Bella musica protagonista oggi al Teatro di Pordenone, che con TGVP Open jazz riapre alle serate live, e nella storica Basilica di Grado, dove prende il via il tradizionale ciclo estivo di concerti, mentre si annuncia una importanza defezione – quella della israeliana Noa – per il prossimo 4 agosto. Concerto jazz domani anche a Udine. Ma andiamo con ordine.

Il sax di Federico Mondelci

Al Verdi di Pordenone, dopo il lungo stop agli eventi live imposto dalla pandemia, riprende ora la programmazione dal vivo con una rassegna d’eccellenza all’insegna del grande jazz. TGVP Open jazz è il titolo del percorso in quattro appuntamenti: una lunga cavalcata nel mondo del cinema, un crossover cinematografico nel segno di alcune tra le più belle e celebri musiche da film. I temi di colonne sonore che hanno fatto la fortuna di capolavori cinematografici del Novecento, diventano fonte di ispirazione per sorprendenti improvvisazioni, che rinnovano nel pubblico magie ed emozioni. In altre parole, attraverso l’improvvisazione, la musica si fa materia ispiratrice per altre forme d’arte, il cinema in primis.
Le porte del teatro si riaprono, dunque, nella serata di oggi, alle 21, con il primo dei quattro concerti (seguiranno giovedì 16, 23 e 30 luglio): protagonisti alcuni dei nomi più celebri della scena musicale europea e internazionale. E proprio ad un musicista presente sulla scena mondiale da oltre trent’anni il compito di aprire la rassegna. Atteso, accanto a un quintetto d’archi, il sax di Federico Mondelci: l’inedita formazione proporrà una splendida carrellata di musiche da film, scelte tra le più celebri di sempre, da “Summertime” di George Gershwin a “La vita è bella” del Premio Oscar Nicola Piovani, da “Tonight” (da “West Side Story”) di Leonard Bernstein a “Mission” di Ennio Morricone (nella foto), un modo anche per salutare e omaggiare il Maestro appena scomparso. Ad arricchire di gusto le serate di TGVP Open Jazz il ristorante “Al Gallo” che affianca il Teatro con una speciale proposta culinaria per una ripartenza tra cultura e armonia dei sapori tutta dedicata al pubblico del Verdi. Lo chef Andrea Spina ha pensato ad un menu ad hoc che potrà essere degustato ad un prezzo speciale dai possessori del biglietto (info e prenotazioni 0434.521610). Info e biglietti presso la biglietteria del Verdi e online sul sito del teatro: 0434.247624.

Luisa Sello e Lis Aganis

Sarà la flautista Luisa Sello ad aprire, oggi, a Grado il calendario di “Musica a 4 Stelle”, la fortunata rassegna estiva. Così, dopo il prologo con il concerto dedicato al Solstizio d’Estate, sul prato del Santuario di Barbana, riparte il festival che, da ben 37 edizioni, riempie di musica la città balneare. Si partirà dunque, alle 21, nella Basilica patriarcale di Sant’Eufemia, con il prestigioso ensemble di flauti “Lis Aganis”, diretto proprio dalla flautista udinese, nome di riferimento internazionale e docente ai Conservarori di Sofia e di Pechino: ne fanno parte sei musiciste provenienti anche da Slovenia e Croazia, note per la loro bravura e invitate a svolgere concerti in tutto il mondo.

Bloccata in Israele


Ma mentre parte questa importante rassegna, nel panorama musicale gradese si registra anche un’importanze cancellazione. L’Associazione Culturale Onde Mediterranee, organizzatrice del Festival omonimo, che si terrà a Grado e Palmanova dal 25 luglio al 9 agosto, è dispiaciuta infatti di dover annunciare la cancellazione del concerto di Noa, previsto il 4 agosto al Parco delle Rose. L’annullamento è dovuto alle restrizioni sugli ingressi in Europa stabilite dall’Ue per i cittadini provenienti da alcuni Paesi tra i quali, purtroppo, figura anche Israele, dove Noa e Gil Dor risiedono e dove si sta diffondendo una nuova ondata della pandemia da Coronavirus. I biglietti già acquistati saranno rimborsati in base alle disposizioni contenute nel “Decreto Cura Italia” (Dl 18/2020) di cui all’articolo 88 e successivi provvedimenti e in base alle conseguenti decisioni prese dagli Organizzatori e le relative modalità saranno comunicate in dettaglio nei prossimi giorni (info: www.euritmica.it / www.ondemediterranee.it – + 39 0432 1720214). Gli altri concerti del cartellone di Onde Mediterranee Festival 2020, Tosca – fresca di doppia Targa Tenco come “Miglior Canzone Singola” e “Miglior Interprete di Canzoni” per l’album Morabeza – il 25 luglio, Daniele Silvestri il 6 agosto, entrambi al Parco delle Rose a Grado, e Max Gazzè il 9 agosto, in Piazza Grande a Palmanova, si terranno regolarmente, in sicurezza e nel pieno rispetto delle norme anti Covid. Biglietti su Ticketone e punti vendita autorizzati – prenotazioni: tickets@ondemediterranee.it

Un trio domani al Caucigh

È partita la collaborazione tra il Caffè Caucigh di via Gemona, a Udine, ed Euritmica che si svilupperà nel corso dell’anno in occasione del trentennale di Udin&Jazz e vedrà l’alternanza sul palco di artisti e gruppi che propongono jazz tradizionale e contemporaneo. È la prima volta che due storiche realtà del jazz cittadino, come appunto il Caucigh ed Euritmica, stringono una collaborazione in oltre 30 anni di attività nella promozione di questa straordinaria musica e dei suoi migliori interpreti del territorio regionale e nazionale. Dopo il seguitissimo concerto d’esordio con il jazz tango dei Son du Xangò, il programma – per la direzione artistica di Rocco Burtone e Giancarlo Velliscig – continua domani 10 luglio con il Simon/Serafini/Carnovale trio (foto Gc Peressotti), che vede Boštjan Simon, ai sassofoni, Simone Serafini al contrabbasso e il pianista Dario Carnovale nell’insolita veste di batterista. L’unione artistica che dal 2006 lega il contrabbassista friulano e il pianista palermitano si rafforza grazie ad una nuova collaborazione che li porta a tessere inedite trame della cosidetta “sezione ritmica”. A completare il cerchio è il sassofonista sloveno, che è anche compositore e band-leader. In programma brani originali dei tre musicisti, libere improvvisazioni e qualche particolare arrangiamento per trovare un equilibrio musicale e un dialogo paritetico in cui ogni strumento abbia ugual peso.
I venerdì di Udin&Jazz al Caucigh proseguiranno il 17 luglio con il duo Laura Clemente, voce e Gaetano Valli, chitarra, due musicisti la cui lunga collaborazione li porta ad attingere ai grandi classici della canzone americana ed ai “new standards” tratti dal più recente repertorio pop. La chiusura della rassegna, venerdì 24 luglio, è affidata al trio di Gianpaolo Rinaldi, pianista, hammondista e compositore friulano, attivo sulla scena jazzistica del nord est Italiano anche come side man di un gran numero di musicisti tra i più significativi sia del territorio sia di caratura nazionale ed internazionale, accompagnato da Eugenio Dreas al contrabbasso e Marco D’Orlando alla batteria. I concerti iniziano alle 21 e sono ad ingresso libero. Info: 0432.502719.

—^—

In copertina, Federci Mondelci oggi protagonista a Pordenone.

Hits: 166

Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento