di Gi Elle

Musica grande protagonista in tre invitanti appuntamenti, in programma oggi, nel pomeriggio e in serata, a Castelmonte, Carlino e Gorizia. Vediamoli, allora, in dettaglio, precisando subito che si tratta di tre concerti tutti con ingresso libero:

Note nel Santuario

Sarà il Santuario mariano di Castelmonte l’inedita, suggestiva location del quinto appuntamento del tradizionale festival d’autunno dell’Associazione musicale Sergio Gaggia di Cividale, che quest’anno scandaglia le proiezioni generate dai 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e dai 250 trascorsi dalla prima circumnavigazione della Nuova Zelanda ad opera dell’esploratore e cartografo britannico James Cook: spazio assolutamente consono al tema della serata, il luogo di culto ospiterà oggi, alle 18, una performance imperniata sul rapporto tra meditazione e creazione artistica. Introdurrà il compositore Corrado Rojac, affiancato dal collega Gabrio Taglietti, di cui verrà eseguito, in prima assoluta, il brano “Canti dell’eremo”. “Nera luce” il titolo del concerto, declinazione musicale dell’osservazione interiore di sé. Ospite di assoluto prestigio sarà il Quartetto di Fiesole, uno dei più blasonati gruppi cameristici italiani, che quest’anno festeggia il trentesimo di attività. Vincitore del concorso di Cremona e del Gui di Firenze, il Quartetto si è esibito in tutto il mondo e vanta l’onore di aver fatto suonare insieme, per la prima volta, gli eccezionali strumenti del Museo Stradivariano, al Teatro Ponchielli di Cremona. Il programma permetterà di ascoltare la profonda, arcaica vena mistica ortodossa che trasuda copiosa nella laicità di stato del quintetto di Šostakóvič (al pianoforte Andrea Rucli), la matrice sciamanica, magistralmente evocata in musica da Silvia Colasanti, la magica origine del ferro narrata nel poema nordico Kalevala e – in apertura – musiche di Anton Webern.

Il Quartetto di Fiesole.

Clarinetto protagonista

Esito eccellente per il Concorso internazionale per clarinetto “Città di Carlino“, che questa  sera, dopo tre giornate dense di appuntamenti, si concluderà con la cerimonia delle premiazioni e con un sontuoso “Concerto di gala”: appuntamento alle 20.30, nell’auditorium parrocchiale. Cinquanta, di varie fasce d’età e da molti Paesi (ben 12 quelli rappresentati), i musicisti che hanno partecipato alla prova, confrontandosi con le migliori promesse dello strumento. Quattro le categorie di concorso, che spaziano dal “Clarinetto solista Baby” (per i bambini fino a 12 anni) al “Clarinetto solista Junior A”, per i ragazzi fino ai 16 anni, fino a “Clarinetto solista Junior B” (per giovani fino ai 20 anni) e “Clarinetto solista Senior” (fino ai 35 anni). A valutare le singole esibizioni, svoltesi nell’auditorium parrocchiale e aperte al pubblico, con ingresso libero, è stata una giuria composta da alcune fra le maggiori personalità del panorama clarinettistico europeo. E oggi si conosceranno i nomi dei vincitori e si potrà assistere al grande concerto conclusivo, che farà calare ufficialmente il sipario sull’edizione 2019.

Clarinetti sul palco a Carlino.

Voci giovani in scena

Gran finale per gli Aperitivi di Chamber Music a Gorizia: appuntamento oggi, alle 18, a Palazzo de Grazia (via Oberdan 15) per un doppio concerto dedicato alle Voci giovani. Si parte con il Duo Veles, ovvero Mateja Petelin soprano e Pavel Cyargeenka chitarra: in programma l’esecuzione di Four French Folk Songs di Mátyás Seiber, Canciones Españolas Antiguas da Federico García Lorca e Coplas del pastor enamorado di Joaquín Rodrigo. Il Duo Veles si è perfezionato alla prestigiosa Accademia musicale Chigiana (Siena) sotto la guida di Oscar Ghiglia, si è esibito in qualità di migliori allievi durante i concerti estivi organizzati dall’Accademia stessa e ha ottenuto la borsa di studio per gli studenti più meritevoli, assegnata da Oscar Ghiglia. Veles è un’importante divinità antica slava, protettrice dei musicisti. La collaborazione tra la cantante slovena Mateja Petelin e il chitarrista bielorusso Pavel Cyargeenka è iniziata nel 2015 a Trieste al corso di Musica da Camera tenuto da Fedra Florit al Conservatorio “Giuseppe Tartini”. La seconda parte sarà affidata al Duo Perišić -Tull, baritono e fisarmonica: sigleranno il concerto con le “7 Romanze da salotto” per voce e fisarmonica.

Duo Veles e Duo Perišić -Tull.

—^—

In copertina, una suggestiva immagine del Santuario di Castelmonte (dal sito ufficiale).

Hits: 53

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento