lungo l’intero arco dell’estate a Grado. L’atteso appuntamento vuole chiudere idealmente la stagione turistica iniziata il 21 giugno con il concerto per il Solstizio d’Estate, motivo per cui si è scelta la concomitanza con l’Equinozio d’Autunno, quasi a celebrare il ritmo delle stagioni che si susseguono mantenendo tuttavia inalterato il fascino delle bellezze naturali della città balneare.

La “Gorizia Guitar Orchestra.


Ad esibirsi sarà la “Gorizia Guitar Orchestra”, prestigiosa formazione composta da sedici chitarristi diretta da Claudio Pio Liviero, che per l’ occasione ospiterà in veste di solista il virtuoso romano Pierluigi Corona, titolate della cattedra di chitarra classica al Conservatorio “Tartini” di Trieste, che eseguirà il celebre e difficilissimo “Concerto d’Aranjuez” di Joaquin Rodrigo. Un appuntamento quindi imperdibile sia per la suggestione di un’intera orchestra di chitarristi che per il luogo che – per i noti problemi legati al Covid 19 – sarà appunto Barbana. La manifestazione è davvero un segno importante non tanto di ripartenza, bensì di reazione per tutti i disagi sofferti nell’ultimo anno, e quindi mai vi è stato un dubbio da parte del direttore artistico della ormai storica rassegna, maestro Giorgio Tortora, e dell’assessore alla Cultura, Sara Polo, circa l’opportunità di offrire alle persone alcuni momenti di cultura in segno di speranza. Come è noto, il concerto di chitarra che solitamente viene presentato in settembre prende il nome di “Premio Luca D’Adamo”, l’appassionato musicista gradese scomparso ad appena 29 anni: quest’anno il riconoscimento non verrà assegnato in quanto collegato al vincitore del prestigioso concorso di chitarra classica “Altamira” che non si è potuto svolgere, ma il concerto di martedì sarà in ogni caso dedicato a Luca anche perché proprio in formazioni orchestrali egli aveva mosso i suoi primi passi concertistici.

Luca D’Adamo


Dal punto di vista logistico si potrà raggiungere Barbana negli orari previsti dai collegamenti con i motoscafi che – ovviamente – garantiranno corse extra per il ritorno al termine del concerto. L’idea è quella di proporlo sul prato antistante al Santuario e quindi un semplice telo potrà agevolare le persone che gradiranno sedersi sull’erba vista l’impossibilità di predisporre file di sedie, mentre – in caso di cattivo tempo – i frati apriranno le porte della Chiesa. Un’occasione quindi unica anche per una piacevole gita in uno dei più suggestivi Santuari mariani che non tutti conoscono e, nel contempo, salutare gli straordinari e gentilissimi frati cappuccini che da poco vi si sono insediati.

Il Santuario di Barbana.

—^—

In copertina, il virtuoso Pierluigi Corona durante un concerto.

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento