di Gi Elle

Quante proposte musicali, tra oggi e domani, in Friuli Venezia Giulia. E per tutti i gusti. Ecco una rapida carrellata riguardante gli appuntamenti in programma a Cividale, Malborghetto, Palmanova, Pordenone e Pradamano.

CIVIDALE – Carica di un forte significato simbolico, che la inserisce a pieno titolo nella storia della Reinaissance di Cividale, la tradizionale rassegna dei Concerti Cividalesi – giunti alla XXXIX edizione – si aprirà domani, rinnovando la memoria dell’avvocato Antonio Picotti, che li concepì dopo il terremoto del ’76. Sarà il salone di palazzo de Nordis ad accogliere (alle 18) il grande evento inaugurale del ciclo, promosso, come sempre, dall’Associazione musicale Sergio Gaggia guidata da Andrea Rucli: di assoluto livello il programma, che prevede l’esecuzione delle Variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach, capolavoro che negli ultimi 30 anni ha finalmente acquisito la dovuta attenzione e centralità. Il pubblico cividalese potrà ascoltarla su uno strumento eccezionale, un pianoforte gran coda Fazioli: protagonista alla tastiera sarà il pianista toscano Andrea Turini, che da anni sta presentando le Variazioni, con successo, in Italia e in Europa. Il ciclo proseguirà il 24 novembre, sempre al de Nordis.

Andrea Rucli

MALBORGHETTO – Proseguono in regione i concerti del Festival pianistico internazionale Piano Fvg, un appuntamento biennale ideato e firmato dalla direzione artistica di Davide Fregona, che anche quest’anno celebra i giovani musicisti internazionali che hanno brillato nel Concorso Piano Fvg degli ultimi anni con una serie di concerti programmati fino al 15 dicembre prossimo con un cartellone itinerante. Oggi, a Malborghetto (Palazzo Veneziano, ore 20.45), sarà la volta della pianista nata a Washington D.C. da genitori giapponesi-coreani Rachel Naomi Kudo che presenterà al pubblico del festival un repertorio che spazia da Beethoven, Alban Berg, Johann Sebastian Bach, fino a Igor Stravinsky e Sergej Prokofiev.

Rachel Naomi Kudo

PALMANOVA – Intrattenimento di qualità per adulti e bambini, animazione e musica dal vivo. Il Palmanova Outlet Village proporrà ai suoi ospiti un calendiario ricco d’iniziative pensate per accontantare tutte le fasce le età. Si comincerà oggi, alle 16, con un pomeriggio all’insegna dell’emozione e dell’avventura con “Les Mongolfieres”,  uno spettacolo itinerante di grande impatto visivo tratto dal romanzo “Il giro del mondo in 80 giorni” di Jules Verne. Quattro attori professionisti sui trampoli con imponenti mongolfiere e un attore a terra con carretto scenico con sottofondo musicale sono partiti per un folle viaggio attorno al mondo e hanno perso la giusta rotta sospinti dai vari venti. Il viaggio continua tra straordinarie avventure per raggiungere l’ambita meta, grazie all’aiuto e al prezioso contributo dei visitatori del Village, che incroceranno sul loro percorso.

Les Mongolfieres

PORDENONE – Oggi, alle 20.30, il Teatro Giuseppe Verdi di Pordenone ospita la serata Finale del Concorso Internazionale Città di Porcia, quest’anno dedicato al trombone. Giunto alla 30° edizione, il Concorso rappresenta l’unico appuntamento in Italia dedicato agli ottoni che negli anni si è distinto a livello internazionale collocandosi tra i Concorsi più importanti al mondo, come conferma la recente vittoria al Concorso Tchaikovsky di Mosca del cornista Yun Zeng, vincitore del Concorso di Porcia nel 2017. Realizzato dall’Associazione Amici della musica Salvador Gandino – grazie al sostegno di Regione Friuli Venezia GiuliaFondazione FriuliComune di PorciaComune di PordenoneTecnoinox e P&S, con il patrocinio di Pordenone with love e la partnership progettuale del Cidim (Comitato Nazionale Italiano Musica) e del Teatro Verdi – il Concerto al Verdi vedrà i tre finalisti sfidarsi insieme all’Orchestra di Padova e del Veneto con il Concerto per trombone e orchestra di Nino Rota e Launy Grøndahl. In attesa di conoscere il verdetto da parte della giuria internazionale, l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta dal maestro Carlo Tenan eseguirà la Prima Sinfonia di Prokofev, scritta nell’estate del 1917 ed espressamente indicata dal compositore russo con il titolo “Sinfonia Classica” per la vicinanza allo stile di Haydn e la sua capacità di conciliare, senza conflitti drammatici, modernità e tradizione.

Grande musica a Pordenone.

PRADAMANO – «Un mondo divorato dagli insetti. Un futuro già scritto nell’evidenza di un’umanità parassita e priva di speranza». Questo il mantra cinico e nichilista alla base della visione apocalittica da cui prende le mosse “Insetti”, il terzo disco dei RadioZastava, che sarà presentato ufficialmente oggi al Backyardie di Pradamano, dalle 21.30.  Onirici, lisergici, eclettici, furiosi, irriverenti… I Radio Zastava sono un collettivo unico nel variegato scenario delle band europee dal background etno-balcanico. Attivi dal 2005 e nati nella multiculturale Gorizia, gli otto membri della band hanno origini italiane, friulane, slovene, austriache e bosniache-serbe.

I RadioZastava

—^—

In copertina, la bellissima Cividale che domani dà via ai Concerti dell’Associazione Sergio Gaggia.

Hits: 61

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento