di Giancarlo Martina

TARVISIO – Se non si interverrà quanto prima per ripristinare il servizio militare di leva, la nazione vedrà disperdere un patrimonio di positività al servizio dell’intera società. La raccomandazione, una sorta di appello ai politici, è stata rivolta dal giornalista e scrittore Toni Capuozzo intervenuto venerdì sera a Tarvisio al dibattito sul passato e presente delle Truppe Alpine, organizzato dal Gruppo Ana “Nevio Artioli” nell’ambito delle iniziative che sottolineano il suo 90° di fondazione, evento che culminerà proprio quest’oggi, domenica, con la sfilata del Raduno della Sezione di Udine. Il corteo, alle 9.45, partirà da via degli Alpini e, percorse via Armando Diaz e via Roma, raggiungerà piazza Unità. E dopo la Messa celebrata alle 11 nella parrocchiale, seguirà l’omaggio ai Caduti nel vicino Tempietto ossario.

Il monumento agli alpini Caduti.

Ma torniamo a venerdì sera. Con lo storico Raimondo Domenig è stato evidenziato l’insostituibile ruolo delle penne nere in congedo, anima portante del volontariato sociale in tutta la Valcanale. Mentre Toni Capuozzo ha appassionato il pubblico con le sue esperienze maturate da inviato speciale nei teatri di guerra del Medio Oriente e dell’Afganistan, dove ha avuto modo di apprezzare l’attività svolta dai reparti alpini.
Sempre venerdì sono state aperte, alla presenza del sindaco Renzo Zanette e delle autorità, due mostre in tema, inerenti i festeggiamenti. Una storica su Alpi Giulie e vallate a cura di Leopoldo Komac ospitata a casa Faleschini;  un’altra nella Torre Medioevale in piazza Unità d’Italia a cura del Circolo Filatelico Tarvisiano dal titolo “Correva l’anno 1929 e dintorni…”. Una mostra sottolineata anche dall’annullo postale e dalle cartoline disegnate dagli alunni delle scuole primarie.
Ieri, inoltre, in molti hanno partecipato alle visite guidate ai Forti Hensel e Beisner di Malborghetto e Ugovizza, e tanta curiosità ha suscitato a Tarvisio la sfilata, nel tardo pomeriggio, dei muli, gli amici degli alpini e al Teatro Italia di Pontebba la giornata s’è conclusa con un’applaudita rassegna corale di canti alpini a ricordo del presidente della Sezione Masarotti, eseguiti dal locale coro Arturo Zardini, dall’Ottetto Hermann e dal coro Ana di Codropio, città che ospiterà il Raduno Sezionale del 2020.

Con quello di oggi, dunque, si concludono tre giorni intensi per il capogruppo Daniele Missoni e i suoi collaboratori che hanno voluto rendere omaggio agli alpini che 90 anni fa fondarono il Gruppo Ana di Tarvisio. Le cronache del tempo evidenziano – come ricordavamo ieri – che fu inaugurato domenica 22 dicembre 1929 con la cerimonia che si svolse alla caserma Italia dove era distaccata una Compagnia del Battaglione alpini Cividale comandata dal capitano Umberto Tinivella che, ricordiamo, con i galloni di colonnello cadde da eroe in Russia nella seconda Guerra Mondiale, meritando la Medaglia d’oro al valore militare.

Una bella foto ricordo al Gruppo Ana.

Quella domenica del dicembre 1929 erano presenti tutti i 56 soci con il primo capogruppo Enrico Codebò. Madrina del “battesimo” del gagliardetto fu la signora Olga Artioli, moglie dell’ufficiale aiutante maggiore del Cividale. Personaggi ben in vista nella foto storica della fondazione che ha da sempre un posto di riguardo nella sede del gruppo di via IV Novembre aperta nel 1978. Come, fra i cimeli, hanno un posto di assoluto rilievo il bel cartellone che sfilava in testa al gruppo ai raduni nazionali e la bandiera da campo della 69ma compagnia del Battaglione Gemona che pure apriva la sfilata del gruppo nel dopoguerra fino al 1974 con l’alfiere Umberto Cella, il sergente degli alpini ferito in Russia e decorato di Medaglia d’argento che aveva salvato quel Tricolore avvolgendolo su se stesso.
Dopo il secondo conflitto mondiale, il Gruppo fu intitolato alla memoria del tenente Nevio Artioli, caduto in Russia i cui resti ora sono custoditi nel Tempietto ossario adiacente alla Chiesa di Tarvisio.

—^—

In copertina e qui sopra il suggestivo logo del Gruppo Ana “Nevio Artioli”.

Hits: 115

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento